Inter – Catania 2 a 0 Serie A ottava giornata, reti di Cassano e Palacio

Dopo la pausa per le nazionali vincere non è mai facile. Se poi di fronte c’è il Catania di Maran la sfida è ancora più insidiosa. Un’Inter umile e creativa, però, riesce ad avere la meglio con una rete per tempo. Cassano prima e Palacio poi. Decisione discutibile di Russo che, nel finale della ripresa, sorvola su un possibile rigore al Catania. Il Napoli, così, è più vicino.

 

Stramaccioni, nella sfida odierna contro il Catania, vara il tridentino: Cassano alle spalle di Milito e Palacio. Dietro di loro centrocampo a quattro con capitan Zanetti ed Obi sulle fasce e Mudingayi e Cambiasso in mezzo. In difesa, davanti ad Handanovic, spazio a Ranocchia, Samuel e Juan Jesus.

 

Gli ospiti, invece, si schierano con il loro marchio di fabbrica: il 4-3-3 con Gomez, Bergessio e Barrientos in attacco. Centrocampo con Almiron, Lodi ed Izco. In difesa, davanti ad Andujar, spazio ad Alvarez, Legrottaglie, Spolli e Marchese.

 

Parte subito alla grande l’Inter; al 2’ Cassano regala qualche giocata spettacolare al pubblico di San siro. Pochi secondi dopo, il talento di Bari Vecchia, serve in verticale Milito, ma Legrottaglie salva tutto mettendo in fuorigioco l’argentino.

 

Il Catania si fa vedere solamente al 7’, ma va veramente vicino al vantaggio; inserimento di Almiron che, su assist di Barrientos, spara alto dopo aver anticipato Ranocchia e Juan Jesus. Al 13’ ancora gli ospiti con il centrocampista argentino che, di esterno destro, crossa in mezzo: Handanovic salva il risultato sul colpo di testa di Bergessio.

 

L’Inter, dopo l’avvio brioso, si spegne un po’ e torna a farsi avanti al 23’; è Joel obi, di sinistro, ad andare al tiro. Palla che termina tra le braccia di Andujar. È però il preludio di quanto accade al 28’: Milito scarta spolli sulla destra e serve Cambiasso che, di prima intenzione, serve Cassano. Per l’attaccante ex Milan, di testa, è un gioco da ragazzi superare l’estremo difensore avversario.

 

L’Inter, in vantaggio, inizia ad amministrare la gara ed al 39’ va vicino al raddoppio; De Pinto, però, ferma Milito segnalando un fuorigioco che non c’era. Due minuti dopo altra decisione dubbia: la punta argentina viene chiusa a ‘panino’ da Almiron e Spolli.

 

La prima frazione di gioco si chiude con un’azione pericolosa per gli etnei che, su cross di Marchese, vanno vicino al pareggio con un colpo di testa di Izco. Bella partita in questo primo tempo.

 

La ripresa inizia senza alcuna sostituzione; al 48’ Stramaccioni ordina il 4-4-2 con Palacio a fare il centrocampista di sinistra ed Obi retrocesso in difesa. Al 53’ bella occasione per Milito che, dal vertice alto dell’area di rigore, cerca Zanetti. Andujar, in uscita, sventa ogni pericolo.

 

Ancora neroazzurri pericolosi al 57’: Mudingayi lancia Milito che, di prima intenzione, supera Legrottaglie e appoggia per Cassano. Il barese cerca in mezzo Palacio che, però, manca l’appuntamento con il pallone.

 

Al 60’ primo cambio del match: esce un ottimo Obi ed entra Gargano. In questa ripresa è solo l’Inter ad imbastire delle azioni pericolose: al 63’ è ancora Milito a sfiorare il raddoppio con un tiro potente, ma centrale.

 

Subito dopo anche Maran effettua la prima sostituzione; entra Castro al posto di Izco. Anche Stramaccioni decide di far rifiatare Cassano, facendogli subentrare Alvarez. Al 70’ terzo ed ultimo cambio per il Biscione: dentro Guarin al posto di un generoso Mudingayi.

 

Gargano, in contropiede, si rende pericoloso al 74’; l’assist per Milito prima e per Alvarez poi non porta i risultati sperati. La difesa ospite riesce a liberare.

 

Al 75’ decisione dubbia di Russo; intervento di Guarin su Gomez nell’area neroazzurra; l’arbitro, però, decide che non ci sono gli estremi per il penalty. I giocatori del Catania protestano vivacemente.

 

Al 79’ etnei nuovamente in avanti; questa volta è Ranocchia a mettere in corner un tiro-cross di Gomez. L’Inter risponde all’82’ con Alvarez che, servito da Milito, cincischia con la sfera e non guadagna altro che un corner.

 

La parola fine all’incontro viene messa all’85’ da Palacio che, su assist di Milito, batte Andujar con un bel tiro al volo con il mancino. Il match finisce qui: 2 a 0 per l’Inter.

 

LE PAGELLE- >>>Per scaricare le pagelle di Inter – Catania, CLICCA QUI<<<

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Paulinho, Basta e Giuseppe Rossi all’Inter: ecco i colpi per gennaio 2013

Italia – Danimarca 3 a 1 Qualificazioni Mondiali 2014 Brasile, Balotelli da 10 e lode

Armenia – Italia 1 a 3 Qualificazioni Mondiali 2014 Brasile, rete decisiva di De Rossi

Analisi Armenia – Italia e Italia – Danimarca, calendario, convocati e precedenti

Milan – Inter 0 a 1 Serie A settima giornata, il derby lo decide Samuel

Analisi derby Milan – Inter 7 ottobre 2012, storia, curiosità, record e probabili formazioni

Calciomercato Milan, i motivi dietro alle scelte di compravendita della società, attraverso l’analisi economico-finanziaria dell’impero Berlusconi

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here