Milan Bologna 1 a 0, Serie A 35esima giornata

Allegri è consapevole di dover centrare almeno quattro punti nelle prossime quattro gare, compresa quella odierna contro il Bologna; Allegri si affida ancora al trio formato da Boateng, Cassano e Robinho, mentre a centrocampo torna il capitano Ambrosini, complice anche la squalifica dell’olandese Van Bommel. Malesani invece punta tutto sul catenaccio affidandosi ai lanci di Ekdal ed alle ripartenze di Di Vaio.

 

Il Milan parte subito bene con tanto pressing e tanti palloni recuperati dal capitano Ambrosini; all’8’ i rossoneri passano in vantaggio grazie a Flamini che viene imbeccato in area di rigore ed ha la bravura di crederci fino in fondo: il primo tiro viene respinto da Viviano che però sul secondo tentativo non può nulla.

 

Sono sempre e solo i padroni di casa a far la partita; al 16’ il rientrante Ambrosini trova Cassano, il barese tutto solo in area di rigore si fa ipnotizzare da Viviano e dal ritorno di Portanova; i rossoblu, nell’occasione biancoblu, si salvano in angolo.

 

Al 44’; è ancora Flamini ad avere il pallone del raddoppio, ma il francese sbaglia davanti a Viviano, vanificando la bella azione del duo Robinho-Boateng.

 

Il super difensivismo degli ospiti non produce alcun risultato nella prima frazione di gioco; Di Vaio dovrebbe essere supportato da Meggiorini, attaccante di natura ma, inspiegabilmente, terzino destro nella gara odierna.

 

Dopo un solo minuto dall’inizio della ripresa, in contropiede Seedorf e Robinho arrivano nell’area rossoblu, tuttavia l’olandese perde il controllo del pallone e fallisce una potenziale palla gol.
Al 56’ Boateng in area di rigore viene strattonato da un difensore bolognese; sembrava rigore, ma De Marco impassibile non lo concede.

 

Alla sagra dei gol sbagliati prende parte anche Robinho che, al 70’, dopo l’ottimo pallone conquistato da Boateng, si trova tutto solo davanti a Viviano, il suo tiro viene deviato in angolo.

 

I rossoblu si affacciano nell’area rossonera, per la prima volta, al 75’ e lo fanno con un colpo di testa di Ramirez su angolo di Della Rocca, impassibile Abbiati che vede il pallone uscire di poco a lato della sua porta.

Ancora Bologna due minuti dopo, ancora una volta sugli sviluppi di un corner; in questa occasione è Britos, sempre su cross di Della Rocca, a colpire di testa mandando di poco a lato.

 

All’81’ Ramirez simula, Della Rocca si lancia in scivolata contro Nesta e si becca il cartellino rosso da De Marco tra le risate sarcastiche del tecnico Malesani.
Allegri fa esordire anche Beretta sostituendo uno spento Cassano, ma nel finale succede poco e nulla.

 

Vittoria fondamentale per i rossoneri che, nonostante le pesanti assenze di Ibrahimovic e Pato, superano il grintoso Bologna portandosi ad un solo punto di distanza dal matematico scudetto che, a questo punto, potrebbe essere festeggiato sabato sera dopo il match contro la Roma, questa volta a prescindere dal risultato neroazzurro.

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here