Inter Juve 7 a 6, al Trofeo Tim Juventus in ottima forma e Inter compassata

L’undicesima edizione del Trofeo Tim viene aperta dalle società neroazzurra e bianconera. Gasperini nella prima mini partita si affida al tridente formato da Sneijder, Pandev e Pazzini, mettendo nella mischia il brasiliano Jonathan. Conte risponde schierando il duo d’attacco Del Piero-Vucinic supportati, sulle fasce, da Krasic e Pasquato.

 

Prima emozione dopo novanta secondi: Vucinic in area vede l’arrivo di Samuel, il montenegrino frena e si fa toccare dal difensore argentino dell’Inter: l’arbitro, Damato, non cade nel tranello e lascia correre evitando di concedere il penalty.

 

Al 4’ altra occasione per i bianconeri di Antonio Conte: Pirlo batte un corner e Vucinic svetta di testa. Difesa neroazzurra immobile e palla di poco a lato alla destra di Castellazzi.

 

La maggiore determinazione messa in campo in questo avvio di partita consente agli juventini di passare in vantaggio: è il 9’ quando l’Inter si fa trovare scoperta su un’ottima verticalizzazione di Pirlo; assist al bacio per Vucinic che non fallisce l’appuntamento con il gol. Nella stessa azione altra tegola per Gasperini: Chivu è costretto ad uscire per una tacchettata sotto il ginocchio destro, il posto del romeno viene preso da capitan Zanetti.

 

I neroazzurri si fanno vedere nell’area bianconera solamente al 13’: cross di Jonathan e palla sul destro di Obi, il baby nigeriano esplode un gran tiro che Storari disinnesca con agilità. Nell’azione seguente cavalcata solitaria di Krasic che, egoisticamente, cerca la conclusione anziché crossare nel mezzo.

 

Momento favorevole alla squadra di Gasperini che al 16’ coglie il pareggio: angolo battuto da Sneijder e testa di Ranocchia. Storari cerca il miracolo, ma si deve piegare alla potenza con la quale il difensore italiano ha colpito la palla.

 

Dopo qualche minuto di ritmo blando, il match si accende grazie ad un bolide calciato da Stankovic: Storari si distende alla sua destra e devia in angolo.

 

Nonostante l’etichetta “amichevole” della partita odierna, come prevedibile visti gli attriti prodotti dal Calciopoli-bis, i giocatori non risparmiano interventi duri. I più nervosi: Thiago Motta e Samuel.

 

Allo scoccare del quarantacinquesimo minuto il tabellino è ancora in parità; la prima sfida dell’edizione 2011 del Trofeo Tim viene decisa dai calci di rigore:

 

  • Pazzini: GOL
  • Del Piero: GOL
  • Thiago Motta: GOL
  • Pasquato: TRAVERSA
  • Pandev: PARATO
  • Bonucci: GOL
  • Sneijder: GOL
  • Vucinic: GOL
  • Stankovic: GOL
  • Pirlo: GOL
  • Ranocchia: GOL
  • Lichsteiner: GOL
  • Samuel: GOL
  • Barzagli: TRAVERSA

 

L’errore dell’ex giocatore del Wolfsburg grazia un’Inter in ritardo di condizione fisica ed in difficoltà dal punto di vista tattico.

 

La classifica vede i neroazzurri al comando con due punti, seguiti dalla Juventus con uno e dal Milan, che farà ora il debutto, con zero.

 

Leggi anche:

Milan Inter 0 a 1 Trofeo Tim, Milito regala la vittoria ai neroazzurri, cronaca e dettagli minuto per minuto

Milan Juve 1 a 2 trofeo Tim, Matri nel finale regala i 3 punti ai bianconeri

Barcellona Inter in sfida economica, analisi del bilancio 2009/2010 e considerazioni in merito a stato patrimoniale, indebitamento, FPF e altro, dettagli

Indebitamento club calcio Inghilterra, il confronto con l’Italia e l’intervento del Fair Play Finanziario

Reazioni al Fair Play Finanziario in Italia: Galliani, Moratti e Paolillo analizzano il nuovo sistema calcistico

Norme Fair Play Finanziario, ecco cosa succederà concretamente alle società calcistiche italiane e alle loro disponibilità economiche

Fair Play Finanziario e calcio italiano: Spendere quanto si guadagna. Ecco i criteri con i quali interverrà la Uefa e tutti i dettagli sul funzionamento del FPF

Inter e Milan: addio Champions League, per qualche anno puntate solo al campionato. Al via la prima puntata dell’inchiesta di CronacaMilano sul calcio italiano

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here