Trabzonspor – Inter 1 a 1 Champions League, il pareggio porta Ranieri agli Ottavi

I neroazzurri allenati di Ranieri iniziano il match sapendo già il risultato finale dell’altra sfida del girone: il Lille, in quel di Mosca, ha battuto il Cska per 2 a 0 proiettandosi a cinque punti al pari dei russi. Ranieri, nonostante la quasi matematica qualificazione, decide di schierare i migliori: si rivedono Nagatomo e Chivu sulle fasce, mentre in mezzo spazio a Lucio e Samuel. A centrocampo dentro Cambiasso, Stankovic e capitan Zanetti con Alvarez e Zarate a supportare Milito.

 

La prima occasione del match arriva dopo pochi secondi: percussione sulla destra di Celustka, man of the match della gara d’andata; la palla termina sul fondo. Dopo questa fiammata iniziale il match si spegne fino al 16’ quando, una ingenuità di Lucio, regala un’ottima chanche per Yilmaz; pallonetto del turco bloccato da Julio Cesar.

 

La risposta dei neroazzurri è rapidissima: al 18’ arriva il vantaggio firmato Ricky Alvarez. Uno-due con Milito e conclusione con il piatto sinistro. È la prima rete per il giovane argentino arrivato ad Appiano Gentile la scorsa estate.

 

Dopo il vantaggio i neroazzurri hanno un attimo di sbandamento e lo pagano caro: al 21’ è ancora Yilmaz a scappare via a Lucio ed impensierire Julio Cesar. Mentre due minuti dopo è il gran tiro di Altintop, con deviazione di Samuel, ad insaccarsi alle spalle del portiere brasiliano. Pareggio ripristinato.

 

La squadra di Ranieri si dimostra caparbia ed al 26’ va vicina al secondo gol: Zarate va via sulla sinistra e, dopo essersi accentrato, pesca Milito in area che, trattenuto, non riesce ad arrestare il pallone.

 

La replica turca è tutta nel gran tiro di Alanzhinho: Julio Cesar si supera deviando in tuffo. Il primo tempo si chiude con l’occasione di Samuel che, al 46’, in area cerca una deviazione in grado di mettere fuori tempo Tolga: nulla di fatto.

 

La ripresa inizia con gli stessi effettivi e con Alvarez sempre più al centro del gioco neroazzurro: ottima partita quella disputata dal giovane argentino che mostra continuità dopo l’ottimo e decisivo ingresso nel match contro il Cagliari di sabato sera.

 

Al 55’ doppia occasione per il Biscione: prima Zarate crossa in mezzo dove nessuno raccoglie, poi Stankovic con una voleé delle sue cerca di sorprendere Tolga. Tuffo del portiere del Trabzonspor che devìa in angolo.

 

Al 58’ brutto episodio che coinvolge l’ivoriano Zokora: brutto e gratuito fallo su Stankovic e risata alquando sgradevole che imbestialisce, a ragione, il serbo. Dopo due minuti altra occasione per la squadra del presidente Moratti: Zarate viene fermato da Tolga prima e da Glowacki, sulla linea, poi.

 

Al 68’ primo cambio per Ranieri: fuori un ancora spento Zarate e dentro il baby Coutinho, chiamato a riproporre l’ottima prova di sabato a San Siro contro i rossoblu di Sardegna. Al 71’ contropiede dei padroni di casa che arrivano al tiro con Alanzinho: fuori di un nulla.

 

Al 74’ prima fiammata di Coutinho: come nella rete contro il Cagliari, tiro a giro dopo essersi accentrato da sinistra. Palla di poco a lato. Pronta risposta dei padroni di casa che colpiscono un palo con Mierzejweski su cross di Celustka.

 

All’84’ Ranieri decide di inserire Pazzini al posto di un deludente Milito; la punta argentina, nonostante la rete nella precedente sfida europea contro il Lille, non è riuscita a farsi trovare pronta. Le sue quotazioni sono in costante calo.

 

All’88’ terza ed ultima sostituzione per il tecnico testaccino: esordio europeo per Faraoni che sostituisce il miglior in campo di questa sera, Ricardo Alvarez.

 

Complice la vittoria in trasferta del Lille sul campo del Cska Mosca, il pareggio in terra turca di questa sera consente all’Inter di salire a 10 punti e di mantenersi a + 4 sulla diretta inseguitrice, proprio il Trabzonspor. Ferme a 5 Cska e Lille. Primo posto messo in cassaforte e qualificazione agli Ottavi raggiunta matematicamente. Ora sotto con la trasferta di Siena di domenica pomeriggio.

 

L’altra italiana in campo questa sera, il Napoli, riesce ad avere la meglio al San Paolo contro il Manchester City: 2 a 1 il finale e qualificazione ad un passo. Comanda il girone il Bayern Monaco a quota 13, segue la squadra allenata da Mazzarri ad 8 e quella di Mancini ferma a 7. Fanalino di coda il Villareal con 0.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here