Nomadi zona 4 Milano, proteste residenti delle vie Medici del Vascello, Pestagalli e Cascina da Merezzate

Continuate a inviarci le vostre segnalazioni e foto a redazione@cronacamilano.it, vi daremo voce

Di seguito la segnalazione inviata alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) sulla situazione di degrado e mancanza di sicurezza riscontrata nella Zona 4 a Milano; la segnalazione, e la foto, sono state inviate da Riccardo De Corato, ex vicesindaco di Milano e capogruppo di FDI AN in Regione Lombardia:
LA ZONA 4 DI MILANO – “Quello che succede da tempo immemore tra via Medici del Vascello, Via Pestagalli e via Cascina da Merezzate – spiega De Corato –, ossia nella zona 4 di Milano, ha dell’incredibile. I residenti lamentano la continua presenza di carovane di nomadi, che stendono panni per le strade e lasciano immondizia altrove.
SE ALLONTANATI, TORNANO SUBITO DOPO – “I nomadi sono tornati l’altro ieri, venerdì (venerdì 3 novembre 2017, nda). – aggiunge l’ex vicesindaco di Milano –. Ogni volta che qualcuno cerca di allontanare queste  carovane, nel breve volgere di qualche giorno, o di qualche ora, queste tornano nello stesso identico posto, contando anche sul fatto che sabato e la domenica sono maggiormente impuniti.
NESSUNA CONTRAVVENZIONE ELEVATA – “La vergogna più grande, sostengono i residenti – prosegue De Corato –, è  che nonostante le innumerevoli segnalazioni nessuno interviene e fa controlli su queste persone, e soprattutto non vengono elevate contravvenzioni e sequestri dei mezzi come la legge prevede  da decenni.
IL DASPO URBANO – “Esiste una norma in vigore a Milano sin dal 1986 – aggiunge –, che impedisce la presenza di simili carovane. Senza dimenticare il recente decreto Minniti del febbraio scorso, che ha istituito i cosiddetti Daspo Urbani: all’assessore Rozza, sceriffo a giorni alterni, consiglieremmo di recarsi nella vicina città di Legnano, dove il neo eletto sindaco di centrodestra e Lega, Gianbattista Fratus, ha impiegato il Daspo Urbano già diverse volte in pochi mesi.
UN “CONSIGLIO” – “Siccome Legnano è molto vicina a Milano, raggiungibile anche in autostrada – conclude Riccardo De Corato –, suggeriremmo alla Rozza di farsi un giro. Forse vedrebbe dal vivo come vengono utilizzati gli strumenti consentiti dalla legge per porre un argine al degrado e alla illegalità”.

Leggi anche:Rom semaforo via Melchiorre Gioia Milano, continuate a mandarci le vostre foto e segnalazioni
Rom semaforo via Buozzi Milano: “Sta diventando un incubo”
Foto degrado e rom semaforo viale Toscana Milano, “Vedere per credere”
Campo nomadi via Idro Milano, nonostante il via libera, nessuno sgombero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here