Philippe Mexes al Milan, il difensore francese ufficializza il trasferimento

Il mercato non è ancora iniziato, il campionato non è ancora finito, ma il Milan è più attivo che mai. La trattativa tra i rossoneri e il difensore francese Philippe Mexes è terminata: l’ex giallorosso ufficializza il suo passaggio, a parametro zero, al club di via Turati.

 

LA FELICITA’ PARLA FRANCESE – ”Posso ufficializzarlo. Sono un giocatore del Milan per le prossime quattro stagioni”. Sono queste le parole dichiarate dal difensore transalpino, ancora più felice di arrivare al club rossonero nell’anno in cui Allegri & Co. hanno vinto la Serie A: “Sono orgoglioso, soprattutto quando vedo questa nuova maglia con lo scudetto”.

 

CORTEGGIAMENTO DI UN ANNO – La decisione di andare via dalla Roma è maturata “alla fine dello scorso inverno”; tuttavia, la possibilità di vestire la casacca rossonera csi è presentata anche la scorsa stagione. Soltanto la voglia dei dirigenti rossoneri di non fare sgarbi ai giallorossi ed il desiderio del difensore francese “di restituire un po’ di quello che mi è stato dato” rimandarono il trasferimento.

 

CONOSCIAMOLO MEGLIO – Mexes,  francese, classe 1982, è un difensore centrale dotato di fisico imponente ed agile (1,87 metri per 82 kg).

  • Proprio le sue caratteristiche fisiche lo rendono difficile da superare nei contrasti ed ottimo nei colpi di testa, anche in fase offensiva.
  • Possiede inoltre una buona tecnica, fondamentale per far ripartire velocemente il gioco dalla difesa saltando il centrocampo.
  • Ciò che ha alimentato spesso dubbi sul suo conto sono stati i ripetuti nervosismi mostrati in carriera, soprattutto durante l’esperienza giallorossa: nell’ultima stagione, la 2010-2011, su 30 partite disputate tra Serie A e Champions League ha collezionato 9 cartellini gialli e 2 rossi.

 

LA CARRIERA – 432 presenze in carriera distribuite tra Auxerre e Roma rendono Mexes un difensore decisamente esperto:

  • Dopo aver iniziato a giocare nelle giovanili del Toulouse FC, approda nel 1997 all’Auxerre: l’esordio arriva a soli 17 anni. L’8 dicembre dello stesso anno sigla la prima delle 23 reti realizzate in carriera.
  • Diventa titolare della difesa dell’Auxerre nella stagione 2000-2001; il primo successo con il club francese, la Coppa di Francia, arriva nella stagione 2002-2003, quando debutta anche in Champions League.
  • Nel 2004 è l’allora direttore sportivo della Roma, Franco Baldini, a sceglierlo per far coppia con Chivu e sostituire “The Wall” Samuel, passato al Real Madrid. Il trasferimento in Italia è condito da dubbi alimentati dal club francese, che accusa il difensore di aver firmato con i giallorossi mentre era ancora sotto contratto con loro.
  • Nella Roma dalla stagione 2006-2007 con Luciano Spalletti, diventa titolare; il 17 maggio 2007 conquista il suo primo trofeo italiano: la Coppa Italia, battendo l’Inter di Roberto Mancini.
  • Nella stagione seguente, sempre contro i neroazzurri, alza la Supercoppa Italiana e sigla il primo gol della stagione per i giallorossi. A fine stagione altra Coppa Italia alzata, sempre contro il club di Moratti, dopo aver siglato il primo gol: 2 a 1 il finale.
  • Nella stagione 2009-2010 il posto da titolare viene messo in discussione dall’arrivo di Burdisso: stagione travagliata che lo vede a fine anno inoltrare la richiesta di trasferimento, poi ritirata, al club capitolino.
  • Della stagione 2010-2011, quella non ancora conclusa, ricordiamo l’infortunio subìto il 3 aprile del 2011, nel match contro la Juventus: lesione del legamento crociato anteriore. Stagione chiusa ed arrivederci, con la maglia rossonera, durante il mese di settembre 2011.

 

I TROFEI CON LA NAZIONALE – L’esperienza di cui gode il difensore francese è fatta anche di grandi successi con la propria Nazionale: nel 2000 campione d’Europa con la Nazionale Under-18 e nel 2003 vittoria alla Confederations Cup.

  • Nella Nazionale maggiore Mexes fatica ad instaurare un rapporto solido ocn il particolarissimo ct francese Domenech, che non lo convoca per i Mondiali di Germania del 2006 e per quelli del SudAfrica del 2010.
  • Percorso opposto con l’attuale tecnico, Laurent Blanc, che lo convoca e fonda su di lui la difesa francese consegnandogli la fascia da capitano.

 

PREMI INDIVIDUALI – Per ben due stagioni, 2006-2007 e 2007-2008, Mexes viene candidato al premio “Miglior difensore” dell’AIC (Associazione Italiana Calciatori) finendo entrambe le volte sul secondo gradino del podio dietro a Materazzi (nel 2007) e Chiellini (nel 2008).

 

LA CURIOSITA’ – Se non ha mai vinto il premio come “Miglior difensore”, la bacheca di Mexes può vantare il premio “Er mejo fico der bigonzo”: “ambito” riconoscimento attribuito per l’amore dimostrato dal francese verso la città capitolina e per la genuina romanità del personaggio.

 

Leggi anche:

Rinnovi Milan: Inzaghi, Nesta, Ambrosini, Roma, Thiago Slva e Van Bommel, addio Legrottagli e Jankulovski

Pirlo lascia il Milan: niente rinnovo per il centrocampista bresciano, è l’addio

Boateng e Taiwo al Milan, Seedorf e Gattuso ancora in bilico

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here