Schalke 04 Inter 2 a 1, Champions League quarti di finale

Dopo un’attesa di sette giorni il “secondo tempo” della sfida tra Inter e Schalke 04 ha  avuto inizio; Leonardo per cercare la rimonta “impossibile, ma affascinante” come definita dal presidente Moratti, si affida a Sneijder dietro Milito ed Eto’o. A centrocampo silurato Cambiasso, al suo posto Thiago Motta (ancora posizionato davanti alla difesa) affiancato da capitan Zanetti e Stankovic. In difesa, al centro, ritorna il duo Lucio-Ranocchia, sulle fasce esterne spazio a Maicon a destra e Nagatomo, che troverà il connazionale Uchida, a sinistra.

 

La prima occasione capita sui piedi di Sneijder; al 4’ l’olandese supera Papadopoulos e dai 25 metri calcia. Il suo tiro è centrale e viene bloccato agevolmente dal capitano tedesco Neuer. I padroni di casa rispondono al 16’: Jurado va via sulla sinistra e crossa in mezzo per Raul; lo spagnolo, in torsione, colpisce di testa, ma è troppo lontano dalla porta di Julio Cesar per la forza necessaria al tiro.

 

I minuti scorrono impietosi per la squadra neroazzurra; poche le occasioni create, al 36’ ci prova Stankovic da distanza abissale, Neuer devia in angolo senza particolari problemi.

 

A rendere più complessa la rimonta non c’è solo il fattore tempo, ma anche il gol segnato da Raul; è il 45’ quando Jurado spezza in due la difesa neroazzurra e regala una palla d’oro alla punta spagnola che supera Julio Cesar e deposita in rete.

 

Leonardo al rientro dagli spogliatoi lascia fuori Stankovic ed inserisce il macedone Pandev, match winner del match di Monaco contro il Bayern.

 

Al 49’ sugli sviluppi di un corner è Thiago Motta a riportare il tabellino in parità, deviando alle spalle di Neuer la sponda di testa di Lucio.

 

I padroni di casa rispondono al 59’ e siglano la potenziale rete del vantaggio con Howedes, anche in questo caso sugli sviluppi di un corner calciato da Raul: l’arbitro Skomina vede un fuorigioco millimetrico ed annulla il gol tedesco.

 

Nonostante il gol iniziale, l’Inter fatica anche nel secondo tempo a creare gioco e le speranze di una qualificazione sempre più impossibile vengono definitivamente sotterrate all’82’ quando Howedes ruba palla a Coutinho, chiede l’uno-due a Raul e supera brillantemente un incerto Julio Cesar.

 

Gelsenkirchen, ore 22.35: finisce la stagione dell’Inter in Champions League; la squadra tedesca del “professor” Ragnick elimina i neroazzurri e vola in Semifinale dove troverà il Manchester United di Sir Alex Ferguson.

 

Per Leonardo ed i suoi ora è tempo di ripensare al campionato, la prossima sfida sarà al Tardini contro il Parma, squadra in piena lotta salvezza

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here