Cassano all’Inter e Pazzini al Milan, ecco il nuovo scambio del calciomercato dell’estate

Le notizie arrivate a ridosso del Trofeo Berlusconi disputato domenica 19 agosto 2012 hanno colto tutti di sorpresa. Antonio Cassano, mentre i suoi compagni rossoneri stavano sfidando la Juventus nella classica italiana d’agosto, non si trovava a San Siro, bensì nella sua Genova. Il motivo? Il barese, a breve, riconsegnerà la sua maglia numero 99 alla dirigenza rossonera per vestire quella neroazzurra. Percorso inverso, invece, dovrebbe compiere Pazzini. E’ questo lo scambio al quale stanno lavorando Galliani e Moratti.

 

 

LE CONFERME ARRIVANO DAL MILAN – Erano da poco passate le 23 di domenica 19 agosto quando, mentre i bianconeri stavano festeggiando la vittoria del Trofeo Luigi Berlusconi, Adriano Galliani veniva interrogato sulle prossime mosse di calciomercato.

– L’ad rossonero, senza tirarsi indietro, ha subito spiegato la situazione Cassano: “Capisco che chi ci sta seguendo sia più interessato al mercato che al trofeo Berlusconi. Ci sono due settimane di mercato e vediamo cosa succederà. Adesso parliamo con il Presidente e l’allenatore, ragioniamo un po’ e poi prenderemo delle decisioni. C’è una trattativa in corso (tra Cassano e l’Inter, ndr)”.

– Ai microfoni di Milan Channel ha poi precisato: “C’è in corso una trattativa, Antonio ha chiesto di essere ceduto, poi queste operazioni si possono concludere positivamente o negativamente ma c’è un trattativa”.

– Anche a Massimiliano Allegri, nel post-partita, è stato chiesto un commento sulla presunta partenza di Antonio Cassano: “Dispiace, Antonio è stato un anno e mezzo al Milan. I primi sei mesi ha fatto bene, è stato determinante. Poi il problema al cuore l’ha fermato. Credo che, nonostante le qualità eccelse di Cassano, tenere i giocatori controvoglia non è una buona cosa sia per Cassano che per la società. Innanzitutto vediamo come si evolve questa cosa”.

 

L’ETERNO PETER PAN – Galliani l’ha ammesso: “Cassano ha chiesto di essere ceduto”. A dispetto di quanto avvenuto con Thiago Silva ed Ibrahimovic, non è stata la società a mettere sul mercato il barese, ma lo stesso Fantantonio a voler lasciare i rossoneri. Cosa c’è dietro questa scelta?

– I malumori di Cassano sono nati ad inizio giugno, durante il primo assalto del Paris Saint-Germain a Thiago Silva. Nell’allora ritiro della Nazionale Italiana, Antonio Cassano non aveva digerito la possibile partenza del difensore brasiliano.

– Era il 12 giugno 2012 quando il barese aveva così commentato il possibile addio del verdeoro: “E’ il difensore più forte del mondo e il Milan senza di lui perde il 50 per cento della sua forza. E’ insostituibile. Perdere Thiago è un delitto, non si può perdere il difensore più forte del mondo, per qualsiasi cifra”.

– ‘Regalandoci’ poi una dichiarazione sibillina sul proprio futuro: “Deciderò solo dopo l’Europeo. Vedremo se resterò o andrò via”. Questa presa di posizione non è piaciuta alla società ed ai tifosi che, in un momento così delicato, si attendevano che Cassano potesse diventare il nuovo leader tecnico della squadra.

– Così non è stato. Cassano, che ha compiuto 30 anni poco più di un mese fai, non è ancora pronto per caricarsi un club sulle spalle; chi si aspettava che il Milan potesse farlo crescere mentalmente si è dovuto ricredere: il barese, anche nel 2012, è sempre quello delle ‘cassanate’ di Roma, di Madrid e di Genova.

