Protesta contro rom Milano, i cittadini scrivono all’Europa: “Vogliamo i privilegi dei rom”

romDi seguito la mail inviata alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) da una gruppo di cittadini che, esasperati, hanno deciso di scrivere direttamente al Consiglio d’Europa. L’argomento, ancora una volta, riguarda la spinosa questione dei rom: “La goccia che ha fatto traboccare il vaso è la recente bacchettata che il Consiglio europeo ha dato all’Italia, intimandola a trattare meglio i rom”, ci scrive la cittadina. «Vogliamo essere eguagliati ai cittadini rom – prosegue la lettrice – ed avere il diritto di non avere doveri». «Chiediamo – aggiunge la cittadina lanciando una provocazione – di poter circolare senza documenti e, in caso di controlli, di poter dichiarare generalità false. Di girare su auto di lusso senza pagare assicurazioni, bolli, revisioni e tagliandi. Di non sborsare nemmeno un euro né libri di testo, né refezione scolastica, né scuolabus per i bambini. Di non pagare bollette e tasse. Di poter bivaccare e chiedere l’elemosina. Se ci permettessimo noi milanesi di chiedere soldi ai semafori o di accamparci in giro per la città senza averne diritto – specifica ancora la lettrice – verremmo spolpati vivi». Di seguito la mail, riportata integralmente, e l’invito per tutti i lettori ad esprimere i propri commenti:

 

“CARO CONSIGLIO D’EUROPA, ANCHE NOI VORREMMO DIVENTARE ROM” – «Caro Consiglio d’Europa, anche noi vorremmo diventare rom e avere gli stessi diritti dei nomadi». Comincia così la lettera che un gruppo di cittadini milanesi ha intenzione di spedire all’Ecri, la commissione europea contro il razzismo e l’intolleranza.

– Una mossa che va ben oltre la trovata goliardica e che intende piuttosto essere una denuncia. L’idea parte da Carmela Artusa, dipendente comunale e madre di un ragazzo di 19 anni, studente di ingegneria al Politecnico. A sottoscrivere la lettera sono subito intervenuti colleghi, amici, vicini di casa, conoscenti. E l’elenco potrebbe diventare sempre più lungo.

 

“EH NO, QUESTO E’ TROPPO!” – «Vogliamo chiedere appoggio nei mercati, siamo sicuri di trovare il consenso di parecchi milanesi». Nessun appoggio politico, nessuna bandiera di partito, solo la voce di cittadini comuni che alla fine di ogni mese hanno spese da pagare, mutui e rate.

– La goccia che ha fatto traboccare il vaso è la recente bacchettata che il Consiglio europeo ha dato all’Italia, intimandola a trattare meglio i rom. Nell’ultimo rapporto vengono strigliate le autorità italiane perché non hanno ancora introdotto misure per assicurare ai rom colpiti da ordini di sgombro i diritti garantiti agli altri cittadini. Diritti che dovrebbero prevedere la possibilità di contestare l’ordine di sgombero, di sfratto, davanti a un tribunale, e la possibilità di accedere a un luogo dove poter abitare.

– «Eh no, questo è troppo – è sbottata Carmela -. Basta con gli appelli di cardinali e vescovi che ci invitano a prenderci in casa un rom. Basta con questo trattamento di favore. Io devo cavarmela con il mio stipendio e nessuno mi fa sconti su niente. Se prendo una multa devo pagarla. E devo pagare pure se voglio contestarla facendo ricorso. Noi cittadini siamo perseguitati, non solo tartatssati. Sentire che i rom vanno trattati ancor meglio rispetto ad oggi ci fa infuriare».

 

E SE LO FACESSERO I MILANESI..? – Da qui l’idea di stendere un decalogo di ciò che i rom possono fare e i milanesi no. «Vogliamo essere eguagliati ai cittadini rom – si legge nella lettera – ed avere il diritto di non avere doveri».

– Ad esempio, si chiede (ovviamente come provocazione) di poter circolare senza documenti e, in caso di controlli, di poter dichiarare generalità false. Di girare su auto di lusso senza pagare assicurazioni, bolli, revisioni e tagliandi. Di non sborsare nemmeno un euro né libri di testo, né refezione scolastica, né scuolabus per i bambini. Di non pagare bollette e tasse. Di poter bivaccare e chiedere l’elemosina.

– «Se ci permettessimo noi milanesi di chiedere soldi ai semafori o di accamparci in giro per la città senza averne diritto, verremmo spolpati vivi». Costa affittare il suolo pubblico, costa utilizzare i mezzi pubblici.

 

“PER LORO, E’ GRATIS” – «Per loro invece è gratis» prosegue la cittadina.

«Se io decidessi di non pagare più l’affitto di casa, verrei sfrattato – spiega un altro firmatario della lettera – Per i rom il trattamento è diverso. Si lascia che occupino abusivamente spazi e case senza che spendano un euro e senza che ne abbiano diritto».

 

IN CONCLUSIONE, ED ESLUDENDO OGNI ILLAZIONE DI RAZZISMO – Rivolgendosi direttamente alla comunità rom, l’ideatrice dell’iniziativa conclude: «Ricordo che è inutile che i nomadi si appellino all’Olocausto. Gli ebrei non cercano diritti, si sono rimboccati le maniche e hanno costruito tutto».

 

assessore di Milano Pier Francesco Majorino, 27 febbraio 2015IL TWITT DEL COMUNE DI MILANO – La posizione del Comune di Milano non è propriamente “in linea” con i cittadini, come testimonia il twitt postato poco fa dall’Assessore alle Politiche Sociali di Milano, Pier Francesco Majorino.

 

LA PAROLA AI CITTADINI: CONTINUATE A SCRIVERCI – Di seguito solo una piccolissima parte delle segnalazioni inviate dai cittadini alla nostra Redazione:

Rapina rom viale Corsica angolo via Negroli Milano, un lettore: “Mia madre è stata pestata sul pianerottolo di casa, le hanno rotto il naso e l’hanno lasciata priva di sensi”

Occupazione abusiva rom case Aler via Ugo Tommei Milano: “In un solo palazzo hanno già preso 20 appartamenti, non dormiamo più per la paura”

Rom via Grassi Milano ex Selex Galilei, un residente: “Il Comune non risolve il problema e le Polizia locale ignora le nostre chiamate”

Rom Milano, mentre gli assessori Granelli e Majorino parlano di integrazione e legalità, al Forlanini i nomadi rubano i paletti di legno del parco giochi per avere legna da ardere nei propri campi, foto

Rom quartiere Rubattino Milano, residente elenca problemi uno ad uno: “Furti, scippi, danneggiamenti, topi”

Rom semaforo via Palmanova Milano, ancora segnalazioni: “Mi ha appena chiamata mia figlia, spaventatissima”

Furti dentro 85 box quartiere Forlanini – Mecenate Milano, i residenti: “Dov’è il ripristino della legalità promesso da Pisapia?”

Rom Forlanini Milano, la rabbia di un residente: “Pisapia ci ha traditi!”

Furto appartamento via Barigozzi Milano zona Forlanini, inferriate tagliate nella notte, e i residenti parlano del vicino campo di via Alfonso Gatto

Rom via Rubattino Milano, un residente: “Continuano ad arrivare e fanno pressing su autobus, nei parchi e nei supermercati di zona. Le mamme hanno paura”

—-

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

Di Redazione

2 COMMENTI

  1. Come faccio a “decittadinarmi” e diventare rom per avere tutte le agevolazioni e servizi gratis? E se fossi apolide cosa mi succederebbe?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here