Curare il cancro al fegato, nuova scoperta San Raffaele Milano per identificare i geni alterati in tumore, dettagli e nomi dei medici

La ricerca è stata appena pubblicata su Nature Methods: lo studio è stato condotto da un gruppo di ricercatori dell’Istituto San Raffaele Telethon per la Terapia Genica (Tiget), guidato da Eugenio Montini, e descrive una nuova arma per identificare i geni alterati in tumori: un nuovo virus modificato capace di porre delle “etichette molecolari” ai geni che causano il cancro, permettendo di distinguerli da geni che, seppure mutati, non sono causa della patologia.

 

L’IMPORTANZA DI IDENTIFICARARE IL GENE ALTERATO CHE CAUSA IL CANCRO – Il cancro è una delle malattie più diffuse in tutto il mondo ed è causato da mutazioni che portano all’alterazione di specifici geni.

– A questo proposito, l’identificazione dei geni la cui alterazione causa il cancro, è fondamentale per poter poi sviluppare nuovi marcatori prognostici e nuove terapie più specifiche ed efficaci nel trattare questa malattia, che è una delle principali cause di morte nel mondo occidentale.

 

IL NUOVO APPROCCIO PER LO STUDIO DEI TUMORI – La ricerca scientifica ha recentemente sviluppato nuovi approcci per lo studio dei tumori, basati principalmente sull’analisi della sequenza dell’intero genoma dei tumori.

– Tali approcci sono molto promettenti ed attualmente stanno aiutando a identificare alcuni dei geni colpevoli della trasformazione cellulare.

 

LO SVILUPPO DELLE NUOVE STRATEGIE SCIENTIFICHE – Tuttavia, i tumori sono costituiti da cellule anormali che sono spontaneamente caratterizzate dall’accumulo di molte mutazioni non necessariamente coinvolte nella patogenesi di questa malattia.

– Questo “rumore di fondo”, quindi, rende difficile l’identificazione delle lesioni genetiche iniziali che hanno realmente portato all’insorgenza del tumore e, lo sviluppo di nuove strategie che permettano l’identificazione specifica delle mutazioni causali del tumore, è dunque molto importante per la ricerca sul cancro.

 

L’INNOVATIVA RICERCA DAL SAN RAFFAELE – Il virus, modificato dal gruppo del San Raffaele, integrandosi nel genoma delle cellule marca in modo indelebile geni coinvolti nel cancro e ne permette l’identificazione tramite tecniche di sequenziamento massivo.

 

L’IMPORTANZA PER IL CANCRO AL FEGATO – Tale virus modificato è stato utilizzato per studiare il carcinoma epatocellulare, tumore che rappresenta la terza causa di morte per cancro nel mondo e colpisce più di 700.000 persone ogni anno.

– Lo studio molecolare di questi tumori in modelli sperimentali ha permesso di identificare 4 nuovi geni (BRAF, SOS1, FIGN, RTL1) che causano il carcinoma epatocellulare.

– L’analisi di banche di tessuti tumorali ha permesso quindi di scoprire che questi geni sono frequentemente alterati anche nei carcinomi epatocellulari umani, dimostrando che l’approccio è utile per identificare delle mutazioni clinicamente rilevanti.

– BRAF era già noto come oncogene coinvolto nell’insorgenza del melanoma e altri tipi di tumori,

Invece è nuova la scoperta del ruolo nel cancro degli altri tre geni.

 

IL COMMENTO DEL DOTT.MONTINI RESPONSABILE DELLO STUDIO – Il dottor Eugenio Montini, responsabile del gruppo “Safety of Gene Therapy and Insertional Mutagenesis Research Unit” dell’Istituto San Raffaele Telethon per la Terapia Genica (Tiget), afferma: “L’identificazione di questi quattro geni dovrebbe aiutarci nello sviluppo di nuove terapie per il carcinoma epatocellulare. Inoltre, lo stesso approccio usato per identificare i geni responsabili dell’epatocarcinoma potrebbe essere applicato ad altri tipi di tumori ed estendere le nostre conoscenze sulle origine del cancro”.

 

INFORMAZIONI – Per informazioni:

– IRCCS Ospedale San Raffaele

– Via Olgettina, 60 (Mi)

– 02.2643.3838/3088 premere 1
– e-mail urp@hsr.it
– Orari: da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 17.00
– Telefono Informazioni: 02.2643.3838/3088 premere 2
– e-mail informazioni@hsr.it
– Orari: da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 16.00

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Tumore al seno Milano San Raffaele, servizio telefonico per ottenere visite immediate, dettagli

Prevenzione tumore del fegato con farmaci antipiastrinici, i risultati del nuovo studio del San Raffaele e i nomi dei medici di riferimento

Aids e Hiv, le nuove scoperte del San Raffaele di Milano per elaborare una cura

Cura leucemia innovativa San Raffaele Milano, nuova tecnologia di immunoterapia cellulare, info e medici

di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here