Multe piazza Castello Milano dopo pedonalizzazione dell’area, ennesima protesta di un residente

“Il consiglio dei vigili stanziati in presidio dal Comune : ‘Scriva al Sindaco’. Fantastico! E a Papa Francesco, no? Aspetto che mi chiami lui…”

Piazza CastelloAncora problemi in piazza Castello, dove la nuova viabilità connessa alla pedonalizzazione dell’area ha comportato l’eliminazione di oltre 100 posti-auto riservati ai residenti (nella foto, l’esecuzione di una parte della cancellazione, compiuta in questo caso davanti ai numeri dispari della piazza). Il Comune, dalla sua, ha negato, sostenendo addirittura il contrario: di aver aggiunto nuove righe gialle. Mistero? Ovviamente no. Il “trucco”, infatti, sta nell’aver trasformato le “righe blu” della limitrofa via Ricasoli in “righe gialle”. In realtà, tuttavia, i “nuovi” posti auto destinati ai soli residenti, sono stati smembrati e riassegnati ad ATM (i cui uffici sorgono in Foro Buonaparte angolo via Ricasoli), Car Sharing, carico-scarico merci e, addirittura, al corpo-consolare, poiché nella medesima area sorge anche un Consolato. Il risultato è il più ovvio: una corsa al parcheggio senza tregua e, nel momento in cui, per disperazione, si “tenti la fortuna”, il mattino dopo la puntuale sorpresa: il verbale. Che in barba alle necessità di chi, in zona, abita e lavora, non manca mai di essere assegnato. In questo senso, alla lunga lista di proteste inviate alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it), si aggiunge la segnalazione di un altro residente, che ha ricevuto ben tre verbali in pochi giorni. E sottolinea quanto la situazione sia diventata invivibile:
POCHISSIMI POSTI PER I RESIDENTI, OCCUPATI DAI NON-RESIDENTI – “Buongiorno, sono un residente in piazza Castello – scrive il nostro lettore – ed oltre ad associarmi a tutto quanto già segnalato da altri lettori e da voi riportato (degrado, sporcizia, rumore a tutte le ore, ecc.), vorrei sommessamente far osservare quanto segue, relativamente al tema ‘parcheggi’. Essi non solo sono drasticamente diminuiti, ma il vero paradosso è che sono costantemente occupati da non residenti durante tutto il weekend (senza che io abbia notato l’intervento di qualcuno delle decine di vigili presenti: a fare che?). Al contrario, l’ ‘accanimento’ contro i residenti è costante e implacabile.
“PER IL MIO LAVORO TORNO SEMPRE TARDI ALLA SERA. E VENGO PUNTUALMENTE PENALIZZATO” – “Porto il mio caso – prosegue il residente. – Per questioni di lavoro, spesso torno tardi la sera, comunque dopo l’orario ‘canonico’ delle 19.30/20, comune a molti; ebbene, non trovo mai, dico mai, parcheggio per i residenti. Al mattino, puntuale la multa (sono già alla terza in pochi giorni). L’ulteriore paradosso sta anche in questo: lavoro normalmente (sono libero professionista) un numero di ore superiore alla media dei miei concittadini (residenti e non); contribuisco di più alla tanto auspicata (da tutti i politici!) ‘spinta’ alla crescita del Paese (o della Città, della Regione), pago più tasse, e la mia cara Milano non fa altro che penalizzarmi in continuazione (con restrizioni assurde, sanzioni, ecc.).
UN ACCANIMENTO PARADOSSALE – “In nessun Paese succede questo – sottolinea il nostro lettore -. Se osservate i parcheggi rimasti disponibili in zona Castello, vi accorgete che un’infinità sono attribuiti/riservati a Enti o Consolati dove non c’è mai nessuno (o quasi). Essi restano quasi integralmente vuoti mattino, pomeriggio, sera e notte, ma guai a mettervi una macchina di un ‘residente’ che non trova posti disponibili: se l’auto non viene rimossa, c’è comunque la certezza della multa al residente, ‘reo’ di aver occupato (magari solo di notte, o fino alle nove del mattino) un parcheggio ‘riservato’ perennemente vuoto. Ulteriore dileggio a discapito di chi lavora in questa città e torna tardi.
I VIGILI: “NON SAPPIAMO NIENTE…. SCRIVA A PISAPIA!”– “Interrogati i vigili ‘a presidio’ costante del capolavoro della giunta Pisapia (la pedonalizzazione dell’area ha richiesto lo stanziamento di circa 100 agenti della Locale, ndr) – conclude il nostro lettore -, ovviamente la risposta è sempre che loro non c’entrano, non sono ‘competenti’, non possono far segnalazioni nel senso sopra ricordato, possono solo dare multe (ma quelle ai non residenti che tengono prigionieri noi residenti durante il fine settimana, e non solo, mi sembrano rare). Il consiglio del ‘presidio dei vigili,in definitiva, è stato: “Scriva al Sindaco”. Fantastico! E a Papa Francesco, no ? Aspetto che mi chiami lui… Grazie per l’attenzione.”

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it
– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 VISIBILITÀ ALLA VOSTRA ATTIVITÀ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it
– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

VP

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here