Residenze anziani Milano, in via Pindaro la nuova struttura d’assistenza comunale di massima qualità con 120 posti letto, 15 per malati di Alzheimer

Il Comune garantisce l’assistenza agli anziani non autosufficienti che non possono rimanere a casa propria, attraverso le RSA: Residenze Sanitarie Assistenziali. La nuova struttura è stata inaugurata in via Pindaro 44, quartiere Precotto, e si aggiunge alle seguenti RSA comunali già esistenti ed attive sul nostro territorio:

 

 

  • Casa di Riposo Famagosta, Via A. Di Rudinì 3, 20142 Milano, Tel. 02-89.12.78.82/6
  • Casa di Riposo V.Ferrari, Via dei Panigarola 14, 20139 Milano, Tel.: 02-53.91.194
  • Casa per Coniugi, Via Dei Cinquecento 19, 20139 Milano, Tel.: 02-57.40.92.17
  • casa di riposto Gerosa Bricchetto, Via Mecenate 96, 20138 Milano, Tel.: 02-58.01.80.08
  • A queste si aggiungono le convenzioni con oltre 100 strutture sparse per tutta la Lombardia, per un totale di più di 3.500 anziani accolti.

 

L’INAUGURAZIONE CON IL SINDACO MORATTI – “Sono tante le iniziative che abbiamo promosso per garantire ai nostri anziani una quotidianità confortevole e serena, un sistema in cui il Comune investe oltre un quarto delle risorse del proprio bilancio, 250 milioni di euro l’anno – ha detto il Sindaco Letizia Moratti all’inaugurazione della residenza. – “Con la struttura appena inaugurata sono 5 le residenze sanitarie assistite che abbiamo a Milano, per un totale di 950 posti, a dimostrazione di quanto il Comune sia da sempre molto attivo nella cura di chi ha bisogno di essere accudito senza essere ricoverato in ospedale”. “In una città come Milano – ha concluso Letizia Moratti – nella quale la famiglia tende a lavorare e diventa più difficile assistere i propri anziani, è giusto che sia il Comune a impegnarsi per dare questo tipo di assistenza”.

 

I POSTI LETTO – La struttura offre:

  • 120 posti letto totali, dei quali 15 posti letto riservati ai malati di Alzheimer,
  • 30 posti all’interno del Centro Diurno Integrato con servizi riabilitativi, infermieristici e di animazione.

 

I COLORI DISTINTIVI DI OGNI ZONA, PER FAVORIRE I PAZIENTI CON DIFFICOLTA’ COGNITIVE – Per favorire la percezione e il riconoscimento dei luoghi da parte di persone con ridotte capacità cognitive, sono stati differenziati i colori delle finiture (pavimenti, tinteggiature, corrimani e paraspigoli) ad ogni piano:

  • giallo al primo,
  • arancio al secondo,
  • azzurro al terzo,
  • verde al quarto.

 

LE AREE DEL CENTRO DIURNO – Al piano terra sono collocati alcuni spazi ad uso esclusivo del Centro Diurno, oltre che per la sorveglianza e l’accoglienza, e i seguenti spazi comuni, condivisi dagli ospiti della Residenza per anziani e dagli utenti del Centro Diurno:

  • sala ristorante;
  • bar
  • palestra per fisioterapia con relativi servizi;
  • sale mediche;
  • studio medico del podologo;
  • parrucchiere;
  • bagno assistito;
  • servizi igienici a norma;
  • cappella;
  • salone.

 

I SERVIZI PRESENTI A OGNI PIANO DELLA RESIDENZA – I piani tipo, dal primo al quarto, sono invece destinati alla residenzialità e sono in grado di ospitare fino a 120 anziani. Ogni piano ospita, infatti, due nuclei da 15 posti letto ciascuno ed è provvisto dei seguenti spazi:

  • locale per il personale di controllo;
  • soggiorno/sala da pranzo;
  • servizi igienici assistiti;
  • servizi igienici per i visitatori;
  • servizi igienici per il personale;
  • camere ospiti a due letti con bagno;
  • camere a un letto con bagno;
  • saletta tisaneria;
  • saletta per medicazioni;
  • sala deposito;
  • salottini.

 

I SERVIZI AL PIANO SEMINTERRATO – L’edificio è provvisto, inoltre, di un piano seminterrato in cui sono collocati:

  • le cucine;
  • la lavanderia;
  • spogliatoi e mensa per il personale;
  • depositi e vani tecnici.

 

L’ATTENZIONE AL RISPARMIO ENERGETICO E LA TECNOLOGIA INNOVATIVA – Particolare cura è stata posta anche all’aspetto del risparmio energetico. Si è scelto, pertanto, di dotare la struttura di:

  • pannelli solari in copertura che garantiranno la produzione di acqua calda evitando consumi di risorse energetiche non rinnovabili ed emissioni inquinanti di C02 in atmosfera,
  • serramenti isolanti,
  • caldaie a rendimento elevato,
  • un ampio spessore di isolamento termico nel sottotetto.

 

I TEMPI E I COSTI PER REALIZZARE LA RESIDENZA – I lavori per costruire la nuova residenza di via Pindaro:

  • sono cominciati il 20 ottobre 2008,
  • sono stati conclusi con una spesa di circa 8.900.000 euro.

 

GRANDEZZA E SUPERFICIE DELLA STRUTTURA

  • Il volume costruito è pari a 28.600 mc di cui 2.600 fuori terra,
  • Superficie coperta: 1.820 mq,
  • Area di pertinenza: 8.000 mq,
  • Piani fuori terra: 5, dei quali 4 adibiti a nuclei residenziali per anziani,
  • N. totale camere: 68 (17 per piano) di cui 13 da due letti e 4 da un letto.

 

POSTI AUTO – La residenza è stata dotata di 35 posti auto in superficie che consentiranno di raggiungere comodamente la nuova struttura, senza intasare le vie adiacenti.

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: Telefonare al numero del Comune di Milano 02.02.02

 

Leggi anche:

Amministratore di sostegno, nuovo aiuto per anziani e disabili anche con problemi psichici

Aperto centro anziani via da Baggio, Il Monastero riapre in Zona 7

Corso volontariato Nuova Acropoli Milano dal 5 marzo 2011

Scarica gratis la guida Realtà del sociale 2010-2011 – contatti, servizi di associazioni e cooperative sociali per disabili, anziani, famiglia, adulti

 

Di Redazione

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here