Degrado via Valtellina Milano, il nuovo servizio di CronacaMilano tra movida, rom e senzatetto

SAMSUNGDici via Valtellina e subito pensi ad una delle più note discoteche di Milano diventata, da diversi anni a questa parte, uno dei punti di riferimento cittadini per gli amanti della musica. Un calendario fittissimo di eventi, il suo, e che, per buona parte della settimana, oltre alle serate dedicate alla discoteca, permette di ammirare sul palco alcuni tra i big più noti del panorama musicale mondiale. A tutto beneficio, naturalmente, dell’esercito degli amanti della notte.

 

L’ENNESIMO APPELLO DEI RESIDENTI – Ma dall’altra parte della barricata, però, in quella che è diventata una vera e propria guerra di posizione, c’è chi quella stessa “notte” la vive con uno stato d’animo del tutto diverso, spesso in bilico tra indignazione e cupa rassegnazione.

– Si tratta dei residenti del quartiere che, sempre più esasperati da schiamazzi, sporcizia, illegalità e vandalismo lanciano, per l’ennesima volta, il loro appello alle autorità cittadine. La speranza è sempre la stessa: che qualcuno si decida a mettere mano ad una situazione che, a parer loro, è ormai fuori controllo. E di cui la nota discoteca, in compagnia di un vicino e ugualmente rumoroso locale, sembrano essere solo la punta dell’iceberg.

 

UN’ANNOSA QUESTIONE – Quella del crescente degrado di via Valtellina è un’annosa questione che si trascina ormai da diversi anni e che noi di Cronacamilano avevamo già approfondito nel novembre 2011. Dopo numerose lettere giunte a riguardo alla nostra redazione, torniamo ad occuparci di questa ormai nota via del divertimento notturno, situata a ridosso di via Farini e piazzale Maciachini.

 

“LA SITUAZIONE? E’ PEGGIORATA” – Sono trascorsi due anni e mezzo da allora ma i problemi legati alla frequentazione dei due locali sembrano essere rimasti essenzialmente gli stessi. Anzi, “sono peggiorati”, ci racconta il signor G.S., da anni residente nel quartiere.

– “Quello che vorrei sapere – si domanda con un certo rammarico – è perché se in tutta Milano, nelle zone della movida, soprattutto nel fine settimana, vengono effettuati i posti di blocco, qui da noi, nonostante la presenza di ben due grandi discoteche, questo non avviene”.

 

“E IL COMUNE DI MILANO NON CI SENTE” – Perché a finire sul banco degli imputati, in effetti, non è tanto il volume elevato della musica avvertito dalle abitazioni più prossime ai due locali, ma il comportamento dei frequentatori.

– “Sia prima di fare il loro ingresso ma soprattutto all’uscita – ci illustra il nostro lettore – molti di questi ragazzi trasformano la zona in un vero e proprio porto franco, in cui è lecito urlare, cantare a squarciagola, alzare il volume delle autoradio al massimo e citofonare a chiunque. Questo avviene che sia mezzanotte o le 4 di mattina. Senza parlare, poi, dei muri della case e delle aiuole trasformati in veri e propri orinatoi e delle macchine vandalizzate. E così il giorno dopo, al risveglio, la strada sembra un campo di battaglia, zeppa di immondizia e vetri rotti, pericolosi per le auto e le persone. L’ho fatto presente innumerevoli volte al Comune ma, a quanto pare, da quell’orecchio non ci sentono”.

 

“PARCHEGGIARE? UNA CACCIA AL TESORO” – C’è, poi,  anche una seria questione legata ai parcheggi che, di fatto, limita la possibilità ai residenti di posteggiare le proprie auto in occasione dei consueti concerti o serate danzanti.

– “Sembra incredibile ma in questa zona le strisce gialle, quelle per i residenti, sono quasi del tutto assenti. Solo strisce blu nelle quali, dopo le 19, può parcheggiare chiunque. Provate ad immaginare, quindi – continua amaramente il signor G.S. – come diventi quasi impossibile trovare un posto quando le due discoteche organizzano qualche serata particolare. Una vera caccia al tesoro!”.

– Tutto questo mentre, all’interno del vicino scalo ferroviario Farini, esiste un mega parcheggio sotterraneo, oggi completamente inutilizzato a causa di un errore progettuale. Circa 2.000 posti auto distribuiti su due livelli che farebbero sicuramente la gioia di molti automobilisti, residenti e non.

 

LA PROPOSTA DEGLI STEWARD CADUTA NEL VUOTO – Nelle serate più frequentate non mancano, tra l’altro, neanche i parcheggiatori abusivi che, a quanto pare, vengono tollerati da vigili e polizia senza battere ciglio.

