GP Jerez, gara da incorniciare per Simone Corsi e Mattia Pasini di IodaRecing

Con la gara disputata domenica 3 aprile 2011 a Jerez de la Frontera nasce ufficialmente un nuovo team: Simone Corsi #3, partito dalla 17esima posizione in griglia di partenza, ha condotto una gara da cardiopalma, incredibile e magnifico nei suoi movimenti è salito sul terzo gradino del podio tra gli applausi di tutto il team.

 

 

UNA GARA “DA INCORNICIARE” – Dopo le sessioni di prove libere e le qualifiche del sabato, giornate in cui Corsi e Mattia Pasini #75 hanno altalenato nella classifica, i portacolori del team di Terni hanno “dato spettacolo”, prima registrando tempi importanti nel warm up e poi rendendosi entrambi protagonisti di una gara tutta da incorniciare.

 

LA PRESTAZIONE DI MATTIA PASINI – Sulla pista umida della mattina subito Pasini ha registrato un netto miglioramento rispetto ai giorni passati: dopo il lavoro con i tecnici ha segnato un buon 1’59’’065, posizionandosi 17°.

  • Una gara quindi tutta in rimonta per lui che, partito dalla 34° posizione, è stato protagonista di una corsa al termine della quale ha chiuso 13°.
  • Giro dopo giro il romagnolo ha saputo passare con destrezza gli avversari e a metà dei 26 giri si è aggiunto al gruppo in lotta per le posizioni intermedie.
  • Un grande risultato, a dimostrazione del duro lavoro svolto con i tecnici in questo fine settimana.
  • “Partivo indietro e i pronostici non erano i migliori”,  ha detto Pasini,ma nel weekend abbiamo lavorato duramente e i risultati sono arrivati. Non è stata semplice ma ho fatto una gara tutta in rimonta conquistando una 13esima posizione che oggi vale molto”.

 

LA PRESTAZIONE DI MATTIA CORSI – La giornata è iniziata positivamente anche per Simone Corsi, che con 1’57’’948 si è piazzato 6° dopo essere partito dalla 18esima posizione, e affrontando una gara da brividi.

  • Corsi è riuscito ad inserirsi immediatamente nel gruppo di testa, portandosi in primo al secondo giro. Tallonato da Luthi e poi da Iannone, sopravanzato dalle retrovie e con il quale c’è stato un bel duello, il romano di IodaRacing ha preferito non rischiare troppo con le condizioni incerte dell’asfalto e della pioggia, passando così ad una terza posizione che ha saputo mantenere abilmente fino alla fine. Dietro di lui Smith ha provato a stare al passo, ma non è riuscito tenere il ritmo.
  • “Al via mi sono inserito nel gruppetto di testa e per un paio di giri sono stato primo” ha spiegato il giovane #3, “ma le condizioni erano difficili e sbagliare era facile. Ho preferito rimanere tranquilli e portare a casa la terza posizione piuttosto che rischiare. Sono molto soddisfatto del risultato che siamo riusciti a conquistare. È una vittoria non solo mia ma di tutto il team e soprattutto di Giampiero. Questo podio è importante perché ci da fiducia: significa che la strada che abbiamo intrapreso è quella giusta. Grazie a tutti quanti”.

 

IL COMMENTO DEL TEAM MANAGER GIAMPIERO SACCHI – “Oggi si può dire che è nato un team, è nata IodaRacing” ha concluso il Team Manager Giampiero Sacchi. “È stata una gara bellissima, in cui sia Corsi con il suo podio che Pasini con la sua rimonta, sono stati in grado di regalarci forti emozioni. Sono molto soddisfatto: questa è la strada giusta e dobbiamo continuare a percorrerla”.

1 MAGGIO TUTTI IN PORTOGALLO – Il prossimo appuntamento con il Campionato Mondiale MotoGP è l’1 maggio in Portogallo.

Di Redazione

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here