Lille Inter 0 a 1 Champions League, Pazzini fa respirare Ranieri

Ranieri, nella delicata sfida di Champions League contro i francesi del Lille, ritrova Sneijder e Thiago Motta. L’olandese viene schierato dietro le due punte, Pazzini e Zarate, mentre il centrocampista italiano agirà al fianco di Cambiasso e capitan Zanetti. In difesa, Maicon e Nagatomo sulle fasce con Lucio e Chivu in mezzo. In porta Julio Cesar.

 

 

La partita inizia subito forte: al 2’ traversone insidioso di Debuchy che, fortunatamente per i neroazzurri, non sortisce alcun effetto. La risposta dell’Inter non si fa attendere: un minuto dopo ci prova Sneijder su punizione; parata di Enyema.

 

Al 7’ è Pazzini ad avere una buona occasione da rete sui propri piedi: Lucio lancia l’attaccante italiano che aggancia in posizione regolare, ma si fa chiudere dal provvidenziale intervento di Chedjou.

 

Dopo questo inizio scoppiettante, il match entra in una fase di stanca dal quale si sveglia al 21’: anticipo di Nagatomo che scambia con Sneijder, l’olandese trova Zarate che crossa per Pazzini che, al volo, gonfia la rete. Gol scaccia crisi dell’Inter.

 

Il vantaggio neroazzurro sveglia nell’orgoglio i francesi che, un minuto dopo, si fanno vedere con Hazard; il gioiellino del Lille si libera a destra e mette in mezzo un tiro-cross che Chivu spedisce in corner.

 

In questa parte centrale della prima frazione di gioco, la squadra di Ranieri fatica a fronteggiare le azioni offensive del Lille: al 23’ è ancora Chivu a doverci mettere il piede per deviare una palla diretta a Sow. Tre minuti dopo è l’ex Chelsea Joe Cole a concludere da fuori: palla colpita malissimo.

 

Al 35’ si fa vedere Zarate: l’argentino supera agevolmente Basa con un dribbling e calcia con il mancino: la difesa francese riesce a chiudere, non senza apprensioni, in corner.
Il primo tempo si chiude con Sneijder che, al 43’, serve Zarate tutto solo davanti al portiere: il guardalinee chiama un fuorigioco inesistente.

 

La ripresa si apre con un’occasionissima per il Lille: retropassaggio assurdo di Nagatomo che favorisce Sow. Fortunatamente per l’Inter, Julio Cesar si getta sul pallone ed in uscita ferma tutto. Così come successo a Catania, anche in questa circostanza l’Inter sbaglia l’approccio e presta il fianco ai padroni di casa: al 50’ bomba di Sow che Julio Cesar disinnesca in due tempi.

 

Passano due minuti ed il Lille si rende ancora pericoloso: Hazard entra in area e viene sbilanciato da Nagatomo. Webb non fischia il calcio di rigore, ma il laterale nipponico dell’Inter ha rischiato seriamente di commetere fallo da penalty.

 

Al 61’ altra occasione da rete per il Lille: Balmont, solo in area contro Lucio, calcia a botta sicura ma è costretto a vedere il suo tiro finire in corner. Provvidenziale il tackle difensivo del difensore brasiliano.

 

Ranieri, due minuti dopo, compie la prima sostituzione: dentro Obi al posto di un attivo e brioso  Zarate. Il tecnico testaccino lancia un messaggio alla propria squadra: difendiamoci e puntiamo al contropiede.

 

Monologo dei campioni di Francia uscenti: al 65’ gran tiro mancino di Payet. Julio Cesar vola e smanaccia in corner. Dopo questa nuova offensiva del Lille, Ranieri decide di togliere Sneijder ed inserisce il serbo Stankovic. Ora l’Inter ha un problema in più: non c’è nessuno in grado di supportare il “Pazzo”.

 

Nell’assolo francese, al 70’ c’è un bagliore neroazzurro: Maicon serve Stankovic che, dal limite dell’area, calcia senza pensarci su. Il nigeriano Enyeama si salva in corner. La risposta, pronta, del Lille arriva al 76’: altro miracolo di Julio Cesar sul solito Sow.

 

A dieci dalla fine Ranieri si gioca l’ultima carta: fuori Pazzini e dentro il più fresco Milito. Negli ultimi minuti la forza offensiva del Lille si spegne. Il match viene deciso dalla rete dell’ex punta della Sampdoria al 21’.

 

Questa vittoria tanto fondamentale quanto sofferta, consente all’Inter di trovare la vetta del proprio girone, il B, con sei punti distanziando la coppia Cska Mosca e Trabzonspor ferma a quattro. Il Lille resta fanalino di coda con soli due punti conquistati.

 

Nel prossimo turno, il 2 novembre, l’Inter ospiterà a San Siro la squadra francese di Garcia. Ma ora è necessario trovare la forza e la concentrazione per ripartire anche in campionato: domenica alle ore 15.00 i neroazzurri riceveranno il Chievo che, dopo la vittoria contro il Napoli ed il pareggio contro la Juventus, vuole confermarsi la vera ammazza grandi della Serie A.

 

L’altra italiana impegnata nella serata odierna in Champions League, il Napoli, ottiene un importante pareggio in casa contro il Bayern Monaco. Gol di Kroos al 2’ e pareggio partenopeo grazie all’autorete di Badstuber al 39’. Nella ripresa rigore sbagliato per il cannoniere tedesco, Mario Gomez. Con questo pareggio la squadra di Mazzarri rimane al secondo posto del proprio girone a quota 5, a due punti di distacco dalla capolista Bayern. Dietro il Manchester City di Mancini a quota 4 ed il Villareal che non ha totalizzato alcun punto.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here