Protesta Municipio 8 Milano per eventi inadatti Montagnetta di San Siro, residenti firmano esposto

“Rilevanti i danni al patrimonio arboreo – scrivono i cittadini –, dovuti tanto allo svolgimento delle prove sportive in sé, quanto all’affluenza del pubblico”

X-Gate - Sviluppo software e servizi

montestellaResidenti sul piede di guerra al Municipio 8 di Milano, dove si trova il parco Montestella o, come altrettanto nota, la Montagnetta di san Siro. Pietra dello scandalo una manifestazione ciclistica di mountain bike che si svolse a marzo 2016 e che, ora, è in previsione di nuovo svolgimento a marzo 2017: “Si occupò senza alcun preavviso in maniera assolutamente indisciplinata con auto, furgoni, transenne, traguardi gonfiabili una delle più belle aree verdi cittadine – spiegano i residenti –. Dati i modi e i danni lasciati ‘sul campo’, i frequentatori del parco e i residenti fecero le rimostranze in Consiglio”. Ma c’è di più. E in vista della nuova manifestazione, i residenti hanno depositato un esposto.
L’ANTEFATTO – “La manifestazione ciclistica di mountain bike svoltasi l’anno scorso si tenne nel parco Montestella senza che nessuno avvisasse il Municipio 8 (allora ancora CdZ8) dei permessi dati dagli uffici comunali – ci spiega Enrico Salerani, capogruppo Lega Nord Municipio 8.
– “Visto le multiple irregolarità furono chiamati i vigli – prosegue Salerani –, ma nessuno e nulla dimostra la loro presenza.
– “Ora un evento simile, se non più grande, è previsto e annunciato nel mese di marzo 2017 – spiega ancora il Capogruppo – e i cittadini con l’esposto depositato spingono le istituzioni affinché ciò non avvenga.
– “Sul tema – conclude Enrico Salerani –, non e dato sapere il parere degli assessori vecchi e nuovi (si fa per dire, visto i nomi)”.
LE PAROLE PRONUNCIATE NEL 2016 DALL’ASSESSORE CHIARA BISCONTI – Per l’edizione 2016 dell’evento, le parole di Chiara Bisconti, ex Assessore al Benessere, Qualità della vita, Sport e tempo libero, Risorse umane, Tutela degli animali, Verde, Servizi generali del Comune di Milano erano state pronunciate a Palazzo Marino, durante la presentazione della manifestazione: «Ci riempie di soddisfazione il fatto che sia stata scelto il Monte Stella, che sempre più sta diventando un punto di riferimento per lo sport urbano, palcoscenico ideale per running, bike, cross. Il mio benvenuto a tutti gli atleti e sono convinta che saranno tanti i milanesi che verranno ad assistere ad uno spettacolo unico».
IL MONTESTELLA? NON è ADATTO A QUESTO TIPO DI EVENTI. L’ESPOSTO – Toni completamente opposti quelli dei cittadini, che all’interno dell’esposto ufficialmente depositato scrivono un parere nettamente differente:
– “L’area del Parco Monte Stella non è assolutamente adatta alla realizzazione di tali eventi – si legge nell’esposto depositato dai residenti –, tanto è vero che, in analoghe occasioni a seguito di manifestazioni similari in anni passati, si sono lamentati rilevanti danni al patrimonio arboreo, dovuti tanto allo svolgimento delle prove sportive in sé, quanto all’affluenza del pubblico;
– “Oltre tutto – prosegue il documento –, la natura del terreno del Parco (realizzato con terra di riporto sugli accumuli delle macerie della II guerra mondiale) non offre sufficienti garanzie di sicurezza e stabilità per lo svolgimento di manifestazioni come quella in esame;
– “Il problema della sicurezza – proseguono i cittadini – assume un connotato particolare, inoltre, per i residenti e per tutti i cittadini in generale, che non potranno usufruire del Parco nei giorni di svolgimento della manifestazione (e anche successivamente) se non con pericolo per la propria incolumità e, comunque, con notevoli disagi;
– “In ogni caso i firmatari del presente atto – concludono i residenti di Zona 8 –, intendono sottolineare la propria contrarietà ad un continuo tentativo, a vario titolo, da parte dell’Autorità comunale, di adibire gli spazi del Parco ad usi impropri, che sviliscono e degradano un angolo di grande importanza (ambientale, paesistica, culturale e storica) della città di Milano, come sottolineato dal fatto che risulta attualmente in itinere l’approvazione di un vincolo paesaggistico sull’area”.
CONTINUATE A SCRIVERCI – Invitiamo tutti i cittadini, Comitati e associazioni di quartiere a continuare a scriverci a redazione@cronacamilano.it, inviando anche foto e video.

Leggi anche:
Incontro assessore Rozza – Comitato Residenti Forlanini Milano, “Troppa distanza tra l’Assessore e noi cittadini”
Rom zona Garibaldi e Cavalcavia Bussa Milano, la protesta di una giovane cittadina
Degrado via Ricordi e parco piazza Aspromonte Milano: “Cosa intende fare il Comune?”
Degrado periferie Milano, le promesse della nuova giunta Sala e l’eredità di Pisapia

loading...