Occupazioni abusive rom case Aler via Molise Milano, scoppia la disperazione dei residenti regolari

furto via Meloria 2Continuano le segnalazioni inviate alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) circa la drammatica situazione degli inquini delle case Aler del quartiere via Molise. Come già anticipato da alcuni residenti di via Ugo Tommei, infatti, nuovi inquilini parlano disperati delle occupazioni continue dei rom, che “vanno in giro per le scale dello stabile in cerca di altri alloggi vuoti da poter occupare”. Inoltre, “Dal loro arrivo sono anche aumentati i furti in appartamento – aggiunge la nostra lettrice –, qualcuno ha avuto la brutta sorpresa di ritrovarseli in casa”. In più, “nello stabile abitano tante persone anziane e famiglie con bambini piccoli, siamo tutti all’erta e cerchiamo di controllarci l’un l’altro. Quando usciamo abbiamo sempre la paura di rientrare a casa e trovare gente balorda per le scale, o peggio ancora di non riuscire ad aprire la porta di casa perché, nel frattempo, è stata occupata; la notte non si dorme più, perché ogni minimo rumore ci fa sussultare, stiamo facendo le sentinelle agli alloggi vuoti per evitare altre occupazioni. Vorremmo venisse ristabilito l’ordine e fatta una bella ‘pulizia’, perché noi ogni mese facciamo sacrifici per pagare l’affitto e le spese, e non è giusto che dobbiamo vivere in questo modo”. Di seguito il testo integrale della e-mail:

 

STIAMO VIVENDO UNA SITUAZIONE DI DEGRADO MOLTO GRAVE –  “Buongiorno – esordisce la lettrice –, siamo gli inquilini dello stabile di Viale Molise n. XXXXX.

– Vi scriviamo – aggiunge – perché stiamo vivendo in una situazione di degrado molto grave. Ora spieghiamo meglio quello che sta accadendo.

 

LE OCCUPAZIONI CONTINUE DI ROM ABUSIVI – “Lo stabile sopra citato è oggetto di continue occupazioni abusive – prosegue la cittadina –, l’ultima avvenuta da parte di rom.

– “Questi rom non si sono limitati solamente  ad occupare – prosegue –, ma vanno in giro per le scale dello stabile in cerca di altri alloggi vuoti da poter occupare, con la conseguenza che abbiamo questi elementi che vagano tutto il giorno per l’intero stabile e, giorno dopo giorno, aumentano, ed in più ci controllano.

 

CI CONTROLLANO, PER CAPIRE SE STIAMO USCENDO E POSSONO ENTRARCI IN CASA A RUBARE” – “Alcune persone sono incappate in loro mentre uscivano di casa o sulle scale – spiega ancora la residente –, venendo avvicinati da questi soggetti con scuse banali per vedere dove vivono, se stanno rientrando od uscendo e nel frattempo controllano se ci sono altri alloggi vuoti.

– “Dal loro arrivo sono anche aumentati i furti in appartamento – specifica la lettrice –, e qualcuno ha avuto la brutta sorpresa di ritrovarseli in casa.

– “C’è sempre un gran via vai di queste persone anche in cortile – spiega ancora –, dove spesso si raggruppano per fare i loro ‘controlli’.

 

LA MANCANZA DI SICUREZZA – “Purtroppo lo stabile è privo di misure di sicurezza – racconta ancora la residente –, in quanto il cancello principale rimane aperto 24 ore su 24, con conseguente andirivieni di persone estranee ad ogni ora del giorno e della notte.

– “I portoncini delle scale hanno le serrature rotte – prosegue –, così ci ritroviamo estranei sulle scale, nei solai e cantine (dove spesso ci dormono).

 

ALER CI IGNORA, E NON TUTELA GLI INQUILINI REGOLARI – “Abbiamo più volte segnalato e sollecitato il problema ad  Aler e alle forze dell’ordine – sottolinea la cittadina –, ma senza ottenere nessun risultato.

– “In poche parole, ci sentiamo abbandonati da Aler – osserva –, che non riesce a tutelare l’inquilino regolare e pagante, e non riesce a ripristinare l’ordine.

– “Abbiamo anche ‘minacciato’ Aler di non pagare più i bollettini – spiega –, ma anche in questo caso non abbiamo ricevuto risposta.

