Sciopero Serie A revocato, venerdì 9 settembre 2011 via alla nuova stagione calcistica, tutti i dettagli

SI GIOCA: finalmente. Dopo un lungo tira e molla, nel pomeriggio odierno, il presidente della Lega di Serie A, Maurizio Beretta, ed il presidente dell’Assocalciatori, Damiano Tommasi, hanno siglato il rinnovo del contratto collettivo. La scadenza? Il 30 giugno 2012.

 

 

LE REAZIONI DI BERETTA – Dopo il rifiuto di venerdì 27 agosto di siglare un contratto-Ponte, il rappresentante dei club, Maurizio Beretta, esulta per l’accordo al quale si è arrivati oggi pomeriggio:

  • “Le società hanno ottenuto molto di quello che volevano, è un accordo profondamente innovativo”.
  • “E’ stato fatto un buon lavoro nell’interesse di tutto il calcio italiano. Non è un accordo ponte: è un contratto con una durata precisa (30 giugno 2012, ndr). Speriamo che oltre a questo contratto ora si apra una stagione di grandi riforme del calcio italiano. Se arriveranno risultati importanti si potrà raccordare il nuovo accordo con il quadro normativo, adesso bisognerà mettere in piedi un tavolo”.

 

TOMMASI E L’AIC – Soddisfatto, ma non troppo il presidente dell’Aic, Damiano Tommasi. Il protagonista e l’autore principale dello sciopero di quella che sarebbe dovuta essere la prima giornata di Serie A si appella al buon senso, alla dignità ed all’eticità dei calciatori che, grazie una profonda riflessione, hanno scongiurato il pericolo di uno stop ad oltranza:

  • “Si gioca, e credo vada dato atto ai calciatori italiani del loro buon senso in questa trattativa. E’ importante giocare con un accordo collettivo. Sostanzialmente è lo stesso di un anno fa, ma con un cambio di scadenza che ci obbliga ad andare d’accordo. Non è un contratto ponte, ma un punto di partenza. Dispiace essere arrivati così in ritardo alla firma del contratto collettivo, speriamo sia di buon auspicio per il prossimo”.
  • Per poi rispondere, tirando l’ennesima frecciata, alle parole prounciate da Beretta: “Se come dice Beretta i club hanno ottenuto molto, vuol dire che non ci sarà bisogno di discutere più di tanto per il nuovo contratto che dovrà andare oltre questo accordo”

 

IL CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA’ – Lo snodo che rischiava di creare i maggiori problemi, il contributo di solidarietà, è stato tolto dalla manovra finanziaria e, pertanto, ha evitato ai calciatori ed ai loro rappresentanti una figura ancora più magra di quella generata negli ultimi giorni di agosto.

  • Tommasi, comunque, si difende dietro un: “Per noi quello del contributo non è mai stato un problema e lo abbiamo sempre detto”.

 

FINALMENTE SI GIOCA – Finite le amichevoli estive, terminate le futili discussioni sul contratto collettivo arriva, finalmente, il tempo di raccontare il calcio giocato.

  • La nuova stagione della Serie A, quella 2011/12, verrà aperta da Milan – Lazio, che si disputerà venerdì a San Siro alle ore 20,45.
  • La giornata verrà chiusa domenica sera con il posticipo che vedrà di fronte l’Inter al Palermo. Match che andrà in scena al Barbera alle ore 20,45.


Leggi anche:

Sciopero calciatori prima giornata Serie A, un insulto all’Italia, dettagli

Siopero Serie A ufficile per il primo turno, a rischio anche la seconda giornata, reazioni e dettagli

Sorteggi Champions 2011- 2012, subito Milan Barcellona, Inter se la ride


Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here