Lucas, Destro e Paulinho sfumano dall’Inter; confermato Mudingayi mentre si pensa a Ramirez; news e curiosità del calciomercato

Anche il calciomercato si riscopre romantico; i flirt nascono, si sviluppano e non sempre si concludono con il ‘matrimonio’. In molti casi, come sa bene l’Inter, bisogna dirsi addio: è il caso, tralasciando i precedenti con Isla, Lavezzi e Giovinco, di Destro, Paulinho e Lucas. Il nome nuovo della dirigenza del Biscione è Gaston Ramirez. Il motivo? Molto semplice, l’aspetto economico.

 

UN MERCATO BLOCCATO – Basta guardare la lista dei convocati per il Trofeo Tim per cercare di capire chi, all’Inter, rientra nei piani per la prossima stagione, e chi è ufficiosamente, ma ormai anche ufficialmente, sul mercato.

– Le risoluzioni di contratto con Lucio e Forlan ed il mancato riscatto di Poli e Zarate non sono sufficienti per finanziare la prossima campagna acquisti. C’è bisogno di ‘cessioni dolorose’, come affermò Marco Branca ormai un mese fa.

– Dalla lista dei convocati per la classica dell’estate italiana, spiccano le assenze di giocatori come Julio Cesar, Maicon, Stankovic, Castaignos e Pazzini. Wesley Sneijder, rientrato alla Pinetina da pochi giorni, è arruolato ma più per strategia che per reale convinzione.

– Gli stessi protagonisti del mercato neroazzurro lo hanno più volte confermato: prima le cessioni e poi gli acquisti. Ed ecco spiegato il motivo del perché, negli ultimi giorni, il mercato in entrata all’Inter risulti essere bloccato.

– Per poter ambire a tesserare qualche nuovo giocatore, sarà necessario riuscire a piazzare i cinque in esubero. Su Julio Cesar si è fatta avanti la Roma, ma l’ingaggio del brasiliano è eccessivamente elevato (4,5 milioni di euro netti all’anno); sul terzino verdeoro sembrava esserci il Chelsea che, però, sta temporeggiando, ancora, per l’elevato emolumento percepito. Su Castaignos sembra esserci il Twente, che però difficilmente arriverà ai 7 milioni richiesti. Discorso decisamente più complesso per quanto riguarda Stankovic e Pazzini.

 

AUMENTA LA LISTA DEI ‘NO’ – Dopo, in ordine, Lavezzi, Isla e Giovinco, la società di corso Vittorio Emanuele vede aumentare i ‘no’ ricevuti da, più o meno, i big del nostro calcio. Questa volta tocca ad un italiano, Mattia Destro, e a due brasiliani, Paulinho e Lucas.

Iniziamo da Mattia Destro. L’attaccante, classe ’91, sembra essere ad un passo dalla Roma di Zeman che, al Genoa, ha offerto 5 milioni di euro per il prestito con un riscatto fissato a 7 più la metà del giovane Piscitella. Il problema, secondo quanto dichiarato da Preziosi venerdì 20 luglio 2012, sembra essere l’ingaggio: “E’ scandaloso l’ingaggio che ha chiesto, le cifre sono eccessive. Deve ancora dimostrare il suo valore. La trattativa mi ha nauseato, ora si è arenata. Se non si risolve a breve, non lo voglio. O Roma o Siena. Io l’ho promesso alla Roma”.

– La giovane punta italiana, in realtà, preferirebbe la Juventus data la possibilità di cimentarsi da subito in Champions League; i giallorossi, però, hanno un progetto molto ambizioso e possono vantare un tecnico in grado di lavorare molto bene con i giovani.

Stessa sostanza per Paulihno. Il centrocampista del Corinthians, fresco vincitore della Libertadores, non si muoverà dal club verdeoro, parola di Mario Gobbi, presidente della squadra: “Non prenderemo in considerazione alcuna proposta. Il contratto di Paulinho è stato firmato, è molto felice e vuole continuare a giocare con noi. La questione è chiusa”.

In queste ultime ore sembra svanire anche il sogno Lucas. L’attaccante esterno, in forza al San Paolo, non si muoverà prima delle Olimpiadi di Londra e dopo lo farà solo con un’offerta congrua al suo valore: non meno di 40-45 milioni di euro.

– La conferma che queste cifre siano reali ci viene data dall’Inghilterra, dove confermano un rifiuto da parte del San Paolo di un’offerta di 38 milioni di euro proveniente dal Manchester United. Ferguson non ha digerito questo rifiuto ed ha deciso di ritirarsi dalla corsa per il gioiellino brasiliano.

 

SI FA LARGO L’IDEA RAMIREZ – Dato per scontata la partenza di Wesley Sneijder, i neroazzurri sono alla disperata ricerca di un trequartista in grado di poter sostituire l’olandese. Dette le difficoltà ad arrivare a Lucas, lo sguardo è stato rivolto verso l’uruguaiano del Bologna, Gaston Ramirez.

– Il giovane trequartista, in forza ai rossoblu dal 25 agosto del 2010, si è messo in luce in queste due stagioni disputate in Serie A; ad oggi, con il Bologna, vanta 60 presenze condite da 15 reti e 8 assist. Niente male per un giocatore che compirà 22 anni il prossimo 2 dicembre.

