Incontro Comitato Residenti Forlanini Milano e Comando Carabinieri: “Incontro molto positivo”

“Abbiamo ringraziato i Comandanti De Angelis e Palumbo nella certezza che abbiamo fatto tutti un passo in avanti per costruire quei rapporti che sono molto utili a tutti”

CarabinieriDopo i deludenti e non positivi incontri con la rappresentante del Comune di Milano, l’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza, si è svolto mercoledì 8 marzo 2017 un incontro tra il Comitato per la Sicurezza dei Residenti e la Vivibilità del Quartiere Forlanini, e il Maresciallo Giuseppe Palumbo, Comandante della Stazione Carabinieri di Via Zama, su richiesta del Capitano Maurizio De Angelis, Comandante della Stazione Milano Porta Monforte. L’incontro con i Carabinieri è stato molto positivo, in un clima propositivo e di collaborazione con il Comitato dei cittadini. Di seguito le parole del Comitato:
L’INVITO – “Gentilissimi – scrive il Comitato –, con la presente Vi informiamo che nel pomeriggio di Martedì 7 Marzo il Comitato per la Sicurezza dei Residenti e la Vivibilità del Quartiere Forlanini è stato invitato dal Maresciallo Giuseppe Palumbo, Comandante della Stazione Carabinieri di Via Zama, a partecipare a un incontro indetto per Mercoledì 8 Marzo e richiesto dal Capitano Maurizio De Angelis, Comandante della Stazione Milano Porta Monforte, al quale hanno partecipato il Presidente Giuseppe Castro, il Vice Presidente Lino Castriotta e Guido Ghirardi.
INCONTRO MOLTO POSITIVO – “L’incontro è stato molto positivo in quanto – proseguono i promotori del Comitato –, prima di tutto, ci è stato comunicato che solo qualche ora prima i Carabinieri avevano proceduto allo sgombero di 7 persone insediate nella Scuola di Via Zama, abbandonata da qualche anno in completo degrado e abitata abusivamente da persone dedite ad azioni malavitose.
– “Partendo proprio da questo dato – proseguono –, ringraziando tutti i Carabinieri che hanno partecipato con successo all’operazione di sgombero, è stata fatta da parte nostra l’analisi della situazione presente nel Quartiere Forlanini che, pur ribadendo il fatto che non è nel suo complesso un’area degradata, ci sono comunque azioni delinquenziali quali furti e rapine che alzano di molto il livello di percezione di insicurezza tra i cittadini.
RAPPORTO CONTINUO TRA COMITATO E FORZE DELL’ORDINE – “Abbiamo ribadito altresì l’esigenza di un rapporto continuo tra il Comitato e le Forze dell’Ordine – aggiunge il Comitato – per trasmettere ai Residenti, nel bene e nel male, l’effettiva situazione del Quartiere per cercare di prevenire gli atti di delinquenza. In tal senso abbiamo ringraziato il Maresciallo Palumbo per la disponibilità che dimostra nei confronti dei cittadini e del Comitato.  – “Il Capitano De Angelis ha replicato a quanto evidenziato dal Comitato – ha sottolineato ancora il Comitato dei residenti – facendo presente, fra le altre cose, che l’azione dei Carabinieri pur non essendo plateale è molto incisiva a tutela dei cittadini e ha convenuto che anche il ruolo dei Comitati per combattere la criminalità può essere molto utile e quindi si è dichiarato disponibile ad incontrare i loro rappresentanti, nel rispetto dei reciproci ruoli, qualora ci fosse una richiesta.
GRAZIE! – “Abbiamo ringraziato i Comandanti De Angelis e Palumbo – ha concluso il Comitato per la Sicurezza dei Residenti e la Vivibilità del Quartiere Forlanini – nella certezza che abbiamo fatto tutti un passo in avanti per costruire quei rapporti che sono molto utili a tutti, per cercare di fermare assolutamente il possibile degrado cui il Quartiere è esposto, facendo ognuno di noi anche come cittadini, azioni positive nella direzione di migliorarlo attraverso una maggiore sicurezza e migliore vivibilità”.

Leggi anche:
Incontro assessore Rozza – Comitato Residenti Forlanini Milano, “Troppa distanza tra l’Assessore e noi cittadini
Situazione sicurezza quartiere Mecenate – Forlanini Milano, l’analisi del Comitato Residenti
Degrado e insicurezza via Pichi e via Gola Milano, nuove proteste dei residenti
Vera situazione case popolari e sgomberi via Pichi – via Gola Milano, mail furibonda di una lettrice

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here