Barcellona Milan e Inter Trabzonspor Champions League 2011/12, al via la Regine delle Competizioni europee

La Champions League 2011/12 inizia, per Milan ed Inter, con due obiettivi: evitare una figuraccia e vincere. Questo sono, rispettivamente, i primi paletti da centrare all’esordio: comincerà il Milan martedì 13 settembre in terra catalana; chiuderà l’Inter a San Siro,il giorno seguente.

 

CHAMPIONS LEAGUE: OBIETTIVO MONACO – Fatta esclusione per l’anno 2009/10 quando la finale fu una questione tra il Bayern Monaco e l’Inter del “triplete” di Josè Mourinho, negli ultimi anni la scena continentale è stata dominata da Barcellona e Manchester United.

  • Sono stati soprattutto i catalani allenati da Pep Guardiola ad impressionare il mondo intero con il loro gioco fatto di possesso palla e preziosismi.
  • I blaugrana ed i Red Devils si presentano, ancora una volta, favoriti per il trionfo finale. L’elenco delle pretendenti vede la presenza anche di Real Madrid e Manchester City, ma non conta alcuna squadra italiana. Tra rossoneri e neroazzurri, secondo i quotisti, sono più favoriti i primi, ma comunque decisamente distaccati dal gruppo di testa.
  • L’obiettivo, per tutti, è comunque raggiungere l’Allianz Arena di Monaco, stadio nel quale verrà disputata la finalissima.

 

MILAN: DEBUTTO DIFFICILE – Dopo il pareggio casalingo contro la Lazio, i rossoneri si trovano a dover affrontare l’insidiosa trasferta del Camp Nou. Allegri deve risolvere il delicato problema della partenza ad handicap: con i blaugrana sarebbe un suicidio regalare due gol.

  • Il match contro i laziali di Reja deve insegnare molto: la squadra c’è e quando accelera fa male; tuttavia deve evitare cali di concentrazione che, contro il Barça, sarebbero a dir poco fatali. Se si vuole evitare la figuraccia, è importante rimanere concentrati per 90 minuti.
  • Mister Allegri vuole giocarsela a viso aperto, tuttavia l’assenza di Robinho farà si che come trequartista sarà confermato il ghanese Boateng. A centrocampo fuori lo squalificato Gattuso e dentro Seedorf, che completerà la linea formata da Van Bommel ed Ambrosini.
  • Davanti ad Abbiati, difesa titolare formata da Abate, Nesta, Thiago Silva ed il rientrante Zambrotta. Davanti spazio al duo Pato ed Ibrahimovic, ex della partita al pari di Zambrotta.
  • Sulla sfida peserà però il fattore campo: il Barça, in Champions League, non perde in casa da ben dieci turni. L’ultima avversaria che è riuscita nell’impresa di espugnare il Camp Nou è stata il Rubin Kazan, vittoriosa per 2 a 1.
  • 11 i precedenti tra catalani e rossoneri nelle classiche europee e bilancio in perfetto equilibrio: 4 affermazioni spagnole, altrettante rossonere e 3 pareggi. L’ultimo incrocio è datato 2005/06 e fa riferimento alla semifinale della Champions, quando il Diavolo concluse sullo 0 a 0 il match di ritorno, al Camp Nou, dopo aver perso per 1 a 0 a San Siro.
  • Tra i rossoneri i ricordi migliori sono legati al 4 a 0 di Atene nella finale di Champions Legaue nel 1993/94 con la doppietta di Massaro e le reti di Savicevic e Desailly.

 

INTER: SEI GIA’ OBBLIGATA A VINCERE – La rocambolesca sconfitta del Renzo Barbera contro il Palermo ha messo Gasperini sulla graticola. Le sfide interne contro i turchi e contro i giallorossi della Roma dovranno dare risposte positive, altrimenti la panchina potrebbe tornare vacante.

Moratti ha già espresso il suo parere: cambiare il modulo di gioco che ha permesso ai neroazzurri è un qualcosa da studiare ed analizzare bene. Se poi questo cambiamento tattico non è supportato dai risultati, i tecnico di Grugliasco potrebbe conoscere molto presto le ire del presidente.

  • Contro i turchi, entrati in Champions League a causa dell’esclusione del Fenerbahce per l’inchiesta che li vede protagonisti di combine in alcune partite, non ci sarà Forlan. Nella formazione titolare rientreranno gli italiani Ranocchia e Pazzini, mentre Zarate potrebbe essere accantonato in panchina in favore di Sneijder.
  • Due i precedenti tra la società di Moratti ed i turchi di Trebisonda: nel 1983/84 le due squadre si incrociarono nei 32eisimi di Coppa Uefa: all’andata, in terra turca, ebbero la meglio i padroni di casa grazie alla rete all’88’ di Tuncay. Al ritorno furono Altobelli su rigore al 48’ e Collovati all’86’ a decretare il passaggio del turno per il Biscione.

 

CHAMPIONS LEAGUE 2011/12: SI INIZIA – Martedì 13 settembre riparte la caccia alla “Coppa dalle grandi orecchie”: l’obiettivo è togliere lo scettro al Barcellona.

 

Leggi anche:

Milan a Barcellona senza Robinho e Ibrahimovic, anche lo svedese non parte per la trasferta catalana, è shock

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here