Calciomercato Inter e Milan tra Silvestre, Destro, Maicon e Sneijder e sorprese su Thiago Silva

Il calciomercato estivo delle due milanesi sarà all’insegna del ribasso. Dopo le inquietanti e, per certi versi, inaspettate parole di Marco Branca di giovedì 21 giugno 2012, ieri sono arrivate anche quelle di Massimo Moratti. In casa rossonera, invece, non se la passano certo meglio: la campagna acquisti non prevede un budget e, dalle ultime notizie, anche la permanenza di Thiago Silva sembra tornare in bilico. Scopriamo tutto.

 

LE PAROLE DI BRANCA E MORATTI – “Dobbiamo fare delle scelte dolorose, che possono pesare dal punto di vista economico e portare frutti nel giro di qualche stagione. Purtroppo certi costi sono diventati insostenibili”: sono queste le parole con cui, Marco Branca, ha esordito nel tardo-pomeriggio di giovedì 21 giugno 2012.

– In diretta a ‘Tele Radio Stereo’, il dirigente neroazzurro ha espresso quello che Galliani dice da anni: “In confronto alle più grandi società d’Europa come le spagnole, il City, lo United e il Chelsea, abbiamo gli stessi costi ma di fatto la metà dei ricavi. Quindi dobbiamo fare scelte anche dolorose da un punto di vista economico. Ma necessarie”.

– Aggiugendo poi che il ritardo nelle operazioni di non è dato dagli Europei, ma “da questioni economiche”. Chiaro sul discorso acquisti: “Le questioni economiche sono condizionanti. Silvestre? Prima dobbiamo vendere”.

– E allora quale sarà il futuro? Branca tranquillizza i tifosi: “Il nostro sforzo sul mercato è per dare ai nostri tifosi una squadra competitiva. Questo è il nostro obiettivo da perseguire entro fine agosto”.

– Alle parole di Branca seguono, martedì 26 giugno 2012, quelle del presidente Moratti; netto e laconico come non mai: “Non c’è proprio niente di mercato, non c’è nulla da dire. Prima le cessioni? Certamente…”.

 

E ALLORA? CHE MERCATO SARA’? – Quello che bisognava fare subito lo si è fatto. Il riscatto di Fredy Guarin ed Andrea Poli e l’acquisto di Rodrigo Palacio lasciava presagire un calciomercato, finalmente, scoppiettante in casa neroazzurra.

– Se a questi tre colpi in entrata aggiungiamo i proclami su Mauricio Isla, Ezequiel Lavezzi e Sebastian Giovinco, che dire: si stava creando una squadra da sogno. Ed invece? Nulla di fatto. L’argentino è finito al Psg, mentre il cileno e l’italiano sono stati ufficializzati dalla Juventus.

– I grandi rifiuti, però, rischiano di non finire qui; dopo Isla, Lavezzi e Giovinco, un altro giocatore in orbita di Moratti potrebbe finire altrove. Stiamo parlando di Mattia Destro. La situazione sul giovane attaccante del Siena, come riferisce lo stesso Marco Branca, si è decisamente complicata nelle ultime ore: “Tempo fa avevamo impostato con il Genoa un discorso per entrare nella compartecipazione di Mattia Destro, giocatore che conosciamo bene. Ora però dobbiamo tornare al discorso delle valutazioni, perché a Destro pensiamo, ma dobbiamo sempre mettere davanti il prezzo del cartellino”.

– Sulla punta attualmente in comproprietà tra Genoa e Siena è piombata con decisione la Roma, desiderosa di un vice Osvaldo e la Juventus, che sta prendendo coscienza del fatto che il top player immaginato difficilmente approderà a Torino.

 

LE DECISIONI ‘DOLOROSE’ DI BRANCA – Se il mercato in entrata è bloccato da quello in uscita, è forse meglio parlare del secondo piuttosto che del primo. I sogni li conosciamo bene: Handanovic, Silvestre, Debuchy, Sahin, Mudingay e Destro. La realtà, però, dice che bisogna fare i conti con Julio Cesar, Maicon, Ranocchia e Snejider.

– “Quest’anno dobbiamo fare delle scelte che possano pesare dal punto di vista economico e che possano portare frutti nel giro di qualche stagione”; nelle parole del direttore dell’area tecnica neroazzurra si può forse leggere il riassunto del mercato interista.

– C’è bisogno, come fatto nel 2009 con Ibrahimovic, nel 2010 con Balotelli e nel 2011 con Eto’o, di qualche cessione illustre. I papabili sono i soliti: i brasiliani Julio Cesar e Maicon, che potrebbero aver mercato al Mancheter United il primo ed al Real Madrid (o Psg) il secondo e l’olandese Sneijder, che potrebbe interessare al Chelsea di Di Matteo.

– A questo trio si è aggiunto, negli ultimi giorni, il nome di Andrea Ranocchia. Il giovane difensore italiano, classe ’88, è arrivato ad Appiano Gentile nel gennaio del 2011 e, inizialmente, sembrava poter diventare il nuovo Bergomi.

