Milan Lazio e Palermo Inter, inizia la Serie A 2011 – 12; formazioni, precedenti, analisi di quello che succederà

Venerdì 9 settembre, ore 20.45: finalmente ci si potrà sedere nuovamente sulla poltrona di casa ed ammirare quello che, almeno per noi, rimane il “campionato più bello del mondo”. Scongiurato lo sciopero ad oltranza, la seconda giornata diventa la prima.

 

SERIE A 2011/12: SI ALZA IL SIPARIO – L’apertura della nuova stagione verrà data dai rossoneri del Milan che giocheranno, venerdì 9 settembre alle ore 20.45 a San Siro, contro la Lazio di Reja.

  • E se i rossoneri apriranno la nuova stagione calcistica, la finta prima giornata di Serie A verrà chiusa al Renzo Barbera di Palermo tra l’Inter del neo-tecnico Gasperini ed i rosanero dell’altrettanto neo-tenico Mangia.

 

MILAN vs. LAZIO: I PRECEDENTI – Complice la delicatissima trasferta di Barcellona del martedì successivo, la dirigenza rossonera ha chiesto, come previsto dal regolamento, l’anticipo al venerdì.

  • A San Siro sono ben 70 i precedenti tra il Diavolo ed i biancocelesti di Roma. Il bilancio è nettamente favorevole ai padroni di casa che hanno ottenuto 40 successi rispetto a 10 vittorie degli ospiti e 20 pareggi.
  • Nelle ultime due stagioni, a Milano, il risultato finale è stata la X: 1 a 1 nella stagione 2009/10 e 0 a 0 nella precedente, quella conclusa con la vittoria del tricolore per i rossoneri.
  • L’ultimo successo casalingo dei rossoneri è datato 21 settembre 2008: vittoria per 4 a 1 grazie alle reti di Seedorf, Zambrotta, Pato e Kakà. Per i biancocelesti gol del provvisorio 1 a 1 di Zarate.
  • Per vedere l’ultimo successo esterno dei laziali bisogna invece arretrare fino al 3 settembre del 1989: autogol di Maldini al 41’ e 0 a 1 finale.

 

LE PROBABILI FORMAZIONI – La squadra di Claudio Lotito si è rinforzata molto nell’estate che si sta chiudendo: importanti gli arrivi di Marchetti, Konko, Cissè e Klose.

  • I laziali si schiereranno con un 4-2-3-1 composto da: Bizarri (Marchetti è squalificato); Konko, Biava, Dias e Zauri; Ledesma, Brocchi (ex della partita); Mauri, Hernanes, Cissè; Klose.
  • Dall’altra parte Max Allegri, per difendere il titolo vinto nella scorsa stagione, manderà in campo: Abbiati; Abate, Nesta, Thiago Silva e Zambrotta; Gattuso, Van Bommel, Seedorf; Boateng; Pato, Ibrahimovic.

 

PALERMO vs. INTER: LA STORIA – Milano apre e chiude la “prima” giornata di Serie A. Dopo l’anticipo del venerdì del Milan, sarà l’Inter di Gasperini a far calare il sipario sul “primo” turno della nuova stagione calcistica.

  • In Sicilia i match disputati dall’Inter sono stati 24. Il bilancio è piuttosto equilibrato: 9 vittorie, 11 pareggi e 4 sconfitte.
  • Nella stagione scorsa, 2010/11, l’Inter, allora di Benitez, si impose per 2 a 1 grazie alla doppietta di Eto’o (62’ e 70’) dopo l’iniziale rete di Ilicic.
  • Per trovare l’ultimo successo casalingo dei rosanero bisogna rifarsi alla stagione 2005/06, quando l’allora tecnico neroazzurro, Roberto Mancini, perse per 3 a 2: la doppietta di Julio Cruz (86’ e 95’) fu vana. Decisive le reti di Corini, Terlizzi e Makinwa.

 

LE PROBABILI FORMAZIONI – Entrambi i tecnici hanno non pochi problemi da risolvere. Zamparini, dopo l’ennesima rivoluzione che ha portato al “taglio della testa” di Pioli, ha deciso di puntare su Mangia, ex tecnico della primavera.

  • I rosanero, persi le stelle Sirigu, Cassani, Nocerino e Pastore si schiereranno con: Tzorvas; Pisano, Silvestre, Cetto e Balzaretti; Migliaccio, Bacinovic, Della Rocca; Ilicic; Hernandez, Pinilla.
  • Gasperini invece si affiderà al suo tanto decantato 3-4-3 proponendo: Julio Cesar; Ranocchia, Lucio e Samuel; J. Zanetti, Cambiasso, Sneijder ed Obi; Forlan, Milito e Zarate.

 

INIZIANO LE DIFFICOLTA’ – Dall’analisi dei precedenti abbiamo visto come l’esordio di Milan ed Inter non sarà per niente facile.

  • Se venerdì e domenica entrambe le milanesi saranno chiamate ad una prova di forza, altri ostacoli si porranno di fronte nei giorni successivi. La Champions League (Barcellona Milan ed Inter Trabzonspor) e le delicate sfide con Napoli per il Milan, e Roma per l’Inter, definiranno da subito il physique du role delle due società.

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here