GP Motomondiale Jerez, Team Italia FMI porta a termine il suo secondo gran premio

Un turbine di colori sfreccia sull’asfalto umido del Circuito di Jerez De La Frontera. A seguirlo con gli occhi si fa fatica: la velocità è elevata e le diverse sfaccettature sembrano quasi mescolarsi insieme, come su una tavolozza di un pittore impressionista. L’attimo è fuggente, e oggi gli artisti sono stati i giovani esordienti del Team Italia FMI, che hanno portato a termine la loro seconda gara in questa nuova stagione da piloti ufficiali nel Motomondiale.

 

La giornata è iniziata con il warm up effettuato sotto un cielo coperto da nubi cariche d’acqua, che non ha fatto il suo ingresso sino alle ore 10.00, poco dopo l’ultimo giro della MotoGP. Weekend studiato sull’asciutto ma gara con le rain: la pioggia irregolare ha condizionato la prestazione dei piloti, che all’ultimo minuto hanno dovuto trovare il miglior set up con le gomme da bagnato.

 

Una corsa ricca di emozioni e colpi di scena. Se in Qatar i portacolori del Team Italia FMI hanno avuto come avversaria la particolarità di correre di notte, in questo secondo appuntamento hanno dovuto fare i conti con le avverse condizioni atmosferiche. Nonostante il tifo degli spettatori fosse tutto indirizzato al pilota di casa, il dominatore assoluto Terol, i giovani Alessandro Tonucci #19 e Luigi Morciano #3 hanno dato del loro meglio sino all’ultimo secondo, mettendo in atto belle sfide con gli avversari e cercando di portarsi più avanti possibile in classifica.

 

Partito dalla 26eisma posizione in griglia, Tonucci nei primi giri è stato protagonista di un bel duello con Rodriguez, Rossi ed Iwema, con sorpassi e staccate al limite; mentre nella seconda parte di gara si è confrontato con Grotzkyj e Mauriello, fuori al 15° giro.

 

Con il miglior tempo di 1’59’’946, segnato nel 9° giro, Tonucci ha chiuso il suo secondo Gran Premio in 19° posizione. Una buona performance, da cui sono visibili miglioramenti rispetto al Qatar.

 

Speravo di riuscire a dare di più oggi, in gara”, ha detto Alessandro Tonucci. “Purtroppo abbiamo dovuto ribaltare i nostri piani all’ultimo, questa mattina, e rifare tutto il lavoro del weekend in poco tempo. Nei primi giri ho lottato con il gruppetto che poi è andato a punti, ma verso metà gara non sono più riuscito a mantenere il ritmo e ho rallentato il passo”.

 

Corsa regolare per Morciano, che dopo il via dall’ultima fila a causa del mancata partenza della moto nel giro precedente la gara, nella prima parte si è ritrovato nelle parti basse della classifica.

 

Giro dopo giro Marciano ha saputo mettersi in gioco per recuperare posizioni: dopo una prima sfida con Kartheininger e Ruiz, il giovane pilota ha interpretato una corsa solitaria chiudendo infine 20°.

 

“Purtroppo ho dovuto prendere il via dall’ultima fila, a causa della mancata partenza della moto prima del giro di posizionamento” ha spiegato Luigi Marciano. “All’inizio ho cercato di recuperare e sono stato costante fino a metà gara. Poi ho iniziato a perdere il passo e ad alzare i tempi ”.

 

La crescita sta proseguendo”, ha aggiunto il Presidente della FMI Paolo Sesti. “Oggi è stata una gara difficile a causa delle condizioni atmosferiche ma i ragazzi hanno saputo comunque concluderla nel migliore dei modi. Dobbiamo continuare a lavorare e cercare di fare progressi: il campionato è lungo e i nostri giovani piloti avranno la possibilità di migliorare”.

 

Il prossimo appuntamento con il Campionato del Mondo MotoGP è l’1 maggio in Portogallo.

 

Leggi anche:

Gran Premio Jerez de la Frontera 2011, sabato 2 e domenica 3 le qualifiche e la gara


Di Redazione

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here