Milan – Atalanta 0 a 1 Serie A terza giornata, Cigarini decide il match

La buona prestazione offerta contro il Bologna due settimane fa non ha trovato seguito nel match casalingo contro l’Atalanta. Rossoneri che, senza Montolivo in mezzo al campo, hanno faticato troppo a creare degne occasioni da rete. E così sono stati i bergamaschi con Cigarini ad affondare il colpo decisivo, dopo che Denis nella prima frazione di gioco aveva colpito un palo.

 

Dopo la sosta per la Nazionale, Allegri ed il Milan si rituffano nel campionato e lo fanno contro la temibile Atalanta di Colantuono. Nel match odierno il livornese fa affidamento, in avanti, sul trio Boateng, El Shaarawi e Pazzini. A centrocampo dentro De Jong, Ambrosini ed Emanuelson. In difesa, davanti ad Abbiati, spazio ad Abate, Bonera, Acerbi ed Antonini.

 

I bergamaschi puntano tutto su Moralez e Denis. A centrocampo dentro Bonaventura, Biondini, Cigarini e Raimondi. In difesa, davanti a Consigli, spazio a Bellini, Lucchini, Manfredini e Brivio.

 

Il primo squillo è del Milan; al 4’ cross in mezzo di Antonini per Pazzini che, però, sbaglia l’aggancio. La retroguardia atalantina libera tutto. Tre minuti dopo serpentina di Boateng in area ed aggancio di Raimondi: Orsato, a mezzo metro, lascia proseguire. C’erano gli estremi per il penalty.

 

Verso la metà del primo tempo cresce l’Atalanta; al 21’ azione pericolosa di Denis che approfitta di un errore di Acerbi e va al tiro. Destro secco che si spegne sul palo ad Abbiati battuto.

 

Due minuti dopo è ancora il Tanque a liberarsi di Acerbi ed Ambrosini e ad andare al tiro: pallone sul fondo. Al 28’ pronta la risposta dei rossoneri con Emanuelson che lascia sul posto Brivio prima di cedere ad El Shaarawi: l’italo-egiziano va al tiro, ma Consigli respinge.

 

Altra buona azione del Diavolo al 31’ con Ambrosini che, dopo aver rubato il pallone a metà campo, va al tiro di sinistro: pronta risposta di Consigli. Al 41’ è Boateng a rendersi pericoloso nell’area atalantina: controllo e girata di destro. Pallone sul fondo.

 

È l’ultima occasione di una prima frazione di gioco abbastanza equilibrata dove i rossoneri hanno faticato, almeno per i primi venticinque minuti, a trovare spazi sufficienti per poter impensierire l’Atalanta che, con Denis, ha colpito un palo.

 

Nella ripresa il primo squillo è dell’Atalanta: al 53’ è Brivio, dall’out sinistro, ad impensierire Abbiati con un tiro potente. Pochi secondi dopo prima sostituzione del match: entra Nocerino al posto di Ambrosini.

 

Al 55’ bella percussione di El Shaarawi che, dalla sinistra, si accentra e va al tiro di destro. Consigli, anche in questo caso, si fa trovare pronto respingendo con i pugni. Gli uomini di Colantuono non si lasciano intimorire ed al 60’ ci provano ancora con Brivio che, dalla fascia sinistra, arriva al tiro: Abbiati manda in angolo.

 

Al 64’arriva la svolta: Denis fa la sponda per Cigarini che, col sinistro, incrocia bene. Palla in rete e vantaggio neroazzurro. Nell’occasione errore di De Jong che si dimentica di seguire il centrocampista italiano. Ora si fa dura per Allegri: evitare la seconda sconfitta stagionale a San Siro non sarà semplice.

 

Al 69’ grande occasione sprecata per il Milan: cross in mezzo di Emanuelson che trova impreparati Boateng, Bonera e De Jong. Subito dopo secondo cambio per mister Allegri: entra l’ex Barça e Roma Bojan e ritorna in panchina El Shaarawi.

 

Un minuto dopo ancora Diavolo: è Abate, dalla destra, a cercare in mezzo Pazzini che, in semi rovesciata, fallisce l’appuntamento con la sfera. Anche Colantuono effettua la prima sostituzione: esce Brivio ed entra Ferri.

 

Al 75’ ancora Milan in avanti: cross di Emanuelson dalla sinistra per Pazzini che, lisciando il pallone, favorisce l’intervento di Nocerino. Colpo di testa debole per l’ex rosanero.

 

Poco dopo entrano anche il giovane De Luca e Cazzola al posto di Bonaventura e Cigarini. Allegri, invece, inserisce Constant al posto di Emanuelson.

 

All’82’ contropiede dei bergamaschi con Raimondi che, dopo aver mandato fuori tempo Acerbi, serve Maxi Moralez che, da fermo, cerca di sorprendere Abbiati. L’estremo difensore rossonero si supera alzando sopra la traversa.

 

Nei minuti finali non succede più nulla; i rossoneri devono arrendersi di fronte all’ordinata e concreta Atalanta. Sarà un’altra settimana di fuoco per il Milan che prima della trasferta di Udine della prossima giornata farà il debutto in Champions League contro l’Anderlecht.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Chiusura calciomercato estivo Inter e Milan, ecco il look definitivo 2012 – 2013 delle due società milanesi

Sorteggio Champions League 2012 – 2013: il Milan nel Gruppo C con Zenit, Anderlecht e Malaga

Sorteggi Europa League 2012 – 13: per l’inter Rubin Kazan, Partizan Belgrado e Neftchi Baku. E tra i nerazzurri arriva anche Alvaro Pereira

Calciomercato Milan, i motivi dietro alle scelte di compravendita della società, attraverso l’analisi economico-finanziaria dell’impero Berlusconi

Rimborsi abbonamenti Milan, parola di Galliani: tutte le info

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here