Lazio – Milan 3 a 2 Serie A ottava giornata, rimonta fallita

Una partita a due facce; bruttissimo primo tempo per gli uomini di Allegri che rientrano negli spogliatoi sotto di due reti; i gol portano la firma di Hernanes, con deviazione decisiva di Bonera, e di Candreva. Nella ripresa, dopo l’inizio choc con la terza rete firmata da Klose, qualche speranza viene data dai gol di De Jong ed El Shaarawi. Il tabellino, però, parla ancora di sconfitta.

 

Dopo la pausa per le nazionali torna il campionato; in questa ottava giornata, all’Olimpico di Roma, è big match tra Lazio e Milan. Allegri, che torna a poter convocare Pato, perde Robinho per un inforutnio muscolare ed Abbiati per un virus influenzale. In porta gioca Amelia con, davanti a lui, Abate, Bonera, Yepes ed Antonini. Centrocampo a due con Nocerino e De Jong. In avanti, dietro a Pazzini, spazio a Boateng, Montolivo ed El Shaarawi.

 

Petkovic, in cerca di conferme e per continuare a sperare nel terzo posto, si affida al tedesco Klose. Dietro di lui agiranno Mauri ed Hernanes. Centrocampo a tre con Ledesma, Candreva e Gonzales. In difesa, davanti a Bizarri, spazio a Konko, Biava, Dias e Lulic.

 

L’inizio del match è subito a favore dei biancocelesti; al 2’calcio d’angolo per i padroni di casa, ma De Jong di testa sventa la minaccia. Al 7’ arriva la prima conclusione per i rossoneri: è sempre il centrocampista olandese a provarci dai venti metri. Palla a lato.

 

Al 12’primo giallo per il Milan: Tagliavento lo sventola a Nocerino. Subito dopo finisce sul taccuino anche Dias. Fin qui la partita stenta a decollare: la Lazio fa tenere palla al Milan che, però, non ha le idee per creare qualche spunto pericoloso.

 

La noia del primo tempo viene smorzata al 25’: Hernanes, dopo un’azione personale, scarta Bonera e va al tiro di sinistro. Il difensore italiano devia il pallone e manda fuori tempo Amelia. Palla che termina in rete.

 

L’azione sveglia il Diavolo che, al 26’, sfiora il pareggio con El Shaarawi che, arrivato in area di rigore, supera Marchetti. Sulla riga è Dias a salvare il risultato. Al 34’altra occasione da rete per la squadra di Allegri: sul corner battuto da Montolivo, Marchetti non trova il pallone. Yepes, però, non ci arriva.

 

Al 41’arriva il raddoppio della Lazio; Candreva, dai trenta metri, va alla conclusione. Palla che termina sotto l’incrocio dei pali. 2 a 0 per i biancocelesti di Petkovic.

 

Il primo tempo termina qui; il Diavolo, nonostante abbia avuto per gran parte del primo tempo la palla tra i piedi, non è riuscito a creare niente di pericoloso fatta eccezione per il tiro di El Shaarawi dopo il primo gol laziale.

 

La ripresa inizia subito con un cambio per il Milan: fuori un inguardabile Boateng e dentro Emanuelson; l’olandese si schiera come trequartista alle spalle di Pazzini ed El Shaarawi. Nemmeno il tempo di schierarsi in campo ed arriva subito la terza rete dei padroni di casa: cross dalla destra di Candreva e, complice la disattenzione di Abate, gol di Klose.

 

Al 51’secondo cambio per Allegri: entra Pato al posto di uno spento Nocerino. Al55’ si fa vedere Emanuelson che, dalla sinistra, mette in mezzo per Pazzini. Bizzarri manda in angolo. Due minuti dopo giallo sia per Gonzales che per Antonini.

 

 

Al 61’, finalmente, arriva il gol dei rossoneri; calcio di punizione battuto da Emanuelson e leggera deviazione di De Jong. Palla che manda fuori tempo Bizzarri e termina in rete. Ora i rossoneri possono tentare la rimonta.

 

Al 65’ ancora Emanuelson e Pazzini; assist dell’olandese per la punta italiana che, dal limite dell’area, si gira e va al tiro. Nessun problema per Bizzarri. I rossoneri, spingendosi in avanti per cercare la seconda rete, finiscono per lasciare spazi alla Lazio; è quanto accade al 71’ quando Hernanes va al tiro: Amelia non trattiene, ma Yepes mette in corner.

 

Al 76’ancora Milan: Emanuelson, sempre lui, crossa in mezzo dalla sinistra. Colpo di testa di El Shaarawi che, però, termina centrale tra le braccia di Bizzarri. Tre minuti dopo, l’italo-egiziano, riesce ad arrivare al gol: dalla sinistra il Faraone rientra e calcia a giro di destro. Secondo gol per il Milan.

 

All’85’ Allegri prova ad inserire anche Bojan per Antonini, ma la rimonta non riesce. Succede poco o nulla nei minuti finali.La Lazio, nonostante le fatiche del secondo tempo, riesce a portare a casa tre punti fondamentali che le consentono di avvicinarsi al Napoli.

 

Il Milan, invece, rimane fermo a 7 punti ed offre qualche segnale incoraggiante nella ripresa; c’è però da rivedere l’approccio alla gara, ancora troppo ‘molle’. E mercoledì c’è il Malaga in Champions League.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

 

Leggi anche:

 

Paulinho, Basta e Giuseppe Rossi all’Inter: ecco i colpi per gennaio 2013

 

Italia – Danimarca 3 a 1 Qualificazioni Mondiali 2014 Brasile, Balotelli da 10 e lode

 

Armenia – Italia 1 a 3 Qualificazioni Mondiali 2014 Brasile, rete decisiva di De Rossi

 

Analisi Armenia – Italia e Italia – Danimarca, calendario, convocati e precedenti

 

Milan – Inter 0 a 1 Serie A settima giornata, il derby lo decide Samuel

 

Analisi derby Milan – Inter 7 ottobre 2012, storia, curiosità, record e probabili formazioni

 

Calciomercato Milan, i motivi dietro alle scelte di compravendita della società, attraverso l’analisi economico-finanziaria dell’impero Berlusconi

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here