Esonero Gasperini Inter, si pensa a Baresi e Figo per Bologna

Dopo le sconfitte contro Milan in Supercoppa Italia, Palermo e Novara in campionato e Trabzonspor in Champions League, con un unico punto raccimolato grazie allo spento pareggio contro la Roma di San Siro, l’avvenuta di Gasperini sulla panchina dell’Inter è veramente al capolinea.

 

IERI SERA L’ATTESA – Tutti ci attendevano una decisione già ieri sera tuttavia Moratti, al termine della bruciante sconfitta per 3 a 1 in quel di Novara si è limitato ad un cauto e riflessivo: “Lasciamo passare questa serata”.

 

  • Alla domanda incalzante di un giornalista che gli chiedeva se il tecnico avesse ancora in mano la squadra, il patron neroazzurro si è però lasciato andare ad un: “Dopo questa partita direi proprio di no”.
  • Dal canto suo, Gasperini in conferenza stampa ha provato a dimostrarsi un forte e deciso condottiero cercando di dare l’impressione che fosse tutto sotto il suo controllo: “E’ stata una partita bruttissima, pensavamo di poter giocare un pò di più in maniera offensiva, invece in questo periodo abbiamo sempre fatto brutte figure quando abbiamo tentato di giocare più alti. Questa è una verità assoluta che dobbiamo accettare”.
  • Sentenziando poi che: “Se il problema è l’allenatore, allora è facilmente risolvibile. Se invece, come credo, il problema è un altro allora bisogna solo risolverlo attraverso il lavoro”.

 

IL SILURO DI MORATTI – Dopo una notte di attente e complete riflessioni, il presidente neroazzurro Massimo Moratti, fuori dagli uffici della Saras ha di fatto esonerato il suo, ormai ex, tecnico.

  • Alla precisa domanda se Gasperini resterà all’Inter, la riposta del Massimo neroazzurro è stata un laconico e freddo: “Non credo, mi sembra una situazione difficile soprattutto per lui”.
  • Ha poi proseguito l’analisi sostennendo che: “Quando si perde 3-1 è difficile essere soddisfatti da qualcosa, ma non credo sia un problema di feeling coi giocatori”.
  • Sorpresa e stupore  quando gli è stato chiesto se avesse già in mente il nome per il futuro: “Alternative? Non ci ho ancora pensato”.

 

COSA SUCCEDERA’ A BOLOGNA? – Con Sneijder infortunato e Ranocchia espulso e quindi squalificato, la trasferta di Bologna offre presagi ancor più brutti e negativi; non bastano i possibili rientri di Stankovic e Maicon a far sorridere qualsiasi tecnico che deciderà di sedersi sulla panchina del Biscione.

  • Tolto Gasperini, ormai sicuro partente, la rosa dei papabili, almeno per la sfida contro il Bologna, sembra assottigliarsi a due nomi che, congiuntamente, dovrebbero tenere in mano la squadra: Beppe Baresi e Luis Figo.
  • Dopo la delicata trasferta al Dall’Ara ci sarà però anche la decisiva sfida di Champions League contro il Cska a Mosca; una mancata vittoria potrebbe compromettere seriamente la qualificazione agli Ottavi e, quindi, la stagione successiva a causa dei mancati introiti.
  • L’ipotesi più credibile sembra quella di accogliere un condottiero dalla forte personalità che, grazie alla propria esperienza ed alla sagacia tattica, possa portare la squadra ad una dignitosa posizione in questa stagione: Claudio Ranieri.

 

L’ULTIMISSIMA NOVITA’ – Ad Appiano Gentile l’allenamento è iniziato qualche minuto fa, senza la presenza di Gasperini.

  • L’esonero è servito, l’ufficialità arriverà a breve.


AGGIORNAMENTO del 21 settembre 2011 ore 13.50:

 

ARRIVA IL COMUNICATO UFFICIALE – La notizia data in esclusiva da Moratti è stata ripresa ed ufficializzata dal sito neroazzurro che, con il seguente comunicato, dice addio a Gasperini:

  • “F.C. Internazionale comunica che stamane, al centro sportivo di Appiano Gentile, l’allenamento della prima squadra è stato diretto da Daniele Bernazzani e Giuseppe Baresi. La Società ringrazia Gian Piero Gasperini per l’impegno dimostrato nello svolgimento dell’incarico, manifestando il proprio rammarico per l’interruzione del rapporto tecnico”.

 

– GASPERINI ACCETTA LA DECISIONE – Sono arrivate anche le prime dichiarazioni da ex allenatore neroazzurro di Gasperini:

  • “I risultati alla fine determinano tutto. Sono molto dispiaciuto, il comunicato della società è il sintomo che si era instaurato un bel rapporto con loro e con la squadra, che si è dovuto interrompere. C’è molto rammarico da parte di tutti”.

 

– MORATTI E IL NUOVO ALLENATORE – L’ipotesi Baresi-Bernazzani è stata accantonata dal presidente Moratti che, fuori dalla sede della Saras, si è lasciato scappare un:  “Esclusa la soluzione interna”.

  • Tutte le strade sembrano condurre a Claudio Ranieri, ex allenatore di Chelsea, Valencia, Juventus e Roma; già nel pomeriggio il 60enne romano si dovrebbe vedere con il presidente neroazzurro per definire l’accordo: comunque annuale a mostrare, per l’ennesima volta, la poca fiducia della società verso gli allenatori.

 

AGGIORNAMENTO del 21 settembre 2011 ore 23: il nuovo allenatore dell’Inter è Claudio Ranieri, per i dettagli CLICCA QUI

 

Leggi anche:

Claudio Ranieri nuovo allenatore dell’Inter, ecco il successore di Gasperini

Esonero Gasperini: Ranieri, Rossi le alternative. Capello e Ancelotti i sogni inarrivabili. Roberto Baggio l’idea suggestiva

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here