Emporio Armani Milano – Umana Venezia 89-83 Gara 2 play-off di basket

Milano – Che il basket fosse uno sport altamente spettacolare lo si sapeva già, al Forum di Assago,infatti, è successo di tutto. Quaranta minuti di puro show tra due formazioni affamate di vittoria. Nessuna a disposta a cedere il passo all’altra. Però, alla fine, una delle due doveva spuntarla. Ce l’ha fatta l’Olimpia Milano dopo un finale di gara al cardiopalmo.

L’Emporio Armani , dunque,  si porta sul 2-0 in gara 2 dei play-off. Come Siena, Cantù e Sassari, i meneghini vedono vicine le semi-finali. Martedì gara 3 a Treviso, “in casa” della Reyer Umana Venezia.

Young (Venezia) è il top player della serata con 21 punti realizzati, non a caso i lagunari hanno dato del filo da torcere ai padroni di casa fino agli ultimi 30”. Ioannis Bourousis, invece, è il trascinatore biancorosso con 20 realizzazioni. Omar Cook tra i migliori in campo con ben 5 assist.

L’EA 7 parte forte nei primi dieci minuti di gara. La qualità del roster di Scariolo fa la differenza. Milano recupera subito uno svantaggio: ai canestri di Young e Slay replicano Bourousis e Mancinelli. Da lì in poi monologo meneghino: Mancinelli, Hairston e Bourousis prendono per mano la squadra conducendo il roster meneghino sul 26-18 al termine del primo quarto.

Bourousis va subito a canestro nel secondo periodo. Young con una tripla e Clark, portano Venezia a meno 5 punti. L’EA 7 mantiene il vantaggio dall’avversario: Dentmon va a canestro con due liberi, Bourousis sigla cinque punti.

Nove, quindi, le lunghezze di vantaggio per i meneghini. Young e Rosselli vanno a canestro per i veneti, Bowers sigla due liberi mentre sempre Young chiude il secondo quarto sul 45-40 in favore dell’Olimpia Milano.

Dopo venti minuti in cui Milano non ha particolarmente faticato a gestire la gara, nei restanti due quarti viene fuori la formazione allenata da Mazzon, che fino al termine darà del filo da torcere ai padroni di casa.

Inizialmente Milano mantiene sei punti di vantaggio grazie ad Hairston e Bourousis. Bowers sigla quattro punti consecutivi, Venezia va a -3, ma Cook firma l’unico canestro della serata piazzando una tripla. L’ Olimpia allunga a +8 prima di subire la rimonta veneta.

Hairston piazza il 64-56 in favore dei biancorossi. Parte la riscossa della Reyer dopo il time-out chiamato da Mazzon. Young firma quattro punti, Bowers e Clark consentono ai veneti di pareggiare grazie alla bomba da tre di quest’ultimo (65-65). Sul finire di terzo quarto, Rosselli ribalta il parziale in favore dei suoi: 67-65 Venezia.

Nell’ultimo quarto accade di tutto. Partita giocata punto a punto e combattuta fino all’ultimo rimbalzo. Gentile e Fotsis pareggiano il conto, dopo il canestro di Clark. Mancinelli porta Milano in vantaggio. Young ribalta il parziale. Rocca sigla due tiri liberi.

In un momento di gara in cui ogni canestro vale il vantaggio dell’una o dell’altra squadra, Hairston realizza due liberi per il nuovo vantaggio meneghino: 81-79. Young consente nuovamente a Venezia di andare in vantaggio, mentre Rocca dalla lunetta sigla due liberi(83-83). Fotsis realizza altri due tiri dalla lunetta, così come Gentile a 10” dal termine. Venezia non riesce a risalire la china, l’ultimo possesso consente a Gentile di chiudere il match sul 89-83 in favore dell’EA 7 Milano.

Risultati – Come in gara 1 il fattore campo ha dato una mano alle squadre. Siena ha vinto contro Varese per 88-72. Sassari centra il colpo all’Over Time contro Bologna andando sul 2-0 nella serie (88-86). La Bennet Cantù asfalta la Scavolini Pesaro al Pianella per 74-47. Milano va sul 2-0 dopo una gara intensa.

Montepaschi Siena – Cimberio Varese 88-72 (2-0)
Banco di Sardegna Sassari – Canadian Solar Bologna 88-86 (2-0)
Bennet Cantù – Scavolini Pesaro 74-47 (2-0)
EA 7 Milano – Umana Venezia 89-83(2-0)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here