Milan Novara 2 a 1 Serie A 38esima giornata, capolavoro di Inzaghi

Un copione perfetto: rossoneri in svantaggio che vincono grazie ad una rete di Inzaghi. È successo molte volte in questi ultimi anni, ma ciò che capita oggi resterà negli annali del Diavolo. San Siro abbraccia Nesta, Zambrotta, Gattuso, Van Bommel, Seedorf ed esplode per SuperPippo. La sua rete regala tre punti, gli ultimi del campionato 2011/12.

 

Inizia l’ultimo atto della stagione; domenica scorsa abbiamo assistito alla vittoria dello scudetto della Juventus, in settimana abbiamo visto ufficializzarsi gli addii di Alessandro Nesta, Filippo Inzaghi, Gennaro Gattuso, Mark Van Bommel e Clarence Seedorf. Oggi sarà la loro giornata: il pubblico di San Siro tributerà loro l’ennesimo abbraccio.

 

Allegri, per la sfida interna contro i piemontesi, si affida ad Ibrahimovic, Cassano e Boateng davanti. A centrocampo dentro Seedorf con capitan Gattuso ed Aquilani ai lati. In difesa spazio a Zambrotta, Mexes, Yepes e Mesbah. Amelia tra i pali.

 

Tesser, invece, dice ‘arrivederci’ alla Serie A dopo aver onorato alla grande questa gloriosa esperienza. Fontana tra i pali con Morganella, Lisuzzo, Centurioni e Garcia in difesa. In mezzo al campo trovano posto Porcari, Pesce, Gemiti e Rigoni. In avanti dentro Jeda e Caracciolo.

 

Dopo venti secondi subito avanti gli ospiti: Porcari va via sull’out mancino e cerca in mezzo Caracciolo; Yepes e Mexes riescono a rinviare. I rossoneri si fanno vedere al 3’: buono scambio tra Ibrahimovic e Mesbah che, però, non si conclude in modo pericoloso. Palla tra le braccia di Fontana.

 

Passano quaranta secondi ed il Novara va in gol: cross dalla destra di Rigoni e colpo di testa di Jeda che si infila all’angolino destro della porta difesa da Amelia. La terna, però, annulla giuistamente per un fuorigioco dell’ex Cagliari. Continua l’arrembaggio dei piemontesi: al 4’ bel tiro dalla distanza di Porcari; Amelia blocca.

 

Al 10’ Allegri si trova costretto a dover effettuare il primo cambio: fuori Boateng che poco prima aveva subito una botta al collo del piede destro e dentro Flamini. Ora sarà Seedorf a posizionarsi dietro le due punte.

 

Un minuto dopo bellissima serpentina di Cassano dal lato destro dell’area e assist in mezzo per Ibrahimovic; la difesa ospite spazza. Sugli sviluppi, dal limite dell’area, tiro di Seedorf. Palla in angolo.

 

La supremazia della squadra di Tesser si concretizza al 20’: punizione di Rigoni, incertezza della difesa rossonera e rete di Garcia. Altra amnesia difensiva del Milan, dopo quelle messe in mostra nella stracittadina di domenica scorsa.

 

Al 24’ altra disattenzione della retroguardia di Allegri: Caracciolo, in semi-rovesciata, non riesce ad imprimere forza al pallone ed Amelia riesce a bloccare. Il Diavolo ci prova al 25’: è Ibrahimovic, pescato sulla linea di fondo campo, a regalare un buon pallone a Zambrotta che, di sinistro, non trova la porta per una questione di centimetri.

 

Al 27’ ottima chance per Seedorf per pareggiare; il tiro dell’olandese, da posizione ravvicinata, si spegne ampiamente a lato. Novara nuovamente avanti al 31’: punizione dalla destra di Rigoni e colpo di testa di Caracciolo: palla sopra la traversa. È sempre la squadra ospite a fare la partita.

 

Al 42’ erroracci di Gattuso, Zambrotta e Mesbah che favoriscono Rigoni; il capitano novarese, dalla destra, rientra e va al tiro. Palla alta. Al 46’ Aquilani fallisce il pareggio da un centimetro dopo il bel cross di Mesbah. È questa l’ultima occasione da rete di un primo tempo dove c’è stata una sola squadra in campo: il Novara.

 

La ripresa inizia senza alcun cambio da entrambe le parti. I rossoneri, però, sembrano essere più determinati. Buona opportunità, al 52’, ma su calcio di punizione: bel destro ad effetto di Seedorf che lambisce il palo alla sinistra di Fontana.

 

Al 54’ si fa vedere, per la prima volta del match, Ibrahimovic; lo svedese si gira al limite dell’area ed esplode un bel tiro. Fontana si rifugia in corner. Il buon inizio viene premiato al 55’: Cassano, dalla sinistra, vede l’inserimento di Flamini che buca la retroguardia piemontese e supera Fontana con un angolato rasoterra.

 

Il pareggio ristabilito sveglia il Diavolo che sfiora il vantaggio due minuti dopo con Seedorf; l’olandese, sugli sviluppi di un corner, si libera di un avversario e va al tiro con il mancino. Palla che termina sulla rete esterna della porta.

 

Il Novara si rende pericoloso al 62’ con un contropiede Rigoni che si fa tutto il campo prima di calciare a lato. Al 65’ primo cambio per Tesser: esce Caracciolo ed entra Radovanovic. Un minuto dopo un boato di San Siro saluta l’ultima di Inzaghi: SuperPippo entra al posto di Cassano.

 

Pippo Inzaghi si fa subito vedere in area; al 72’ è Seedorf a trovarlo con un bel pallonetto, ma l’italiano scivola e manca l’impatto con la sfera. Ogni attacco del Milan viene studiato per far segnare Inzaghi.

 

All’81’ arriva il momento di Nesta: il difensore romano prende il suo personale tributo entrando in campo al posto di Aquilani.

 

Il momento più bello della giornata arriva all’82’: i rossoneri ribaltano il risultato grazie ad una bellissima rete di Inzaghi. Lancio perfetto di Seedorf e Super Pippo la gira in rete superando Fontana in uscita. San Siro esplode: da pelle d’oca.

 

Anche Seedorf vuole fortemente la rete: all’88’ ci prova nuovamente su punizione; ancora una volta sfera che lambisce il palo. È l’ultima azione pericolosa di un match che ha regalato davvero molte emozioni.

 

La stagione del Diavolo, con la vittoria odierna, si conclude a 80 punti. Quattro in meno della capolista Juventus. Oggi, però, poco importa la classifica: è l’ora di dare il giusto tributo a campioni del calibro di Alessandro Nesta, Gianluca Zambrotta, Mark Van Bommel, Gennaro Gattuso, Clarence Seedorf e Filippo Inzaghi.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here