Italia Serbia ed Irlanda del Nord qualificazioni Euro 2012, convocati ed analisi delle due sfide

Dopo la matematica qualificazione alla fase finale di Euro 2012 ottenuta grazie alle due vittorie, degli inizia di settembre, per uno a zero contro le Isole Far Oer e la Slovenia, la Nazionale Italiana guidata da Cesare Prandelli si trova per affrontare le ultime due sfide del girone: trasferta con la Serbia e partita casalinga contro l’Irlanda del Nord.

 

IL GIRONE DELL’ITALIA – Inserita nel girone C, la Nazionale Italiana in otto partite ha totalizzato 22 punti, in virtù delle sette vittorie e del pareggio ottenuto, nel match d’andata, contro l’Irlanda del Nord.

  • Gli otto punti di vantaggio sulla seconda, la Serbia, consentono agli Azzurri di poter affrontare con meno preoccupazioni la trasferta in quel di Belgrado. Nello stadio della Stella Rossa, il Marakana di Belgrado, le due nazionali si sfideranno venerdì 7 ottobre.
  • Il martedì successivo, l’11, sarà invece il momento del match interno contro l’Irlanda del Nord, unica squadra che è riuscita a non terminare sconfitta una scontro gli Azzurri. La gara si disputerà allo stadio Adriatico di Pescara.

 

I CONVOCATI DI PRANDELLI – Il commissario tecnico italiano, Cesare Prandelli, ha diramato nella serata di ieri le convocazioni in vista della doppia sfida contro Serbia ed Irlanda del Nord:

  • Portieri: Gianluigi Buffon (Juventus), Morgan De Sanctis (Napoli), Salvatore Sirigu (Paris Saint Germain).
  • Difensori: Davide Astori (Cagliari), Federico Balzaretti (Palermo), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Juventus), Mattia Cassani (Fiorentina), Giorgio Chiellini (Juventus), Domenico Criscito (Zenit S. Pietroburgo), Christian Maggio (Napoli).
  • Centrocampisti: Alberto Aquilani (Milan), Luca Cigarini (Atalanta), Daniele De Rossi (Roma), Claudio Marchisio (Juventus), Riccardo Montolivo (Fiorentina), Antonio Nocerino (Milan), Andrea Pirlo (Juventus).
  • Attaccanti: Mario Balotelli (Manchester City), Antonio Cassano (Milan), Sebastian Giovinco (Parma), Giampaolo Pazzini (Inter), Giuseppe Rossi (Villarreal).
  • Le novità sono rappresentate da Barzagli, chiamato in virtù del codice etico per la squalifica di Ranocchia, comunque infortunato e da Luca Cigarini, centrocampista dell’Atalanta che il ct considera un vice-Pirlo.
  • Niente Nazionale per il terzino destro rossonero Ignazio Abate che, per colpa di un affaticamento muscolare, non ha potuto rispondere “presente” alla convocazione del ct italiano.
  • Tra i delusi troviamo sicuramente Alessio Cerci; il laterale offensivo in forza alla Fiorentina ha mostrato una forma invidiabile in questo inizio di campionato e si sarebbe sicuramente meritato una convocazione, magari al posto dello stanchissimo  Cassano delle ultime partite.

 

VENERDI’ 7 CONTRO LA SERBIA – All’andata la scena fu dominata da Ivan Bogdanov e dai suoi seguaci che, in quel del Ferraris di Genova, scatenarono la loro violenza e la loro ignoranza regalando la vittoria a tavolino all’Italia.

  • Allo Stadion Crvena Zvezda, detto altresì il Marakana di Belgrado, il clima non sarà calmo e tranquillo: gli esagitati tifosi serbi sono però chiamati ad una prova di correttezza visto che tutti gli occhi saranno puntati su di loro.
  • È la stessa federcalcio serba a lanciare un monito ai “tifosi“ serbi: “Gli occhi dell’Uefa sono puntati su di noi, attenti a non sgarrare”; in un match dal clima incandescente sarà importante che gli Azzurri mantengano nervi saldi e non si facciano intimorire dalle eventuali e probabili provocazioni degli avversari.
  • Tra i convocati del ct serbo troviamo alcuni giocatori che militano come Stankovic,  Krasic e Ljajic o che hanno militato come Kolarov e Kuzmanovic nel nostro campionato. Altri giocatori di spicco sono sicuramente i difensori Subotic, Vidic e gli attaccanti Jovanovic e Pantelic.

 

IL PROGRAMMA DEGLI AZZURRI – Alle ore 12 di oggi la Nazionale Italiana si è ritrovata al Centro tecnico federale di Coverciano per preparare il doppio impegno.

  • Per martedì alle ore 16 è stata organizzata un’amichevole contro la Rappresentativa Under 20 di Lega Pro, mentre la partenza con direzione Belgrado avverrà giovedì 6 ottobre dopo il consueto allenamento mattutino.
  • Vista la necessità di non fare troppi esperimenti in quel del Marakana, la formazione che Prandelli dovrebbe schierare contro la Serbia è presto fatta: Buffon; Criscito, Chiellini, Barzagli, Maggio; Pirlo, Montolivo, De Rossi: Aquilani; Balotelli, Rossi.

 

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here