– I residenti raccontano all’unisono che il messaggio implicito di questi individui è fin troppo chiaro: o paghi quanto dovuto o al ritorno la tua macchina potrebbe ritrovarsi qualche problemino in più.

– Ma un tentativo per ripristinare l’ordine, in realtà, era stato fatto. “E pensare – prosegue il nostro interlocutore – che tempo fa si era anche parlato di dotare le due discoteche di una figura simile agli steward presenti negli stadi di calcio. Un modo come un altro per dissuadere i frequentatori o i malintenzionati, dal compiere azioni vandaliche, di disturbo alla quiete pubblica o di infrangere la legalità. E le due discoteche pareva avessero anche sposato l’idea. Manco a dirlo, non se n’è saputo più nulla“.

 

“PROBLEMI DEL QUARTIERE? NON SOLO LE DISCOTECHE” – I problemi del quartiere, tuttavia, non sono solo legati alle due discoteche ma anche ai numerosi furti di auto segnalati alle forze dell‘ordine. E poi i topi di appartamento in costante aumento, i rom spesso molesti che bazzicano l’ex scalo ferroviario Farini, e i senzatetto che si trascinano per il quartiere.

– Proprio alcuni di questi ultimi, per esempio, sembrano aver trovato casa, da qualche tempo, nello slargo antistante la via Arnaldo da Brescia, all’angolo con via Boscaiola. A testimoniarlo anche la presenza di alcuni materassi maleodoranti accatastati di fianco ad una vecchia modo abbandonata da tempo e, perfino, un divano sfondato.

– “Un’anziana signora rimasta senza casa – fa presente il residente – vive nella sua auto posteggiata nella zona parcheggio. Purtroppo, la signora è costretta ad espletare i suoi bisogni per strada, davanti agli occhi dei passanti e, spesso, dei bambini dell’asilo nido che si trova proprio di fronte allo slargo. Ho più volte segnalato il problema sulla pagina Facebook del Comune chiedendo che le venisse concessa un’abitazione o una qualsiasi forma di assistenza ma è ancora qui. Così come sono sempre qui anche altri senzatetto che vivono sotto il portico di uno degli edifici. Urinano contro i muri e l‘odore è davvero nauseabondo”.

 

“SIAMO QUI DA 40 ANNI MA ORA NON SE NE PUO’ PIU'” – “Se si passa di qui la domenica mattina, dopo lo sballo del sabato sera, tra odore di urina e vetri rotti, bisogna fare lo slalom”, ci racconta il gestore di uno dei bar del quartiere.

– “Avevamo messo delle belle fioriere, tutte attorno alla vetrine, ma siamo stati costretti a toglierle. La sera, per poter parcheggiare anche sul marciapiede, avevano preso l’abitudine di spostarle fino in mezzo alla strada. Gestiamo questo bar da più di 40 anni – conclude amaramente – e non ne possiamo davvero più. Le abbiamo provate tutte, sono venuti stuoli di giornalisti, perfino la televisione. Abbiamo istituito comitati, fatto fiaccolate di quartiere. Ma dopo un po’, quando ti accorgi che è tutto inutile, ti passa anche la voglia. Non ci ascolta nessuno”.

 

AGGIORNAMENTO del 19-06-2014 – A poco più di due settimane dalla nostra inchiesta su via Valtellina, siamo stati ricontattati dal nostro lettore. “Qualcosa si è mossa – ci racconta -. Hanno ripulito la zona di via Boscaiola e via Arnaldo da Brescia (dove bivaccano alcuni senzatetto tra materassi abbandonati e masserizie varie, ndr). Hanno anche disinfettato i muri (maleodoranti a causa dell’urina di vagabondi e clochard, ndr) e installato un abbatti-odore”.

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Parcheggiatori abusivi via Valtellina Milano, un lettore: “Ora hanno anche un tariffario.. e la Polizia Locale non risponde nemmeno al telefono”

Degrado via Valtellina Milano e sosta selvaggia, “Dopo 16 mesi la situazione è addirittura peggiorata”

Degrado via Valtellina Milano: servizio di CronacaMilano sulle proteste dei residenti di Zona 10

Degrado via Valtellina per discoteche Alcatraz e De Sade, protesta di un residente che illustra tutti i problemi causati dai frequentatori dei due locali agli abitanti della zona: si richiede un intervento per rendere possibile la convivenza, poiché i residenti non ne possono più

Valorizzazione piazza Castello Milano con pedonalizzazione e bancarelle. Le foto: vedere per credere

S.P.
.