Proteste isola pedonale piazza Castello: “Rumori tutta la notte per montaggio-smontaggio bancarelle e mezzi Amsa, abbiamo diritto al silenzio!”

Pisapia inaugura le bancarelle piazza Castello-19Non si fermano le segnalazioni dei residenti di piazza Castello – Foro Buonaparte, sul piede di guerra contro la pedonalizzazione della zona, varata dal Comune lo scorso 22 aprile (nella foto, da sx, il vicesindaco Ada Lucia De Cesaris, il presidente di Apeca Giacomo Errico e il Sindaco Giuliano Pisapia, ndr). Dopo i problemi riscontrati circa la viabilità, l’eliminazione dei parcheggi e la (conseguente) pioggia di multe, nonché il venir meno del decoro della piazza a causa di quello che è stato ribattezzato “l’Oktoberfest ai piedi del Castello Sforzesco”, una nuova voce si leva dal gruppo. Questa volta l’accento si pone sul rumore legato al necessario ripristino delle bancarelle costituenti il “mercato universale”, eseguito durante la notte sia da Amsa, sia dagli stessi titolari delle varie attività commerciali. Il risultato? “A nulla sono servite le numerose telefonate alla Polizia Municipale per capire dove e quali siano le autorizzazioni rilasciate per questo mercato. Ho tre figli dai 7 ai 14 anni, che più volte nella notte si sono svegliati e mi hanno chiesto: ‘Papà cosa succede? Non riesco a dormire!’. Al sindaco, che vede tutti felici, ricordo che molti non lo sono affatto”. Nel dettaglio:

 

C’ERA UNA VOLTA, NELLA NOTTE TRA L’11 E IL 12 MAGGIO 2014 – “Ho la ‘fortuna’ di vivere in Piazza Castello e continuo a considerarla tale anche se, gli eventi delle ultime settimane, mi insinuano qualche dubbio – va subito al sodo il nostro lettore.

– “Tutto inizia nella notte tra domenica 11 e lunedì 12 maggio – prosegue –, quando per tutta la notte è stato montato il mercato nella nuova aera pedonale di piazza Castello: furgoni che transitavano e scaricavano attrezzature e merci, montaggio di stand, gente al lavoro come se fosse giorno.

 

LAVORI COME SE FOSSE GIORNO, MA SONO LE 3 DEL MATTINO – “Ho tre figli dai 7 ai 14 anni – continua a raccontare il residente –, che più volte nella notte si sono svegliati e mi hanno chiesto: ‘Papà cosa succede? non riesco a dormire!!!’

– “Intorno alle 3 del mattino – aggiunge –, ho chiamato la centrale operativa della Polizia municipale, che mi ha informato che i lavori di montaggio erano previsti poiché il mercato doveva essere assolutamente pronto per la mattina. Ho poi scoperto che il mercato sarebbe durato 15 giorni e, quindi, non è comprensibile, né accettabile,  aver autorizzato lavori notturni.

 

DOPO LA MUSICA FINO A TARDA SERA, ENTRANO IN AZIONE I MEZZI DI AMSA – “La settimana è trascorsa con porchetta e musica sino a tarda sera (l’apoteosi è stata raggiunta venerdì e sabato notte, con baccano sino ad oltre l’una), seguito intorno alle 2.30 – specifica il nostro lettore – dalla solerzia dell’AMSA, i cui uomini  spostano tavoli e panche delle bancarelle prima di passare con i mezzi meccanici.

 

DOVE SONO LE REGOLAMENTAZIONI? – “A nulla sono servite le numerose telefonate alla Polizia Municipale per capire quali e dove siano le autorizzazioni rilasciate per questo mercato – spiega il residente –,  poiché sono stato rimbalzato dall’Ufficio Manifestazioni, a quello di Occupazione suolo pubblico; dalla Centrale Operativa che suggerisce di chiedere ai gestori delle bancarelle copia delle autorizzazioni, all’Annonaria che però si occupa solo di controllare ed emettere verbali nel caso di mancato rispetto delle regole … già ma quali regole ?

 

DIRITTO ALLA QUIETE E AL SILENZIO – “Personalmente, trovo che il mercato di salsicce e kebab non sia adatto alla piazza ed al suo monumento – osserva il cittadino –, ma questa è una questione di buon gusto.

 

INFELICI E SCONTENTI – “Come cittadino credo di avere il diritto  alla quiete ed al  silenzio notturno – conclude il nostro lettore –, con regole chiare per l’esercizio di attività commerciali in aree che sono anche residenziali. Al sindaco, che vede tutti felici, ricordo che molti non lo sono affatto”.

 

RACCOLTA-FIRME E CONTATTI “COMITATO CASTELLO” – Come sempre, invitiamo tutti i lettori ad esprimere la propria opinione, continuando a scriverci e a inviarci fotografie.

– Inoltre, è ancora attiva la raccolta-firme, aperta a tutti, contro la pedonalizzazione di piazza Castello. Chi desidera parteciparvi può recarsi in Foro Buonaparte 76 (dopo il Decathlon di piazza Cairoli), dalle 8,30 alle 18,45, dal lunedì al venerdì.

 

—–

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Inaugurazione Pisapia bancarelle piazza Castello, foto-gallery e intervista

Multe piazza Castello Milano dopo pedonalizzazione dell’area, ennesima protesta di un residente

Piazza Castello Milano, è diventata l’Oktoberfest? Le foto e i commenti di cittadini e residenti

Fiera Sinigallia Milano spostata in via Mario Pagano e Ripa Ticinese, approvazione definitiva del Comune

Orti e giardini piazza Duomo Milano, cosa ne pensano i cittadini? Scriveteci

Protesta residenti piazza XXIV Maggio Milano, presentato esposto al Sindaco Pisapia. Le proteste continuano anche in piazza Castello

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here