 

“QUI VIVONO ANZIANI, FAMIGLIE, BAMBINI; CERCHIAMO DI CONTROLLARCI L’UN L’ALTRO, VIVIAMO NELLA PAURA GIORNO E NOTTE” – “Nello stabile abitano tante persone anziane e famiglie con bambini piccoli – spiega la lettrice –, siamo tutti all’erta, cerchiamo di controllarci l’un l’altro.

– “Quando usciamo abbiamo sempre la paura di rientrare a casa – prosegue – e trovare gente balorda per le scale, o peggio ancora di non riuscire ad aprire la porta di casa, perché nel frattempo è stata occupata.

– “La notte non si dorme più – continua –, perché ogni minimo rumore ci fa sussultare, stiamo facendo le sentinelle agli alloggi vuoti per evitare altre occupazioni.

 

“FACCIAMO SACRIFICI PER PAGARE L’AFFITTO OGNI MESE” – “Vorremmo venisse ristabilito l’ordine e fatta una bella ‘pulizia’ – chiede la cittadina –, perché noi ogni mese facciamo sacrifici per pagare l’affitto e le spese, e non è giusto che dobbiamo vivere in questo modo.

 

SI RIUNISCONO ANCHE NEL PARCHETTO IN PIAZZA INSUBRIA, CREANDO DISAGI PER MAMME E NONNE” –  “Inoltre questi soggetti stanno occupando alloggi negli stabili vicini e al pomeriggio si raggruppano al parchetto di piazza Insubria – aggiunge la cittadina –, con conseguente disagio per le persone, soprattutto mamme e nonne che portano lì a giocare i propri bambini. Insomma nel quartiere stiamo subendo una vera e propria invasione e non ne possiamo proprio più!!!

 

“AIUTATECI, SIAMO DAVVERO ABBANDONATI A NOI STESSI” – “Speriamo vivamente che possiate aiutarci per cercare di risolvere questa situazione invivibile – implora la cittadina –, perché siamo proprio abbandonati a noi stessi.
– “Ringraziamo in anticipo per il tempo che verrà dedicato alla nostra mail – conclude la nostra lettrice – e in attesa di un Vostro riscontro porgiamo distinti saluti, gli inquilini esasperati di Viale Molise.

 

—–

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci aredazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Per i Rom a Milano stanziati 6 milioni di euro, ecco tutte le spese del Piano approvato dal Comune

Occupazione abusiva rom case Aler via Ugo Tommei Milano: “In un solo palazzo hanno già preso 20 appartamenti, non dormiamo più per la paura”

Furti via Mecenate Milano, 4 appartamenti svaligiati in un pomeriggio: “Grazie Pisapia”,

Degrado via Arquà via Padova Milano, la mail shock di una residente, punto per punto,

Degrado viale Sarca Milano, una lettrice: “Hanno tentato di stuprarmi. In più scippi, furti dentro auto, marciapiedi come latrine e altro”. Il punto della situazione,

Degrado via Padova Milano, segnalazione e foto di una lettrice disperata: Sono stata più volte aggredita e insultata, sanno che qui non ci sono controlli e fanno quello che vogliono,

Degrado shock Gratosoglio Milano, la lettere inviata a Pisapia da una residente: “Venga a trovarci”

Furto in appartamento via Tito Livio Milano, la vittima: “Sono uscita 20 minuti per prendere il mio fratellino a scuola e mi hanno svaligiato casa; al nostro ritorno erano ancora dentro”

Di Redazione

3 COMMENTI

  1. Il nostro è uno Stato sovrano o limitato dalle prepotenze degli immigrati, come i rom, che fanno in Italia quello che vogliono? Le nostre istituzioni soffrono di sudditanza psicologica nei confronti degli immigrati e temono l’accusa di razzismo e tutto ciò imbaldanzisce i migranti, a danno degli Italiani che osservano le leggi. Ma questa esasperazione nostra, se non si pone un freno alla prepotenza criminale degli immigrati, porterà senza dubbio ad una vera e propria guerra tra loro e noi.

  2. Ha tutta la mia comprensione ma non accenni la parola Rom a Milano. Qualcuno potrebbe prendersela male. In questa città i Rom non si toccano. Coccolati e viziati più di qualsiasi altro cittadino.

  3. Basta, Pisapia, non se ne può più di te e della tua giunta, per cortesia, abbiate il buon senso, sociale e morale, per il bene dei milanesi, di dimettervi. Abbiate pietà di noi. Ah già vero, se si scioglie la giunta, non prendono più stipendio, ecc……. che tristezza………. e soprattutto, che disgrazia………

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here