 

LO SCAMBIO TRA MILAN ED INTER – Adriano Galliani, nel post-partita del Trofeo Luigi Berlusconi, oltre ad ufficializzare la trattativa con l’Inter per la cessione di Cassano, ha dichiarato:

– “Di solito, in passato, quando un rossonero andava dai cugini, arrivava anche un nerazzurro da noi, quindi vedremo. L’ipotesi più probabile è quella di uno scambio, vediamo questa operazione se si conclude”.

– Da qui, quindi, l’idea di uno scambio tra rossoneri e neroazzurri con Cassano ad Appiano Gentile e Pazzini a Milanello. Idea che vede d’accordo entrambe le società, ma che per essere conclusa prevede la risoluzione di un problema non indifferente: l’Inter, infatti, vorrebbe un conguaglio di 10 milioni di euro, mentre Galliani è disposto ad offrirne non più di 5-6.

– Nella serata di ieri si è svolto un incontro a quattro tra Branca e Ghelfi per l’Inter e Galliani e Braida per il Milan; al termine del ‘tavolo’, l’ad rossonero ha così dichiarato: “C’è cauto ottimismo”.

 

ANTONIO CASSANO: IL NUOVO GIUDA? – Dopo Leonardo, passato dal Milan all’Inter, i rossoneri conoscono in questi giorni un nuovo Giuda; Antonio Cassano, durante la conferenza di presentazione del gennaio 2011, aveva così dichiarato sulla nuova esperienza in rossonero:

– “Penso e sono sicuro che sarà la mia ultima tappa qui al Milan, perchè sono arrivato nella squadra più titolata al mondo, sono arrivato al top, più del Milan non c’è nulla solo il cielo e basta. Questa è l’ultima occasione che ho, non tradirò la gente che ha creduto in me. Hanno creduto in me al Milan e non posso tradire chi ha creduto in me. Se sbaglio al Milan, sono da manicomio”.

– Il Milan l’ha voluto ed acquistato quando era fuori rosa da due mesi, quando nemmeno la Sampdoria credeva in lui; l’ha aspettato e l’ha riportato tra i grandi; gli ha fatto vincere uno Scudetto ed una Supercoppa Italiana, l’ha riportato in Champions League e, quando la scorsa stagione ha avuto quel brutto infortunio al cuore, l’ha curato, protetto, recuperato e rimesso in forma garantendogli la partecipazione all’Europeo.

– Galliani, lo scorso gennaio, si era così espresso sulla possibilità di acquisire un sostituto del barese: “Ho promesso a Cassano che lo aspettiamo, non prendiamo un sostituto”.

– Cassano ha voluto ringraziare il mondo rossonero in un solo modo: andandosene.

 

A ORE LA DECISIONE – Come confermano gli stessi protagonisti, c’è un certo ottimismo sul buon esito della trattativa tra Milan ed Inter per lo scambio Cassano-Pazzini.

 

AGGIORNAMENTO del 22 agosto 2012 ore 14.00, SCAMBIO UFFICIALE – Dopo due giorni di trattative e di attese, ecco arrivata l’ufficialità dell’operazione Cassano-Pazzini tra Milan ed Inter.

– “F.C. Internazionale dà il benvenuto ad Antonio Cassano. Presso la Lega Serie A sono stati depositati i documenti con i quali la Società nerazzurra ha acquistato dall’A.C. Milan a titolo definitivo l’attaccante barese, che ha siglato un contratto biennale, con scadenza giugno 2014”.

– “A.C. Milan comunica di aver acquisito a titolo definitivo da F.C. Internazionale Giampaolo Pazzini e contestualmente di aver ceduto a titolo definitivo a F.C. Internazionale Antonio Cassano”.

Le prime dichiarazioniNella giornata odierna entrambi i giocatori hanno concluso le visite mediche con i nuovi rispettivi club; è stata l’occasione per scambiare le prime parole con i giornalisti:

– Giampaolo Pazzini, 27enne, ha così commentato la sua nuova esperienza in rossonero: “Sono molto felice, ho saputo tutto ieri e sono molto felice”; per l’ex Fiorentina e Sampdoria contratto triennale a 2,5 milioni di euro netti.

