Capire sintomi di chi si droga, progetto prevenzione per genitori con figli da 8 – 18 anni

In riferimento alla notizia di cronaca che ha visto protagonisti  due studenti di una scuola sarda di 13 e 14 anni che, dopo aver fumato marijuana, si sono sentiti male, il DPA – Dipartimento Politiche Antidroga, la cui delega è affidata al senatore Carlo Giovanardi, è intervenuto proponendo un progetto di prevenzione rivolto soprattutto ai genitori, per mettere in grado le famiglie di scoprire i segnali di rischio manifestati dai figli, troppo spesso non individuati

 

I DANNI DELLA CANNABIS E I “BUCHI NEL CERVELLO” CAUSATI DALLA SUA ASSUNZIONE – L’episodio accaduto non fa altro che avvalorare gli allarmi lanciati più volte dal Dipartimento Politiche Antidroga contro il consumo di cannabis, soprattutto tra i giovani.

  • Già da molto tempo sono stati evidenziati  la pericolosità della cannabis e i danni che derivano dal suo consumo, danni che è stato possibile individuare grazie anche alle nuove tecniche radiologiche avanzate che documentano come la cannabis, fino ad ora sottovalutata nel suo potenziale lesivo, crei nel cervello dei ragazzi un danno neurocognitivo: i neuroni, infatti, si spengono, creando dei veri e propri “buchi nel cervello” e conseguenti deficit non sempre reversibili.

 

IL PROGETTO DI PREVENZIONE “EDU.CARE”, PER GENITORI CON FIGLI DI 8-12 E 13-18 ANNI – E’  proprio  pensando ai  giovani che il DPA ha  attivato una serie di  progetti di prevenzione, fortemente voluti dal Senatore Giovanardi, contro il consumo di droga, come  Edu.care  che, nasce con  lo scopo di fornire un supporto concreto alle famiglie e consentire loro una efficace prevenzione dell’uso di droghe da parte dei propri figli, al fine di fornire ai genitori gli strumenti educativi più appropriati:

  • sia per agire sui fattori di rischio tra i bambini di età compresa tra gli 8 e i 12 anni,
  • sia per prevenire il consumo di sostanze tra gli adolescenti di età compresa tra i 13 e i 18 anni.

 

IL PROGETTO “DROGA & INTERNET” – Se fondamentale è la prevenzione all’interno delle famiglia, è altrettanto importante metterne in campo una basata su strumenti sempre nuovi , comunicati in un mondo giovanile, in continuo cambiamento.

  • Questo infatti è quello che realizza il progetto Droga & Internet, progetto che entrando nel  web, modalità sempre più utilizzata  dai giovani per il traffico e la commercializzazione di droga, vuole costruire un sistema di sorveglianza della domanda e dell’offerta di sostanze stupefacenti presenti nella rete.
  • Il progetto prevede, inoltre, il collegamento ed il supporto del Sistema Nazionale di Allerta Precoce che ha già permesso nei mesi scorsi l’individuazione dei cannabinoidi sintetitici come Spice n-Joy e altre sostanze come il Mefedrone con il conseguente inserimento nella tabella delle sostanze stupefacenti.

 

IL PROGETTO “SGS” SULLA GUIDA SICURA LONTANO DA ALCOL E DROGA –

  • L’attività del Dipartimento continua anche “su strada” con il progetto “SGS”, che ha come scopo quello di sensibilizzare i giovani sull’importanza di una guida sicura lontano da alcol e droghe.
  • Un’attenzione particolare  è stata poi indirizzata anche ai luoghi di incontro spesso frequentati dai ragazzi  e punti di smercio di sostanze stupefacenti, come i Rave Party, ai quali  il progetto a loro dedicato, ha permesso di individuare e bloccare l’attività illecita alla base di questi eventi.

 

IL COMMENTO DEL CAPO DEL DPA GIOVANNI SERPELLONI – “Anche per i progetti dedicati ai giovani –  dichiara Giovanni Serpelloni, – si tratta di progetti innovativi varati dal sottosegretario Carlo Giovanardi e mirati proprio alla tutela e alla salvaguardia della loro salute. D’altronde  l’investimento dei 26 milioni di euro che abbiamo stanziato per  tutti  i 49 progetti  testimonia uno sforzo concreto sinergico ed articolato finalizzato proprio alla realizzazione di nuove strategie per contrastare il consumo di tutte le sostanze stupefacenti”.

 

LE CONSEGUENZE DELL’ASSUNZIONE DELLA CANNABIS – Per approfondire i risultati della ricerca medico-scientifica sulle conseguenza derivate dall’assunzione della cannabis CLICCA QUI

 

PER ULTERIORI INFORMZIONIwww.politicheantidroga.it

 

Leggi anche:

Arresto spacciatore parco Sempione, Asl Milano ha riscontrato che 6 adolescenti su 10 hanno già fatto uso di droga

Spacciatori minorenni davanti scuola, due studenti di 15 e 17 anni del liceo di Lambrate e di un istituto turistico rifornivano i coetanei

Droga Milano Asl, consumo in calo ma rimane allarme, soprattutto tra i giovanissimi

Arresto spacciatore via Ponte Nuovo, studenti sotto 16 anni erano i suoi clienti abituali

100 piante di marijuana via Buonarroti, Lady Maria riforniva soprattutto i giovani studenti

Droga nella Playstation Novate, fratellini di 12 e 15 anni avevano occultato 66 dosi tra “i giocattoli” di casa

Droga e alcool per tutti in piazza Castello, 1 maggio 2010 “Siamo tutti responsabili: l’indifferenza è un crimine”

 

C.A.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here