Inter Palermo Coppa Italia domenica 29 maggio 2011, finale Tim Cup, percorso delle squadre e albo d’oro

Dopo la vittoria dello scudetto da parte del Milan, la Coppa Italia resta l’ultimo trofeo nazionale che dev’essere ancora assegnato. Oltre a decretare la vincente, la finalissima del prossimo 29 maggio che si disputerà tra Inter e Palermo, assegnerà un posto per la Supercoppa Italiana del prossimo 6 agosto a Pechino.


IL CAMMINO DELLE DUE SQUADRE – Genoa, Napoli e Roma sono state le squadre eliminate dall’Inter, rispettivamente agli ottavi, quarti e semifinali; stesso numero di partite per i rosanero che hanno avuto la meglio su Chievo, Parma e, alle semifinali, Milan.


MOMENTO INTER – Leonardo arriva dalla vittoria contro il Catania ottenuta nel pomeriggio di domenica per 3 a 1; in quell’occasione ha schierato la formazione che, quasi interamente, prenderà parte alla finale di Coppa Italia.

  • Per l’atto conclusivo della Tim Cup il tecnico brasiliano recupererà il portiere titolare, Julio Cesar, ed il trequartista olandese Wesley Snejider.
  • La formazione che scenderà in campo sarà, verosimilmente, questa: Julio Cesar; Nagatomo, Lucio, Ranocchia, Chivu; Zanetti, Stankovic, Thiago Motta; Sneijder; Eto’o, Pazzini.
  • Mancherà Maicon, il laterale destro brasiliano è stato squalificato dopo l’ammonizione subita nella partita di ritorno contro la Roma, quando era già in diffida.


MOMENTO PALERMO – I siciliano arrivano dal passo falso casalingo contro il Chievo, la sconfitta per 3 a 1 ad opera dei clivensi non è andata giù al vulcanico presidente Zamparini che, puntando sempre il dito contro il tecnico dei miracoli Delio Rossi, ha tuonato che qualora la squadra giochi ancora così ne prenderà almeno quattro dall’Inter.

  • Delio Rossi dovrà puntare ad una tattica aggressiva cercando di bloccare Sneijder ed Eto’o ridurcendo al minimo il potenziale offensivo del Biscione.
  • Una difesa solida ed una ripartenza veloce puntando su giocatori freschi, tecnici e veloci come Pastore, Ilicic ed Hernandez.
  • Delio Rossi nel match di ritorno di campionato disputato contro l’Inter a San Siro, per quanto riguarda il primo tempo, ha avuto la conferma di come è possibile battere l’Inter: in quell’occasione la prima frazione di gioco terminò 2 a 0 per i rosanero.
  • Bisognerà prestare maggiore attenzione onde evitare incredibili rimonte come in quell’occasione, quando il match si concluse per 3 a 2 in favore della squadra di Leonardo.


L’ALBO D’ORO – Tra i due team è indubbiamente l’Inter a comandare la classifica delle Coppe Italia conquistate, ben 6 quelle vinte (di cui tre negli ultimi sei anni), rispetto alla nessuna dei siciliani, che però sono arrivati in finale due volte:

  • Nel 1974, perdendo ai rigori contro il Bologna di Savoldi e Bulgarelli.
  • Nel 1979 dovendosi arrendere alla Juventus di Causio ai supplementari.


LA TERNA ARBITRALE – A dare il fischio d’inizio sarà Emidio Morganti di Ascoli Piceno, il più anziano tra i 20 arbitri in organico.

  • Gli assistenti sarann Rossomando e Papi.
  • Tagliavento sarà il quarto uomo.


L’APPUNTAMENTO – L’ultimo trofeo nazionale stagionale sta per essere assegnato; l’appuntamento è per domenica sera alle ore 20.45 per il fischio d’inizio della finalissima di Coppa Italia tra Inter e Palermo.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here