Torneo Acropolis 82-81, trionfa l'Italia

Atene – Caattere e grinta. L’Italia allenata da coach Simone Pianigiani dimostra di voler vendere cara la pelle, senza mai arrendersi davanti a niente e nessuno. Questo è il light-motive della sfida di ieri contro la Grecia, dove gli azzurri hanno vinto all’over-time 82-81. Gallinari e Belinelli trascinano gli azzurri con 23 e 21 punti. Mancinelli decisivo ai supplementari.

 

I problemi emersi nella prima gara contro la “modesta” Bulgaria, sono all’ordine del giorno. Il “cantiere aperto Italia” dopo un primo quarto di tutto rispetto, dove gli azzurri hanno controllato agevolmente la gara chiudendo con un vantaggio di nove punti, nel secondo quarto sono stati vittima del solito black-out, facendosi rimontare con un passivo di 12 punti. Nel terzo quarto ancora squadra frastornata che chiude sotto 47-43, gigante Bourousis autore di 26 punti finali.

 

Nell’ultimo quarto Azzurri alla riscossa! Il tridente NBA, Gallinari, Belinelli, Bargnani, con l’aggiunta di Stefano Mancinelli dell’Emporio Milano, suonano la carica alla squadra. Il Gallo è un cecchino, Mancinelli e Belinelli gli stanno dietro, mentre Bargnani è impegnato ad arginare Bourousis. Alla fine dell’ultimo quarto vige la parità: 71-71.

 

Si va all‘over-time e l’Italia torna ad essere la “Bella Addormentata”. Grecia avanti di nove lunghezze agguantata sul rotto della cuffia da un Mancinelli sopra le righe. Secondo tempo di over-time che vede una lotta serrata tra le due contendenti. Grecia sotto di 5 punti, successivamente avanti di 7 per uscire poi sconfitta di una lunghezza. Il “Gallo” e Mancinelli siglano nove punti consecutivi, sei di quest’ultimo, che consentono all’Italia di sbancare l’Oaka di Atene.

 

Gara di alti e bassi della formazione azzurra. Primo ed ultimo quarto da fenomeni con poche sbavature in difesa e micidiali in attacco, solo da segnalare la poca loquacità dei giocatori offensivi. Lenta, prevedibile e disordinata nel secondo e nel terzo quarto, dove la poca solidità difensiva ed un attacco mai pungente hanno messo in risalto le solite difficoltà di una squadra che pian piano sta acquisendo maggiore esperienza, i meccanismi difensivi dettati dal coach e quella maturità che farà dell‘Italia una delle maggiori nazionali del panorama europeo.

 

Per Danilo Gallinari, infine, nuovo record personale con la casacca azzurra: 23 punti in una gara, battendo, dunque, il precedente miglior numero di realizzazioni che risale a 24 ore prima contro la Bringham University (asfaltata 102 – 67) dove il “Gallo” ha messo a segno 21 canestri.

 

Oggi verranno scelti i 12 giocatori che andranno in Lituania all’europeo. Dopo il forfait di Nicolò Melli, Pianigiani opterà su Andrea Renzi, tutelandosi nel reparto “centri” lasciando a casa Poeta e uno tra Vitali e Cinciarini.

 

ITALIA – GRECIA 82-81

Italia: Mancinelli 10 pti., Gallinari 23 pti., Hackett 3, Belinelli 21, Cusin 2, Cinciarini, Maestrenzi 3, Carraretto 4, Bargnani 16. Coach: Pianigiani.

Grecia: Zisis 14, Calathes 5, Papanikolaou 2, Fotsis 14, Bourousis 26, Koufus 3, Vasileidas 4, Mavroeldis 5, Kaimakoglou 4, Bramos 4. Coach: Zouros

 

Giovanni Parisio

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here