basket, Italia – Bielorussia 83 a 58, qualificazioni Euro 2013

Filotto Italia. La nazionale allenata da Simone Pianigiani chiude il gruppo F di qualificazione ad Euro 2013 mettendo la ciliegina su una torta perfetta. Otto successi consecutivi in altrettante partite, primo posto blindato e brindato già in Turchia nella giornata precedente. Cammino perfetto, dove il quintetto azzurro ha dribblato ogni pronostico, chiudendo imbattuto.

 

Protagonista indiscusso di questo girone di qualificazione, che ha dato il pass al roster italiano per Slovenia 2013, è stato Danilo Gallinari. Il giocatore di Denver ha trascinato la nazionale e suon di canestri, rimbalzi, bombe da tre. L’ala nata a Sant’Angelo Lodigiano, ha messo a segno circa 110 punti dal giorno di ferragosto fino a ieri sera, dimostrando di essere il punto di forza della squadra.

 

Daniel Hackett ha disputato un’ottima fase di qualificazione, divenendo decisivo sia in difesa che in attacco. Così come Cusin, Aradori, Cinciarini e Capitan Mancinelli.

 

Gigi Datome, invece, si è regalato qualche copertina da protagonista. Italia- Rep.Ceca e Italia – Turchia sono state le partite che hanno consacrato questo giocatore. I 24 punti messi a segno nella gara d’andata contro il roster di Tanjevic, hanno dato una carica in più al ragazzo, ma anche alla squadra stessa che da quel match in poi ha acquisito maggior consapevolezza nei propri mezzi. Il canestro decisivo in Turchia è la ciliegina sulla torta in un percorso trionfale.

 

LA GARA

La partita giocata ieri sera al Pala Trieste ha più il sapore di una “passerella” piuttosto che di una gara di qualificazione. Piangiani, comunque, non rinuncia a mandare in campo una squadra altamente competitiva a dimostrazione che il tecnico toscano voleva a tutti i costi gli ultimi due punti in palio.

 

E così il quintetto titolare è composto da capitan Mancinelli, Gallinari, Hackett, Aradori e Cusin, recuperato dopo l’infortunio alla caviglia patito nel match contro la Rep. Ceca. I 4000 tifosi in festa del Pala Trieste spingono l’Italia al successo. Applausi, cori di incitamento e striscioni, sono la cornice dell’ultima gara di qualificazione alla manifestazione continentale del prossimo anno.

 

La Bielorussia, però, parte concentrata e nella prima parte di gioco mette in difficoltà la nazionale di casa. Italia costretta a rincorrere nei primi cinque minuti: Mancinelli con il canestro del 9-9, dopo la sfuriata iniziale di Korshuk e Mescharakou che hanno dato il momentaneo vantaggio ai bielorussi, suona la carica al roster di Pianigiani.

 

Gli azzurri sprecano qualche occasione di troppo, ma grazie ad Aradori e Gallinari indirizzano la partita sulla retta via. Gli ospiti non demordono, mantenendo il distacco tra i cinque e i sei punti, provando nel finale a raddrizzare il parziale. Il primo quarto si conclude sul 23-15 in favore della banda Pianigiani.

 

Qualcosa non sarà piaciuta al coach ex Siena nel primo quarto. L’Italia alla ripresa dei giochi si scatena: Gallinari sigla punti a ripetizione, seguito da Aradori e Mancinelli. Gli azzurri fanno registrare un vantaggio di16 lunghezze sui bielorussi.

 

La prova di forza della nostra nazionale subisce una piccola flessione a ridosso della sirena quando gli ospiti accorciano un divario che sembrava incolmabile. Dai 20 punti di distacco, la squadra di Krovonos “allegerisce” a meno 16. Si va all’intervallo sul punteggio di 48-32.

 

La pausa tra i due tempi consente alle squadre di riordinare gli schemi. Kudrautsau, faro della formazione bielorussa, prova da solo a tenere a galla i suoi, con sei punti consecutivi messi a segno.

 

Gallinari non ci sta e restituisce al mittente il pacco da “sei”. L’Italia mantiene il controllo della gara senza faticare troppo. “Il Gallo” è una furia, domina a rimbalzo, segna canestri a ripetizione. Hackett  e Cusin limitano i danni nella fase difensiva, così da condurre anche il terzo quarto in vantaggio per 64-48.