– Dopo le 26 presenze messe a segno, in sei mesi, sotto la gestione Leonardo (tra l’altro condite da 1 gol e dalle sfide europee contro Bayern Monaco e Schalke 04), il difensore ex Bari è stato accantonato dal trio Gasperini-Ranieri-Stramaccioni.

– Nell’ultima stagione, infatti, ha collezionato solamente 17 presenze; poco più della metà di quanto aveva fatto registrare nella stagione precedente, dove aveva a disposizione solamente 5 mesi su 10.

– Sul centrale difensivo sembra esserci la Juventus che, però, si è vista rifiutare la proposta di 12 milioni di euro fatta pervenire alla società del presidente Moratti.

 

MILAN: UN CENTROCAMPISTA ‘ACQUISTATO’ ED UNO MULTATO – Continua, invece, il parziale rinnovamento della mediana rossonera. Dopo gli acquisti di Constant, Montolivo e Traorè, Galliani ha ufficializzato il ritorno di Flamini.

– Il francese, che con il Diavolo ha disputato 100 partite in quattro stagioni, dopo diverse settimane di stand-by ha deciso di accettare la proposta al ribasso pervenutagli dall’ad milanista: 1,4 milioni di euro netti all’anno fino a giugno 2013.

– Non finisce qui però; la rottura del crociato rimediata da Muntari è costata cara non solo alla società di via Turati, che ha dovuto ingaggiare Kevin Constant in prestito con diritto di riscatto, ma anche allo stesso ghanese che, prontamente, si è visto recapitare una multa dal Diavolo: ingaggio portato ad 1,3 milioni di euro rispetto ai precedenti 3 milioni.

 

THIAGO SILVA: CI RISIAMO – Era la tarda serata di giovedì 14 giugno 2012 quando un comunicato del canale tematico rossonero, Milan Channel, annunciava che Silvio Berlusconi aveva deciso di trattere a Milanello Thiago Silva. Niente trasferimento al Psg per il centrale difensivo.

– L’offerta irrinunciabile era stata declinata; dopo il facile entusiasmo per la notizia, però, erano apparse fulminee le parole dell’agente del brasiliano: “Se il Milan non ha interesse nel vendere Thiago Silva al Psg, ho la certezza che la società rossonera riconoscerà il suo valore e farà uno sforzo molto grande per dare a Thiago un nuovo contratto, come quello percepito dal giocatore più valutato ad oggi della rosa del Milan”.

– Ecco fatto; Paulo Tonietto, procuratore del difensore rossonero, ha bussato ieri alle porte di via Turati presentando una richiesta di aumento a 7,5 milioni di euro. I conti li avevamo fatti già nell’articolo del 15 giugno 2012: un salasso per la famiglia Berlusconi che dall’incassare 45 milioni di euro passa al doverne versare 35.

– Uno spread notevole se si conta che il centrale più forte al mondo, attualmente, guadagna 4 milioni di euro netti; facile fare i conti: 3,5 milioni di euro in più che, al lordo, diventano 7 i quali vanno moltiplicati per cinque anni. In totale fanno, appunto, 35 milioni di euro.

– Ed ora cosa faranno il patron rossonero ed il suo fido Galliani? Difficile sbilanciarsi; ai prossimi giorni l’ardua sentenza.

 

INTER E MILAN: NO $, NO COMPRI – Una cosa è certa; iniziamo a non lasciarci illudere dai nomi altisonanti che vengono ripetutamente associati alle due milanesi.

– Difficile, per entrambe, concludere colpi che prevedano l’esborso di cifre superiori ai 15 milioni di euro. L’unica alternativa, per entrambe, è quella di vendere. Le parole di Branca e Moratti, che valgono anche per il Diavolo, lo testimoniano.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o siete interessati ad ulteriori informazioni sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni per qualsiasi vostra esigenza economica, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Maxischermo europei 2012 Milano piazza del Duomo, non solo la postazione in piazza Beccaria

Maxischermo Europei 2012 Milano piazza Beccaria 8 giugno – 1 luglio, villaggio sport, campo da calcio gratuito, djset, orari e info

Europei 2012, calendario e gironi completi, formazioni, tabelle riassuntive, dichiarazioni di Prandelli

Thiago Silva resta al Milan, Berlusconi ha deciso di non venderlo

Silvestre all’Inter, trattative per Destro, Giovinco finisce alla Juventus

Acerbi e Constant al Milan, Muntari si infortuna, Boateng, Robinho ed Ibrahimovic restano

 

Matteo Torti

1 COMMENTO

  1. Quando Berlusconi ha trattenuto Thiago Silva per furor di popolo ho commentato in un articolo che lo faceva solo perchè i tifosi sono anche elettori ma che doveva aspettarsi richieste forti.Puntualmente,le richieste sono arrivate.Come la mettiamo ora Berlusconi?Giancarlo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here