– Prime parole da interista anche per Cassano “Grazie, dopo un’eternità sono arrivato alla squadra per cui faccio il tifo. Per me è importante; se tifi una squadra e poi arrivi a giocarci è il massimo, mi è ritornato il sorriso”. Per il barese contratto biennale a 3 milioni di euro netti con bonus per gol realizzati, assist e rigori procurati.

– Su Fantantonio, che anche in neroazzurro vestirà la maglia numero 99, si è espresso il presidente Massimo Moratti che, a dispetto di quanto si credeva, gli ha riservato un’accoglienza piuttosto fredda e distante: “Pensiamo che vada bene perché è un giocatore divertente e interessante. Riteniamo che possa essere utile e così pensa anche l’allenatore. Adesso vediamo di far sì che tutto funzioni bene”.

I motivi del conguaglio: Molti tifosi rossoneri storceranno il naso di fronte all’accordo economico sottostante allo scambio: il Milan, infatti, per scambiare Pazzini con Cassano ha dovuto versare un conguaglio economico di 7 milioni di euro.

– Adriano Galliani è quindi, almeno parzialmente, riuscito a limare le pretese di Moratti che, inizialmente, ne chiedeva 10. L’ad rossonero, invece, non sarebbe voluto andare oltre i 5.

– Cosa c’è dietro questo versamento del Diavolo verso corso Vittorio Emanuele? Possibile che ci sia una differenza così evidente di quotazioni tra i due ex Doriani? La risposta ci viene dal bilancio.

– Antonio Pazzini, acquistato nel gennaio 2011 per 18 milioni di euro, mentre Cassano arrivò per una cifra intorno ai 3,5 milioni di euro nello stesso mese dello scorso anno.

– In realtà, però, non bisogna parlare di conguaglio di 7 milioni di euro perché il Milan ne verserà all’Inter 12 per il ‘Pazzo’ ed i neroazzurri ne verseranno 5 in via Turati per Fantantonio.

– Così facendo la società di Moratti non farà una minusvalenza, visto che l’ex Fiorentina era stato messo a bilancio a quella cifra e Galliani farà una plusvalenza dal momento che Cassano, nel bilancio rossonero, era scritto praticamente a 0.

– Una certezza e un dubbio: Con la palla, ancora per qualche giorno, ferma non si può che avere una certezza ed un dubbio.

– La prima riguarda il Milan che, con Pazzini, si è assicurata quella prima punta che serviva per variare il gioco contro le difese chiuse delle squadre italiane di medio-bassa classifica e per sopperire alle eventuali, ma sempre possibili, assenze di Pato.

– Il dubbio, invece, ce l’ha l’Inter che si porta a casa un giocatore dalla tecnica immensa, ma dal carattere troppo fragile. Risciurà Fantantonio a trovare gli stimoli necessari per far bene dall’altra parte del Naviglio sapendo, già da ora, che partirà dalla panchina? Anche perché, a meno di scelte eccezionali, sarà difficile vedere, tutti assieme, Cassano, Palacio, Sneijder e Milito.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

CALCIOMERCATO MILAN, I MOTIVI DIETRO ALLE SCELTE DI COMPRAVENDITA DELLA SOCIETÀ, ATTRAVERSO L’ANALISI ECONOMICO FINANZIARIA DELL’IMPERO BERLUSCONI

Trofeo Berlusconi Milan Juventus 2 a 3, i bianconeri alzano la Coppa

Alvaro Pereira all’Inter, Ramirez invece va al Southampton

Italia Uruguay 0 a 1 Amichevole, la rete iniziale di Fernandez decide il match

Sorteggio preliminare Europa League Inter Fc Vaslui, tutti i dettagli

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here