 

Invariati i sedici punti di vantaggio maturati nei primi tre quarti di gara. Pianigiani vede vicino l’ottavo successo di fila. Proprio per questo tiene in guardia i suoi, non vuole concedere il solito “black-out” di fine terzo periodo.

 

Gallinari tiene alta la concentrazione del quintetto azzurro. Conquista 12 rimbalzi, mette a segno 16 punti, tra cui una bomba da tre e cinque tiri liberi. L’Italia sfrutta la scia d’entusiasmo del suo “trascinatore” facendo dell’ultimo quarto una “passerella”.

 

Oltre al “Gallo” vanno in doppia cifra Mancinelli, con 10 punti messi a segno ed un 2 su sei dalla distanza, e Aradori, 12 realizzazioni con il 100% dalla lunetta. Datome firma una tripla, chiudendo ad 8 punti, mentre Vitali chiude con un canestro da due la sua esperienza estiva con la maglia della nazionale. Il finale è tutto per l’Italia che esce dal campo tra gli applausi degli spalti gremiti di Trieste, in particolare Danilo Gallinari. Punteggio alla sirena dei 40 minuti: 83-58.

 

“ORGOGLIOSO DI QUESTA SQUADRA”

– Voleva fortemente l’ottava vittoria consecutiva, il sedicesimo punto su altrettanti a disposizione, un primo posto da record. Simone Pianigiani è contentissimo della prestazione dei suoi, ma soprattutto di un cammino che resterà negli annali della storia recente del basket italiano.

– “Volevamo fortemente questo Europeo e nessuno all’inizio avrebbe scommesso sul nostro en plein – ha commentato Pianigiani – . Per fare qualcosa di positivo nella pallacanestro che si gioca oggi in Europa c’è bisogno del grande lavoro di giocatori e staff. Ringrazio tutti i ragazzi per il contributo che hanno dato in campo e ringrazio la squadra intorno alla squadra: tutte persone che è giusto che gioiscano per questo successo. E’ stata un’estate non banale, i giocatori hanno vissuto un’esperienza unica e stanno imparando anche a vincere. Credo sia stato un bellissimo spot per la nostra pallacanestro e io sono orgoglioso di essere l’allenatore di questa squadra e di questo staff“.

 

IL TABELLINO : ITALIA-BIELORUSSIA 83-58 (23-15;48-32; 64-48)

– Italia: Cavaliero 3 (0/1 da tre), Mancinelli 10 (2/4, 2/6), Gallinari 16 (5/8, 1/5), Poeta 4 (1/1 da tre), Vitali 2 (1/2), Cusin 6 (3/5), Datome 8 (1/3, 1/3), Gigli 6 (3/4), Cinciarini 4 (1/3), Viggiano 3 (1/2 da tre), Hackett 9 (2/3, 1/2), Aradori 12 (5/5, 0/1). Allenatore: Pianigiani.

– Bielorussia: Ulyanko 4 (2/3, 0/1), Charykau, Stiggers 5 (2/8, 0/3), Parakhouski 1 (0/1), Aliakseyeu 4 (1/4), Korshuk7 (2/3, 1/2), Lashkevich 2 (1/2), Pustahvar 9 (1/1, 2/7), Kudrautsau 12 (4/8, 1/3), Trastsinetski 7 (2/4, 1/1), Meshcharakou 7 (2/5, 1/4), Yafremau. Allenatore: Krovonos.

 

CLASSIFICA FINALE GRUPPO F:

– Italia 16 punti

– Rep. Ceca 12

– Turchia 11

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento sulle squadre del basket milanese, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni per qualsiasi vostra esigenza economica, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Basket, Turchia Italia 82 a 83, qualificazioni euro 2013

Basket, Italia – Repubblica Ceca 68 a 56, gli azzurri si qualificano ad Euro 2013

Basket, Portogallo Italia 70 a 82, qualificazioni Euro 2013

Bielorussia – Italia 63 – 84; Basket, qualificazioni Euro2013

Basket Repubblica Ceca – Italia 53 – 63, qualificazioni Euro 2013, partita e commenti

Basket Italia-Portogallo 97-45, qualificazioni Euro 2013

Calendario serie A basket, varato il calendario della stagione 2012/13; esordio casalingo per l’AE7

 Giovanni Parisio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here