Sbiancamento dei denti, tutto quello che si deve sapere

Trattamenti fai da te, o tecniche professionali? Quali sono le tipologie esistenti? E quali i costi? Di seguito risposte e consigli

sbiancamento-dentiAvete mai sentito parlare di sbiancamento dei denti, ma non sapete esattamente di cosa si tratta, come si fa e quanto costa? Volete un sorriso migliore, ma avete paura di adottare terapie che potrebbero risultare controproducenti o scarsamente efficaci? Nessuna paura: con le moderne tecniche di sbiancamento dei denti, che potrete certamente fruire anche dal vostro dentista di fiducia, riuscirete certamente a ottenere risultati eccezionali in breve tempo, e a costi molto competitivi.
Cerchiamo allora di comprendere che cosa sia lo sbiancamento dei denti e… condividendo tante informazioni che potrebbero dare una nuova marcia all’autostima.

Che cosa è lo sbiancamento dei denti
Cominciamo con il ricordare che lo sbiancamento dei denti è un processo di decolorazione dei denti, che punta a fornire un colorito bianco e salutare alla dentatura. La procedura deve essere effettuata da un dentista, che vi aiuterà a comprendere quale sia il procedimento migliore per i risultati che desiderate ottenere.

Quali tipologie di sbiancamento dei denti esistono
Esistono numerosi metodi di sbiancamento dei denti. I principali fanno riferimento soprattutto a uno sbiancamento di tipo meccanico, e uno sbiancamento con sostanze decoloranti. Come abbiamo già ricordato, l’individuazione del miglior metodo per il vostro specifico caso non potrà che essere effettuato da un professionista (il dentista, appunto) che andrà a valutare quali sono le caratteristiche dei vostri denti, il tipo di “macchie” che è eventualmente presente, e così via.

Sbiancamento dei denti fai-da-te
Naturalmente, si può ben ricordare come di fianco a uno sbiancamento dei denti professionale, effettuato dal proprio dentista, esistano dei rimedi naturali fai-da-te, i cui risultati non saranno tuttavia così accorti e congrui come quelli che riuscirete a ottenere dallo specialista.

Tra i più noti ricordiamo brevemente l’utilizzo del bicarbonato (da solo o aggiunto con del sale da tavola o al succo di limone), l’utilizzo di bucce di mele, di pere e di banane, l’uso di foglie di salvia fresca, e tanto altro ancora. Per quanto intuibile, il miglior rimedio non potrà che essere di natura preventiva: abbiate sempre cura di adottare una perfetta igiene orale, e cercate di abbandonare quelle cattive abitudine che hanno un effetto fortemente nocivo sulla salute della vostra bocca (come il tabacco!).

Ad ogni modo, il nostro consiglio non può che essere quello di ricorrere prioritariamente alla consulenza di un buon dentista. Per quanto possano essere facilmente accessibili, e relativamente sicuri, gli strumenti di sbiancamento dei denti fai-da-te non sono mai così accurati come quelli professionali, non sono effettuati sotto la supervisione del dentista e, complessivamente, non sono molto efficaci e duraturi.

Non solo: la possibilità di parlarne apertamente con il vostro dentista di fiducia vi permetterà di poter condividere con lui la possibilità di porre in essere quegli opportuni metodi preventivi che eviteranno l’insorgenza di un colorito non salutare sulla vostra dentatura.

Quanto costa lo sbiancamento dei denti
Una delle domande più frequenti da parte delle persone che si stanno avvicinando allo sbiancamento dei denti è: quanto costa? Purtroppo, ragionare in termini di prezzi è molto difficile: il ricorso a sbiancamenti fai-da-te vi permetterà di spendere pochi euro, ma se volete un lavoro ben fatto e professionale, sappiate che le tariffe dei dentisti partono da circa 200-300 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here