Milan Inter 3 a 0, 31esima giornata Serie A

L’attesa è finita, sono le 20.45 ed il fischio d’inizio è stato dato dall’arbitro Rizzoli; come previsto schieramento offensivo per Leonardo che recupera Chivu e Ranocchia ed inserisce Thiago Motta e Cambiasso a centrocampo, dirottando capitan Zanetti sulla linea sinistra della difesa; in attacco spazio al tridente formato da Pandev, Sneijder ed Eto’o dietro al bomber Pazzini.

 

Per Allegri mossa novità per scardinare i piani dei neroazzurri: dentro Zambrotta al posto di Antonini, con Van Bommel da frangifrutti davanti alla difesa e Seedorf come mezz’ala di sinistra; completano l’attacco Boateng, Robinho e Pato.

 

Leonardo non può nemmeno gustarsi la coreografia a lui dedicata dalla curva rossonera, tema l’Ultima Cena ed il tradimento di Giuda, che già è costretto a dover motivare i suoi giocatori a causa della fulminante rete rossonera; sono passati solo 43 secondi quando Gattuso imbecca Robinho che scucchiaia su Julio Cesar, il rimpallo favorisce Pato che dal dischetto di rigore sigla la rete del momentaneo vantaggio.

 

I neroazzurri nei primi minuti sembrano spaesati, faticano a costruire gioco e rischiano ripetutamente di prendere il secondo gol, il Papero rossonero viene cercato sul filo del fuorigioco ed i due centrali Chivu e Ranocchia difficilmente riescono ad anticiparlo.


L’episodio che fa infuriare il Diavolo arriva all’8’, Seedorf calcia e Maicon devia la palla, in area di rigore, con la mano; Rizzoli fa proseguire ma il fallo da rigore dell’ala brasiliana sembrava netto.

 

I neroazzurri si rendono pericolosi solo dalla metà del tempo in poi, prima con Pazzini e poi con un colpo di testa di Eto’o su calcio d’angolo; in entrambe le occasioni Abbiati si fa trovare pronto e riesce, con ottimo tempismo, a salvare il risultato.

 

Al 36’ l’occasione d’oro è sui piedi di Van Bommel, il suo tiro da 25 metri viene deviato da Chivu e si stampa sulla traversa con Julio Cesar battuto.

 

La ripresa è un monologo rossonero; Leonardo non riesce a motivare i suoi giocatori e così i rossoneri già dopo dieci minuti presentano Pato tutto solo davanti a Julio Cesar, Chivu lo atterra da fuori area e Rizzoli lo espelle giustamente.

 

Al 61’ Seedorf apre splendidamente per Abate che imbecca Pato al centro dell’area, colpo di testa davanti all’estremo difensore del Biscione che non può fare nulla: raddoppio rossonero.

 

Il Diavolo continua a tenere in mano il gioco; la difesa interista, complice anche il rosso a Chivu, fallisce impietosamente e Robinho avrebbe due occasioni per siglare il tris.

 

Il terzo gol arriva solo all’89’ quando Zanetti atterra Cassano in area, l’attaccante rossonero trasforma il rigore del tre a zero finale e due minuti dopo si fa espellere.

 

Vittoria altisonante per la squadra di Allegri che non ha lasciato alcun spazio di manovra agli ospiti; l’attesa è finita, il distacco torna a 5 punti ed il bilancio di Leonardo nel Derby è ancora più negativo: in tre partite zero gol effettuati e ben nove subiti.

 

Ora si attende la risposta neroazzurra in Champions contro lo Schalke 04.


Matteo Torti

 

Foto dal sito mightygorgon.com

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here