Europei Basket, Serbia – Italia 80-68

Siauliai (Lituania) – Amaro esordio per gli azzurri allenati da Simone Pianigiani all’Europeo 2011 in Lituania. L’Italia si arrende ai vice-campioni in carica della Serbia per 80-68. Margine importante subito dalla nostra Nazionale che ancora una volta dimostra di essere un cantiere aperto. Principali difficoltà in fase difensiva dove la squadra ha dato chiari segnali di debolezza a causa di meccanismi ancora da assimilare.

 

Eppure l’Italia era partita bene nel primo quarto, trascinata da Mancinelli, Hackett e Gallinari. Azzurri avanti addirittura di otto lunghezze sui serbi. Poi, piano piano, viene fuori la squadra di Ivkovic che comincia a guadagnare terreno sugli avversari. Il primo quarto vede l’Italia avanti 18-10.

 

Il secondo quarto, come da consuetudine, è il momento del black-out azzurro. La Serbia agguanta il pareggio e sorpassa l’Italia. Parziale di 25-11 in favore dei serbi che mettono al tappeto gli azzurri. Difesa mal organizzata, spesso in difficoltà e che non riesce ad arginare i vari Teodosic e Tepic. In attacco arrancano Gallinari e Belinelli , mentre Bargnani prova a tenere alta la bandiera tricolore. Si va all’intervallo con la Serbia avanti 35-29.

 

Sei punti non sono tanti da recuperare. La formazione di Pianigiani lo sa e quindi prova a rimettersi in carreggiata. Tepic e Teodosic aprono il terzo quarto con due triple, +12 Serbia e divario che sembra incolmabile. L’Italia non ci sta e con una reazione d’orgoglio dimezza il gap dagli avversari grazie ad un parziale invidiabile di 17-3. Bargnani sigla canestri a ripetizione, Gallinari prova a seguirne la scia ma non sembra nella sua giornata di grazia. I punti da recuperare nell’ultimo quarto sono 4: 57-53 in favore della Serbia.

 

Quando tutti si aspettavano lo sprint finale azzurro per recuperare il distacco ed indirizzare la gara sul binario giusto, ecco che arriva l’ennesimo black-out. Maestrenzi e Mancinelli in ripartenza rendono palla agli avversari che in contrattacco sono micidiali. Difesa azzurra in bambola, infilata come la lama nel burro dai giocatori di Ivkovic. Sagra del tiro da tre per i Serbi che infieriscono su un’Italia incapace di reagire. Finale: 80-68. Per i Serbi il miglior realizzatore è stato Teodosic, 15 punti , mentre per gli azzurri Andrea Bargnani , autore di 22 punti.

 

Pianigiani nei giorni scorsi aveva parlato di una squadra ancora da sistemare sotto tanti aspetti. L’Europeo è cominciato e già una pesante sconfitta la portiamo a casa. Domani sfida alla Germania alle ore 20.00. Bisogna mettere nel dimenticatoio la sconfitta e guardare avanti per cercare di non compromettere qualificazione alla seconda fase.

 

Giovanni Parisio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here