Pandev Inter va al Napoli, preso Poli, si tratta per Palacio, sfuma Zarate, tutti i dettagli del mercato dell'Inter

Il mercato interista in uscita è sempre più delineato: dopo la cessione di Eto’o, sveste la casacca neraozzurra, per indossare quella azzurra, anche il macedone Goran Pandev. Più intricata appare invece la voce “acquisti”: dopo Forlan, anche Poli vestirà neroazzurro. Per Palacio l’accordo è vicino, ma si chiuderà solamente nelle ultime ore di calciomercato.

 

GORAN PANDEV – Dopo una stagione e mezza, 69 partite ed 8 gol lascia l’Inter. Il macedone è stato richiesto da Aurelio De Laurentiis per completare il reparto offensivo del suo Napoli.

  • Il 28enne arriva sotto il Vesuvio con la formula del prestito oneroso per un anno; i partenopei verseranno nelle casse della società di Massimo Moratti poco più di un milione di euro, mentre il club neroazzurro contribuirà a pagare parte dell’ingaggio.
  • Al termine della prossima stagione le due squadre decideranno se intavolare una nuova trattativa per la cessione definitiva del macedone, magari inserendo anche l’approdo di Lavezzi all’Inter.
  • Entusiasta il patron del Napoli, De Laurentiis: “Pandev? Credo sia un guerriero che ha vissuto un momento antipatico nel passato e che ha avuto un momento di risveglio. Del Napoli lo attrae il fatto di poter mettere in bella mostra le proprie potenzialità. Qui ci saranno tantissime gare e noi ce la giocheremo con tutti”.
  • Soddisfatto anche il giocatore che commenta così l’affare: “Sono contentissimo, vado a giocare in Champions League in un club importante. Non so quali siano i termini dell’operazione nè ho parlato con i miei nuovi compagni ma solo con Bigon, ora spero di far bene. Non so se partirò già domani (ieri, ndr) per Napoli. Quello che conta è che io sia felice, e lo sono”.

 

ANDREA POLI – E mentre tutti seguivano l’affare tra la dirigenza neroazzurra e quella partenopea, la società interista ha messo a segno un interessante colpo acquisendo, in prestito oneroso con diritto di riscatto, le prestazioni sportive del giovane Andrea Poli.

  • Il centrocampista italiano, 22enne, arriva ad Appiano Gentile dietro il versamento iniziale di un milione di euro. Riscatto già fissato tra le due parti a 6 milioni di euro. L’annuncio arriverà nella giornata di lunedì, dopo le consuete visite mediche.
  • Il centrocampista, classe ’89, cresce calcisticamente nelle giovanili del Treviso; nella stagione 2006/07 compie il grande salto mettendosi in mostra nella Serie B dove, con la maglia della società veneta, colleziona 4 presenze.
  • Viene acquistato in comproprietà, nel gennaio 2007, dalla Sampdoria. Il 4 novembre del 2007, poco più che 18enne, esordisce nella massima serie e convince i blucerchiati ad acquistarlo per intero.
  • La stagione 2007/08 lo vede protagonista con la Primavera della Samp: vittoria in Coppa Italia e Campionato.
  • La sua migliore stagione la vive nel 2009 sotto la gestione Delneri; il tecnico friulano lo impiega come titolare ed Andrea non delude; ottime prove per condurre la Sampdoria al quarto posto.
  • Meno positiva la stagione successiva, 2010/11; diversi problemi muscolari lo costringono, troppo spesso, a star lontano dal campo. Annata conclusa con solo 26 partite all’attivo.
  • Nel complesso Andrea Poli ha già collezionato 96 presenze mettendo a segno 5 gol, tutti nella stagione 2008/09 al Sassuolo.
  • La mancanza di gol e la notevole fragilità fisica hanno gettato diverse ombre sul suo futuro, nonostante ciclicamente i grandi club italiani abbiano messo gli occhi su di lui. All’Inter trovare la continuità non sarà facile, ma per il centrocampista italiano sarà un’ottima occasione per mettersi in mostra e delineare meglio il suo futuro nel grande calcio.

 

CAPITOLO GENOANI: PALACIO E KUCKA – Oltre all’incontro con Bigon, ds del Napoli, ieri la sede interista ha visto la presenza di Stefano Capozucca, ds del Genoa; con la dirigenza rossoblu sono aperte due piste: Rodrigo Palacio e Juraj Kucka.

  • Il primo, attaccante esterno argentino, arriverà sicuramente nelle ultime ore di calciomercato. Piace molto a Gasperini ed è il naturale sostituto di Goran Pandev. Non si sa quanto possa essere meglio del macedone, tuttavia la società sta cercando di assecondare le richieste del tecnico, che lo ha già allenato, per evitare di delegittimarlo agli occhi della squadra e della stampa, come successo l’anno scorso con Rafa Benitez.
  • Il secondo, centrocampista slovacco, arriverà con ogni certezza nel 2012; Moratti non ha intenzione di spendere 6 milioni di euro, più l’intero di cartellino di Viviano, per ottenerne, ora, la metà. A gennaio 2012 la cifra da versare nelle casse rossoblu sarà solamente di 3 milioni. Una differenza labile se consideriamo il Moratti di qualche anno fa, ma insormontabile ad oggi.

 

MAURO ZARATE – Oltre a Palacio, l’altro nome fatto per aumentare la margherita degli attaccanti esterni a disposizione di Gasperini è Mauro Zarate, argentino in forza alla Lazio.

  • Qui il nodo è uno solo: i soldi. Lotito è disposto a cederlo solamente previo riscatto, nell’estate 2012, fissato a 18/20 milioni di euro. Moratti vorrebbe acquistarlo con un prestito secco decidendo, nella prossima stagione, se finalizzare l’acquisizione o meno.
  • A mettere chiarezza sulla trattativa, ad oggi complicatissima, ci pensa l’agente dell’argentino, Giuseppe Bozzo: “Lotito non lo cede in prestito con diritto di riscatto. Mauro è stato pagato oltre 21 milioni e il presidente vorrebbe rientrare almeno di quella cifra – riporta lalaziosiamonoi.it -. Mauro è un grande giocatore, e Lotito non è del tutto convinto di lasciarlo andare”.

 

I PROSSIMI ANNUNCI – Con l’ufficialità del trasferimento di Pandev, per l’Inter è tempo di annunciare qualche colpo in entrata. Poli, Forlan e Palacio sembra l’ordine dei prossimi arrivi in casa neroazzurra.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here