Milan: Gattuso ed Inzaghi lasciano, Thiago giura amore e Pato riparte dal Brasile

Ieri è stato il giorno di Alessandro Nesta; oggi quello di Gennaro Gattuso e Filippo Inzaghi. Il ricambio generazionale in casa Milan prosegue senza sosta ed i supporters del Diavolo vedono altri due campioni ‘disfarsi’ della casacca rossonera. Non ci sono solo i rinnovi dei senatori in via Turati; tiene banco anche la questione Pato mentre, delle soddisfazioni, arrivano da Thiago Silva e dalle sue parole.

 

GENNARO IVAN GATTUSO: UN ALTRO PEZZO DI CUORE CHE SE NE VA – Ai giornalisti appostati fuori dalla sede del Milan che gli chiedevano l’esito dell’incontro con Galliani, Gennaro Gattuso ha così risposto: “E’ andata che Galliani mi ha lasciato con il CD di Fausto Leali, con la canzone mi manchi. Domani faremo una conferenza stampa a Milanello”.

– Parole inequivocabili quelle del Ringhio rossonero che, poi, precisa: “Farò un anno fuori, è stato un arrivederci e l’anno prossimo vediamo. Non ho nulla in ballo al momento. E’ arrivato il momento di dare spazio agli altri. Il Milan ha fatto molto di più di quello che ho fatto io ed è arrivato il momento di mettersi da parte”. Ed il futuro? “Dove vado? Non lo so, non ho in ballo niente”.

– Arrivato a Milanello nell’estate del 1999, dopo le parentesi con Perugia, Rangers e Salernitana, ci ha messo veramente poco per conquistare, con la sua grinta inconfondibile, tutto il popolo rossonero.

– “Il mio Pallone d’oro è rubare più palloni possibile”: è questa la frase simbolo di uno degli uomini più rappresentativi del Milan degli ultimi decenni; con i rossoneri ha vinto tutto: 2 scudetti, 2 Supercoppe Italiane, 1 Coppa Italia, 2 Champions League, 2 Supercoppe Europee ed un Mondiale per Club. Un palmares che in pochi possono vantare.

 

FILIPPO INZAGHI: UNA LETTERA D’AMORE ROSSONERO – “Tutte le cose che state per leggere saranno sempre seconde, rispetto ad una. La prima e unica cosa che voglio che voi sappiate per sempre è questa: ho giocato e vinto per Noi. Giocare e vincere senza condividere le emozioni è nulla, invece io e voi, noi, abbiamo fatto tutto insieme. Abbiamo sperato, abbiamo sofferto, abbiamo esultato, abbiamo gioito. E abbiamo alzato le coppe e gli scudetti insieme ai nostri cuori. Siamo sempre stati sulla stessa lunghezza d’onda. E questo non ce lo toglierà mai nessuno”.

– C’è poco da aggiungere alla lettera scritta da Filippo Inzaghi ed indirizzata a tutti i milanisti. Anche SuperPippo, autore di 125 reti con la maglia rossonera, dal prossimo 30 giugno 2012 non sarà più un giocatore del Diavolo.

– Per lui, contro il Novara, ci sarà la partenza dal 1’: San Siro lo aspetta. Le 300 partite in rossonero sono un record che rimarrà negli annali. Così come l’impressionante bacheca vinta, per intero, da totale protagonista.

 

E PATO? PARTE O RESTA? – Alexandre Pato, nella stagione che si avvia alla conclusione, si può dire di non essere mai stato disponibile; poche le presenze, appena 18, e minime le reti, solamente 4.

– Il Papero, dopo l’ennesimo stiramento, è pronto a ripartire. E, questa volta, toccherà alla Nazionale del Brasile farlo decollare. Il ct verdeoro, Mano Menezes, ha convocato il giovane rossonero per le amichevoli contro Danimarca (26 maggio), Usa (30 o 31 maggio), Messico (6 giugno) ed Argentina (9 giugno).

– Intanto arrivano dalla Francia notizie interessanti; Carlo Ancelotti, interpellato sulla serie di ‘senatori’ rossoneri che lasciano Milanello, non ha esitato a commentare la situazione del Papero: “Ne abbiamo già parlato a gennaio, penso che il discorso si riaprirà a giugno”.

 

CHIUDIAMO IN BELLEZZA: THIAGO SILVA – Dopo la settimana ricca di addii e di commiati c’è chi inizia a pensare che domenica, contro il Novara alle 15, la squadra possa scendere in campo pensando ad altro. E dopo i pensieri tristi dati dall’ufficialità degli abbandoni di Nesta, Gattuso ed Inzaghi, eccone uno ‘romantico’:

– Thiago Silva smorza le insistenti voci che lo vorrebbero al Barcellona dalla prossima stagione: “I tifosi dicono che sono l’erede di Baresi? Fa piacere essere accostato a un campione come lui ho grandi motivazioni per fare bene. Voglio ripetere la storia che Franco ha scritto con questa maglia. Con l’addio di Nesta perdiamo tanto e sarà bello avere la responsabilità, ma al Milan ci sono giocatori di qualità pronti a vincere”.

– Un’altra buona notizia, in questo senso, arriva dall’Inghilterra; cosa intendiamo? Il club guidato, ancora per pochi giorni, da Josep Guardiola sta per annunciare la conclusione degli affari con il gallese Gareth Bale; il laterale del Tottenham verrà acquistato per una cifra attorno ai 40 milioni. Il buon esito di questa trattativa fa si che i blaugrana, ora intenzionati ad acquistare una punta (Llorente su tutti), possano effettivamente mollare la presa su Thiago Silva.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

Leggi anche:

Calciomercato Milan 2012, il saluto di Alessandro Nesta, Ambrosini e Flamini rinnovano, Inzaghi lascia, Gattuso non si sa, Traoré arriva

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here