Inter Roma 5 a 3, serie A, 24esima giornata

Due super attacchi a confronto: da una parte Sneijder, Pazzini ed Eto’o, e dall’altra Borriello, Vucinic e Menez. La partita inizia subito forte e il risultato viene sbloccato già al 2’ quando Maicon crossa dalla destra, Sneijder controlla e calcia in rete dove Julio Sergio non può nulla; dopo solo 120 secondi l’Inter già in vantaggio. I giallorossi non ci stanno e al 5’ Borriello impensierisce Julio Cesar con un gran tiro sferrato dalla sinistra dell’area di rigore.

 

Il match nei primi minuti viene giocato ad altissima intensità ed i giallorossi riescono a trovare il pareggio già al 12’; Vucinic supera Thiago Motta e cede la palla a Cassetti che dalla destra la crossa rasoterra trovando pronto Fabio Simplicio, tutto facile per il brasiliano.

 

Passa un solo minuto ed i giallorossi rischiano addirittura di trovarsi in vantaggio con Menez prima, e Borriello poi, ma due miracoli di Julio Cesar chiudono la porta.

 

Intorno al 20’ il ritmo diminuisce, tuttavia questo non impedisce alle due squadre di creare altre occasioni da rete, come al 21’, quando Julio Sergio non trattiene un tiro di Sneijder, Ranocchia è in agguato ma l’estremo difensore romanista con un colpo di reni riesce ad allontanare il pallone.

 

Ancora, al 33’ Simplicio riesce a superare Julio Cesar: il suo cross finisce sui piedi di Menez, ma il tiro del francese viene respinto da Thiago Motta.


Capovolgimento di fronte e i neroazzurri si portano in vantaggio: Maicon trova Eto’o, e il camerunense non sbaglia anche se c’è la complicità del portiere giallorosso.

 

La ripresa inizia con il forcing della squadra di Ranieri che vuole raggiungere quanto prima il pari; nonostante l’impegno profuso sono i neroazzurri ad arrotondare il risultato grazie alla rete di Eto’o su rigore, con conseguente espulsione di Burdisso per aver atterrato Pazzini.

 

Inevitabilmente i giallorossi si scoprono e l’Inter in contropiede prova ripetutamente a realizzare il poker, al 69’ Julio Sergio riesce a dire di no a Pazzini; ma l’estremo difensore non può nulla al 62’, quando Thiago Motta quasi dalla linea di porta realizza il quarto gol.


Ma la Roma non demorde e al 75’ Vucinic devia alle spalle di Julio Cesar una punizione calciata da De Rossi.

 

L’Inter fatica davvero molto a mantenere il gioco e si fa sorprendere un’altra volta; questa volta il terzo gol giallorosso è siglato da Loria, da poco entrato, che spinge in rete un pallone vagante nell’area neroazzurra dopo un corner di Riise.

La Roma rischia il tutto per tutto ma viene punita da Cambiasso al 90’, che sigla il quinto gol per i neroazzurri.

 

Questa è una vittoria importantissima per i neroazzurri che, complice il pareggio del Milan a Genova, si portano a cinque punti di distacco, dovendo però recuperare ancora la partita con la Fiorentina e quindi collocandosi, potenzialmente, a -2 dalla capolista.


Settimana prossima altro match insidioso: Leonardo sarà impegnato a Torino contro la, forse, ritrovata Juventus.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here