Moto classe 125, per Team Italia FMI gara in chiaro scuro.

Le Mans (Francia) – Gara in chiaro-scuro per Team Italia FMI sul circuito di Le Mans. Tonucci e Morciano ottengono un risultato discreto in una gara combattuta. I giovani piloti del Team Italia FMI hanno affrontato oggi l’ultimo giorno sul circuito di Le Mans. In una bellissima giornata di con temperature primaverili, nel teatro della popolare “24 ore”, il Motomondiale è stato in grado di regalare emozioni e spettacolo al numerosissimo pubblico presente.

 

Partito dalla 7° fila, in 21° posizione, Morciano si è inizialmente trovato nel gruppetto composto da Mauriello, Iwema e Stafford, poi, da metà gara, ha intrapreso una corsa solitaria con Mackenzie, diretto inseguitore a più di 8’’. Negli ultimi giri si è visto protagonista di una bella sfida con Kornfeil, al quale è riuscito a strappare la 20° posizione.


Più difficile la gara di Tonucci che, nella mattinata, dopo la sessione del warm up, si è recato in clinica mobile per sottoporsi ad una serie di infiltrazioni alla spalla. Ancora non pienamente in forma, senza le adeguate cure mediche il dolore dato dallo sforzo prolungato, non avrebbe permesso ad Alessandro di completare tutti i 24 giri di gara. Dopo una partenza dall’ultima fila, il giovane pilota del Team Italia FMI è riuscito ad infilarsi nel gruppetto composto da Sebestyen, Perello e Schrotter e lottare per difendere la propria posizione. Per lui sorpassi e staccate al limite, in una performance in cui i dolori alla mano sinistra, dovuti alle condizioni della spalla non gli hanno permesso di dare il 100%. Infine Tonucci è riuscito a chiudere 26° con un miglior tempo in gara di 1’48’’034 conquistato durante il 14° giro.

 

“Sin dall’inizio ha dato tutto me stesso – dice Morciano – cercando di tenere un buon ritmo. La partenza non è stata perfetta e questo mi ha leggermente penalizzato. Mi sono ritrovato a lottare con Mauriello, Kent ed Iwema, ma poi sono riuscito a prendere il mio vantaggio cercando di puntare avanti. È stata per la maggior parte una corsa in solitaria, ma alla fine ho raggiunto Kornfeil e l’ho attaccato passandolo negli ultimi giri. Ora voglio concentrarmi per Barcellona: sarà una nuova sfida ma anche lì darò del mio meglio”.

 

“Mi spiace molto non essere riuscito a dare il 100% – sottolinea Tonucci – in questo Gran Premio. Dopo la caduta in Portogallo speravo di rimettermi in forma per la Francia, ma purtroppo devo pazientare ancora un po’. Nonostante tutte le problematiche dovute alla mia condizione fisica, mi sono impegnato molto per tutto il weekend: i forti dolori alla spalla e alla mano non mi hanno fermato.


Giovanni Parisio



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here