– Poco meno di un mese fa, il 28 giugno 2012, il direttore generale rossoblu Roberto Zanzi si era così espresso: “Se si riuscirà ad arrivare ad un obiettivo che renderà felice sia lui sia noi, l’operazione si farà, altrimenti andremo avanti insieme. Quanto deve spendere chi vuole Ramirez? Il prezzo lo fa il mercato. Le nostre aspettative sono alte perché riteniamo che chi prenderà Ramirez potrà ammortizzare tranquillamente un investimento che inizialmente sembra oneroso. Abbiamo ipotizzato una cifra e per adesso nessuno è arrivato a pareggiarla. Per prendere Gaston Ramirez si parte da 20 milioni”.

– Stessa linea di pensiero per Albano Guaraldi, presidente dei rossoblu: “Non è necessario venderlo, non ci cambia, però se non lo vendermo non avremo poi i soldi da reinvestire nel mercato”.

 

NEL FRATTEMPO UFFICIALIZZATO GABY MUDINGAYI – “F.C. Internazionale comunica che sono stati depositati stamane, negli uffici Lega Serie A, i contratti per l’acquisto, con la formula del prestito con diritto di opzione dal Bologna, di Gaby Mudingayi”: con questo comunicato la società di corso Vittorio Emanuele ha ufficializzato, venerdì 20 luglio 2012, il trasferimento in neroazzurro di Mudingayi.

– Il mediano originario del Congo, ma naturalizzato belga, arriva all’Inter in prestito per 750 mila euro con un diritto di riscatto fissato a 750 mila euro.

– “Finalmente sono un giocatore dell’Inter, è stata una trattativa lunga quattro mesi. Sono certo che saremo competitivi per lo Scudetto”: sono queste le prime parole del 31enne neo interista che spera di diventare una colonna del centrocampo neroazzurro.

– Dal sito ufficiale neroazzurro si ha un breve riassunto della carriera di Mudingayi: “Il centrocampista, classe ’81, nazionale belga, arriva in nerazzurro dopo le esperienze con il Gent (Jupiler League, 2000-genn.2003, 63 presenze), Torino (serie B, dal genn.2003 – 2004, 34 presenze e 1 gol), Lazio (serie A, 2005-2008, 69 presenze e 1 gol) e Bologna (serie A, 2008- giugno 2012, 125 presenze e 2 gol). Nazionale belga dal 2002, ha fatto parte dell’Under 21 (6 presenze) e della selezione maggiore (17 presenze)”.

 

L’IDEA NUOVA – Date le difficoltà di trovare una punta in grado di sostituire Giampaolo Pazzini, la dirigenza neroazzurra ha pensato ad un interessante e fantasioso scambio con una società amica, il Palermo di Zamparini.

– L’idea sarebbe quella di definire uno scambio di prestiti tra il rosanero Abel Hernandez ed il neroazzurro Samuele Longo. Il baby attaccante interista piace molto al presidente dei siciliani che l’aveva richiesto, ottenendo un secco ‘no’, già nella trattativa per Silvestre.

– L’affare, definibile soltanto negli ultimi giorni di calciomercato, non ha trovato l’accordo di Vincenzo D’Ippolito, procuratore di Abel Hernandez: “Non mi risulta che Abel andrà all’Inter e Longo al Palermo. Per ora non ci sono stati contatti e credo proprio che il mio assistito rimarrà a Palermo”.

– Dello stesso parere Maurizio Zamparini che ha seccamente smentito ogni presunta trattativa: “Niente di niente. Assolutamente no. Neanche per idea. Mai e poi mai. Il mercato è bello perché è variopinto, ma in questo caso è solo un’azione di disturbo nei confronti di un ragazzo che oggi sta giocando l’Olimpiade con l’Uruguay. Non è sul mercato”.

– Anche Giorgio Perinetti, direttore generale dei rosanero, si è espresso negativamente su questa idea: “È stato un sogno notturno di Stramaccioni, poi c’è il mattino, e la realtà è diversa. È un giocatore del Palermo e fa piacere che sia apprezzato. Punteremo su di lui perché rappresenta il nostro futuro”.

– Qualora dovesse andare in porto, questa idea sarebbe senza dubbio vantaggiosa per l’Inter che si troverebbe nella rosa un attaccante molto interessante per la sua duttilità tattica che, con il Palermo, ha già messo a segno 21 reti in 77 presenze e che potrebbe godere, prossimamente, dell’esperienza in rosanero del giovane Longo.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Rimborsi abbonamenti Milan, parola di Galliani: tutte le info

Trofeo TIM: trionfa l’Inter, Juve 1-0 e Milan 2-1 messi al tappeto

News calciomercato Inter, su Destro piomba il Milan, Saluti per Julio Cesar, Maicon, Lucio e Forlan

Calciomercato Inter e Milan tra Silvestre, Destro, Maicon e Sneijder e sorprese su Thiago Silva

Silvestre all’Inter, trattative per Destro, Giovinco finisce alla Juventus

Thiago Silva e Ibrahimovic addio al Milan, Galliani tratta con il Psg

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here