Weekend a Milano gratis: consiglio n.1, 8 percorsi per scoprire la città visitando i luoghi dove hanno vissuto le donne che hanno reso grande Milano

“Milano delle Indimenticabili” è l’iniziativa che promuove 8 passeggiate gratuite che accompagneranno cittadini e turisti alla scoperta delle storie e dei luoghi dove hanno vissuto le grandi donne milanesi

 

 

Prendono il via sabato 5 giugno gli appuntamenti della “Milano delle Indimenticabili”: otto passeggiate gratuite che accompagneranno cittadini e turisti alla scoperta delle storie e dei luoghi dove hanno vissuto le “Grandi Donne Milanesi”.

 

L’iniziativa, che proseguirà fino al 3 luglio prossimo, è realizzata dall’Assessorato al Turismo, Marketing territoriale e Identità in collaborazione con l’Associazione Culturale Opera d’Arte ed è inserita nel più ampio progetto di valorizzazione dell’offerta turistica cittadina denominato “100Milano”, che punta a far scoprire i tanti aspetti insoliti e poco noti della città.

“Una Milano vissuta attraverso l’impegno di tutte quelle ‘Indimenticabili Milanesi’, scrittrici, artiste e filantrope, che nel corso della loro vita hanno posto l’interesse per la città e i suoi abitanti al centro del loro percorso umano e professionale”, commenta l’assessore Massimiliano Orsatti. “Grandi donne e grandi milanesi i cui nomi e vicende spesso risultano sconosciute ai più o talvolta semplicemente ricordate dalle targhe scolpite nei palazzi e nei luoghi di ieri e di oggi, a testimonianza di storie che  meritano di essere raccontate e ritrovate”.

Il programma propone per ogni data 2-3 visite, alle 10.00 – 10.20 – 10.40, della durata di circa 2 ore.

 

Il primo appuntamento è per sabato 5 giugno, con ritrovo in via Festa del Perdono 7, per “Bianca Maria e Cecilia:  le donne degli Sforza”, una passeggiata dall’Ospedale Maggiore fino al Castello Sforzesco per ricordare, attraverso l’architettura rinascimentale di Milano, Bianca Maria Visconti, Bona di Savoia, Cecilia Gallerani – non duchessa ma coltissima amante del Moro – Beatrice d’Este e altre ancora.

 

Mercoledì 9 giugno, con partenza da piazza S. Alessandro alle ore 21.00 e alle 21.20 si andrà alla scoperta della vita di “Cristina Belgioioso Trivulzio, Risorgimento al femminile”, una camminata per ammirare le case dei più celebri patrioti del Risorgimento e delle regine dei salotti ottocenteschi, dove assieme alla cultura si respirava aria di cospirazione.

 

Sabato 12, presso l’Abbazia di Chiaravalle, in via S. Arialdo 102, alle ore 10.00 – 10.20 – 10.30, si analizzerà la figura misteriosa di “Guglielmina la Boema, tra santità ed eresia”, fanciulla forse di nobili origini che spese la vita in opere di carità. Un’occasione per   ammirare la splendida abbazia cistercense che la protesse e accolse le sue esequie, malgrado le derive ereticali cui andarono incontro i suoi seguaci.

 

 

Mercoledì 16 giugno, con partenza da vicolo dei Lavandai alle ore 21.00 e alle 21.20, una passeggiata lungo il Ticinese, tra la Darsena, le basiliche, i vicoli con le case di ringhiera, ripercorrerà la vicenda umana e artistica di “Alda Merini, la poetessa dei milanesi”.

 

Sabato 19 giugno sarà la volta di “Giuseppina Pizzigoni, una maestra d’altri tempi”, una visita all’omonimo complesso scolastico di via Castellino da Castello in cui nel 1911 la fondatrice diede origine al suo progetto educativo ed architettonico, ancora oggi oggetto di studio.

Mercoledì 23 giugno, alle ore 21.00 e alle ore 21.20, partendo dal Teatro alla Scala, con “Giuditta Pasta e Dina Galli divine del canto e della scena” si andrà alla scoperta delle muse, delle cantanti e delle tante protagoniste del teatro milanese attraversando luoghi come il Piccolo, il Dal Verme o il teatro Strehler.

 

Sabato 26 giugno, grazie a “Elda Scarzella Marzocchi e il QT8″, si potrà riscoprire uno dei più significativi esempi di architettura e urbanistica del ’900, il quartiere QT8.

 

Sabato 3 luglio il ciclo si concluderà in piazza S. Angelo 2, alle ore 10.00 – 10.20 – 10.40,  con “Laura Visconti di Modrone Ciceri, il diritto alla salute”, una visita ai luoghi di cura milanesi sorti spesso dalla volontà di illuminate benefattrici, passando dal Fatebenefratelli al Fatebenesorelle e all’intera area ospedaliera di Porta Nuova.

 

Gli incontri della Milano delle Indimenticabili sono a ingresso libero, previa prenotazione obbligatoria.

 

Per informazioni: Opera d’Arte, tel. 02-45.48.74.00 oppure info@operadartemilano.it

 

Di Redazione