Come ogni venerdì, iniziano gli appuntamenti di “Milano Gratis”, con tante idee, eventi & divertimenti per trascorrere uno splendido weekend milanese, senza spendere un centesimo

FreeIn occasione della XII settimana della cultura (16-25 aprile 2010), organizzata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Museo Martinitt e Stelline presenta il progetto “Miracoli a Milano” attraverso una conferenza informale, una mostra esplicativa e un aperitivo con squisite specialità biologiche. Inoltre, dal 16 al 19 aprile il museo rimarrà eccezionalmente aperto dalle 10.30 alle 20.30, mentre domenica 25 aprile sarà aperto dalle 10.30 alle 18.30.

Liberamente ispirato all’omonimo film di De Sica, “Miracoli a Milano” è un progetto che mira a richiamare l’attenzione su un tema che connota sensibilmente l’identità milanese: la storia della filantropia, che si intreccia in maniera forte e indissolubile con la storia della città stessa.

 

In questo senso “Miracoli a Milano” ambisce a rispolverare, come nel film, alcune vicende storiche, utilizzando però un linguaggio decisamente inconsueto: l’esperienza del vedere concretamente i presidi della storia, confrontandosi dal vivo proprio con quei luoghi dove, anticamente e fino allo scorso secolo, erano ospitati i più deboli e bisognosi.

 

Per questo, a tutti coloro vorranno partecipare all’iniziativa (completamente gratuita), verrà data occasione di scoprire 3 percorsi cittadini tra i monumenti e le tracce architettoniche: 3 atti articolati secondo un criterio cronologico, per mettere in luce le principali tappe della storia dell’assistenza a Milano e – al tempo stesso – della trasformazione della città verso il ruolo di capitale d’Italia.

 

Agli appassionati osservatori della storia della città, ai visitatori curiosi e a quanti vogliono attraversare Milano con percorsi fuori dal comune, sono proposte visite guidate a piedi e in autobus, grazie al prezioso contributo di ATM ad alcuni luoghi simbolo, riconosciuti e valorizzati da una ricca letteratura e da un consolidato filone di ricerche.

 

 

 CALENDARIO

 

La presentazione dell’iniziativa si svolgerà venerdì 16 aprile presso il Museo Martinitt e Stelline di Corso Magenta 57.

 

Alle ore 18.00 si terrà una conversazione informale che coinvolgerà tutti gli attori di Miracoli a Milano.

 

La mostra sarà fruibile fino alla conclusione della settimana della cultura, dal 16 al 25 aprile.

 

Il Museo Martinitt e Stelline rimarrà aperto straordinariamente nelle giornate del 16, 17, 18 e 19 aprile, oltre l’orario di chiusura, fino alle 20.30.

 

Ai visitatori sarà gentilmente offerto un aperitivo a base di Bonarda, grana e Miele prodotti biologicamente nell’Oltrepò pavese.

 

 

AGENDA DEI PERCORSI

 

I percorsi dell’iniziativa seguono il filo rosso dell’evoluzione della classe dirigente milanese dedita all’assistenza: dai signori ducali e dai vescovi del Quattrocento, passando attraverso la storia degli esponenti della nobiltà sei e settecentesca, fino alla nascente e ricca borghesia di Otto e Novecento. La storia socio-economica della città si evolve di pari passo.

 

8 Maggio 2010, ore 15.00 – spostamenti con i radio bus di ATM, ritrovo al Museo Martinitt e Stelline

ATTO I: i luoghi dell’assistenza tra ‘400 e ‘500: da Francesco Sforza a San Carlo

 

– San Pietro in Gessate

– Ca’ Granda

– Palazzo delle Stelline

– Museo Martinitt e Stelline

 

 

22 Maggio 2010, ore 15.00 – spostamenti con i radio bus di ATM, ritrovo al Museo Martinitt e Stelline

ATTO II: i luoghi dell’assistenza tra ‘600 e ‘700, la grande nobiltà e gli ordini ecclesiastici

 

– Rotonda della Besana

– La Senavra

– Palazzo Archinto, via Olmetto

– Palazzo delle Stelline

– Museo Martinitt e Stelline

 

 

12 Giugno 2010, ore 15.00 – spostamenti con i radio bus di ATM, ritrovo al Museo Martinitt e Stelline

ATTO III: i luoghi dell’assistenza tra ‘800 e ‘900: la borghesia imperante


– Istituto dei Ciechi

– Casa di riposo per musicisti Giuseppe Verdi

– Pio Albergo Trivulzio

– Museo Martinitt e Stelline

 

La partecipazione alle visite è gratuita con PRENOTAZIONE NECESSARIA al numero 02.430065.22-24 o via e-mail a: museo@pioalbergotrivulzio.it


Di Redazione