MILAN – NAPOLI 3 a 0, Serie A 27esima giornata

Dopo tre panchine consecutive Allegri torna ad affidarsi a Pato, in coppia con Ibrahimovic, e aa Robinho. Mazzarri invece sceglie Mascara come vice Lavezzi, argentino ancora squalificato per lo scambio di sputi con Rosi.

 

Le due squadre non perdono tempo ed iniziano subito forte, ma faticano a creare occasioni da rete a causa del pressing alto imposto dai due allenatori. Nei primi venti minuti sono i rossoneri ad affacciarsi maggiormente nell’area di rigore difesa da De Sanctis.

 

La supremazia territoriale dei padroni di casa è messa in mostra al 33’ quando Van Bommel, dopo un’azione prolungata, calcia a botta sicura trovando sulla traiettoria un grande Aronica che si getta a corpo morto e riesce a deviare l’ottimo tiro del centrocampista olandese.

 

La prima frazione di gioco si chiude senza grandi occasioni da rete e senza brividi per i due portieri.

 

Dopo soli due minuti della ripresa Van Bommel si dimostra ancora una volta l’uomo più pericoloso per i rossoneri, calciando al volo su calcio d’angolo.

 

Passa un minuto e sugli sviluppi di un corner l’arbitro Rocchi concede un rigore ai rossoneri, per fallo di mano di Aronica su colpo di testa di Pato. Dagli 11 metri si presenta Ibrahimovic, che spedisce in rete cancellando l’astinenza dal gol che aveva caratterizzato le sue ultime prestazioni.

 

La squadra di Mazzarri commette troppi errori di disimpegno e Pato al 55’ cerca di mettere in cassaforte il risultato, ma il suo destro, a giro da fuori area, viene deviato in angolo dall’estremo difensore azzurro.

 

I Rossoneri sono ancora vicini al raddoppio: al 59’ è sempre Pato ad andare via ad Hamsik sulla sinistra, il brasiliano mette in mezzo il pallone e Robinho cerca il tap-in, De Sanctis si supera bloccando il pallone.

 

Il Napoli sembra avere più gamba, ma al 75’ viene punito da un contropiede perfetto del Milan, inoltre, duetto tra Pato ed Ibrahimovic: il primo regala un assist splendido a Boateng che supera l’estremo difensore partenopeo siglando il 2 a 0.

 

Il match sembra ipotecato ma Boateng ricambia il favore lanciando Pato al 79’, la punta brasiliana si beve Zuniga e con un destro a giro dal limite dell’area sigla il 3 a 0: imparabile.

 

La punta brasiliana è senza dubbio il migliore in campo: tanta voglia, grinta e dedizione. E sul gol di Ibrahimovic un abbraccio che spegne ogni presunta polemica sul mancato feeling tra i due.

 

Da segnalare positivamente anche la prestazione del rientrante Jankulovsky, superbo nel chiudere Maggio e generoso nell’accelerare sulla fascia sinistra. Ottima  anche la prova offerta dal ghanese Boateng: un rombo di tuono che spacca in due la difesa ospite.

 

La vittoria conseguita è di importanza fondamentale per il Milan, che mantiene i 5 punti di distacco dall’Inter e vola a +6 dal Napoli.

 

Sabato prossimo altro match clou per Allegri: a Torino contro la Juventus.


Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here