Partite Serie A, cade l’Inter a Roma, vince il Milan

È proprio vero: bastano 90 minuti per ribaltare ogni pronostico ed ogni verdetto. Alla fine del turno infrasettimanale eravamo qui a dire della prima fuga dell’Inter, del Milan e della Roma tagliate fuori per lo scudetto e invece dopo questa serata bisogna rimangiarsi tutto.
Ibrahimovic e Vucinic hanno rispettivamente lanciato il Milan e stoppato l’Inter, che non è riuscita a superare i rivali storici degli ultimi anni.
Milan – Genoa: 1 a 0. La partita a San Siro scorre con ritmi molto molto lenti nel primo tempo, complice un Milan che non aggredisce gli spazi ed un Genoa che non accelera come al solito.
  • Il turno infrasettimanale si fa sentire nelle gambe e forse anche nella testa dei giocatori, entrambe le squadre cercano di evitare un passo falso.
  • I primi 45 minuti scorrono senza particolari occasioni, solo un sussulto per parte: Boateng per i rossoneri e Palacio per i rossoblu.
  • La ripresa, come nelle ultime partite dei rossoneri, è il tempo decisivo; si vede che la squadra di Allegri entra in campo con una verve differente, con maggior voglia di spingere e mettere alle corde i ragazzi di Gasperini.
  • E’ solo il 4’ della ripresa quando Pirlo disegna un arcobaleno dei suoi, dimostrando di essere ancora in grado di portare un uomo davanti al portiere avversario, l’uomo in questione è Ibrahimovic, pallonetto tra Dainelli e Ranocchia che si insacca su un impotente Eduardo.
  • I rossoneri potrebbero anche raddoppiare, capitano due occasioni a Flamini, ma il francese subentrato a Gattuso non è rapace sottoporta e spreca, poco male visto che al 90’ i rossoneri si trovano a 8 punti, solo due in meno dei cugini interisti.
Roma – Inter: 1 a 0. Una partita un po’ bruttina che risveglia i sogni di gloria interisti dopo la netta affermazione di mercoledì sera contro il Bari.
  • Proprio i protagonisti della vittoria contro i ragazzi di Ventura deludono in questa serata, di Eto’o e Milito non si vede nemmeno l’ombra, solo Stankovic prova a dare linfa vitale ai suoi scuotendo Lobont con una traversa da 25 metri.
  • Dall’altra parte anche i giallorossi di Ranieri faticano a creare gioco, la paura di un’altra sconfitta, l’ennesima, è troppo forte e la Lupa si limita ad un lob fallito di Borriello.
  • Sulla panchina giallorossa scoppia un piccolo caso, sembra che Adriano si sia rifiutato di entrare a pochi minuti dalla fine, ma è un altro subentrato a decidere la gara, è il montenegrino Vucinic entrato al 75’ al posto di uno spento Totti (infuriato per la sostituzione) che al 92’ raccoglie di testa un cross di De Rossi e regala i primi 3 punti di questo campionato alla Roma.
  • Una vittoria difficile, sofferta ma di vitale importanza per i giallorossi e per rivedere le sorti di questo campionato, e magari un’altra capolista domani alle 16:45.
Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here