Milan – Fiorentina 1 a 3 Serie A dodicesima giornata, disastro in difesa

I rossoneri prima disfano e, poi, cercano di fare. Dopo i due errori difensivi del primo tempo, che hanno portato alle reti di Aquilani e Borja Valero, il Diavolo cerca la reazione nella ripresa. Pazzini accorcia, ma nel finale manca la lucidità offensiva per cercare il pareggio e la Viola cala il tris con El Hamdaoui. Pesa l’errore dal dischetto di Pato sullo 0 a 1 per i Viola.

 

Dopo aver scacciato l’incubo retrocessione con i cinque punti conquistati negli ultimi tre match di Serie A, Allegri vuole continuare a vincere per avvicinarsi il più presto possibile alla zona Europa. Per farlo si affida a Pato, più tranquillo dopo il gol del pareggio di martedì contro il Malaga. Al fianco del brasiliano spazio ad El Shaarawi, Boateng ed Emanuelson. Centrocampo a due con la coppia Ambrosini-Montolivo. In difesa, davanti ad Abbiati, dentro De Sciglio e Constant sulle fasce con Bonera e Mexes in mezzo.

 

Montella, invece, è costretto a rinunciare al talento di Jovetic. In avanti, quindi, spazio a Toni supportato da Ljiajic. Centrocampo pieno di qualità e talento con Cuadrato e Pasqual sugli out e Pizarro, Borja Valero e l’ex rossonero Aquilani in mezzo. In difesa, davanti a Viviano, spazio a Roncaglia, Rodriguez e Savic.

 

Al 3’ subito pericolosa la Fiorentina con Cuadrado che, a metà campo, approfitta di una incompresione tra Bonera e Montolivo e riparte. La retroguardia milanista ferma tutto.

 

Azione analoga pochi secondi dopo con Roncaglia che, dopo aver anticipato El Shaarawi, va alla conclusione dai trenta metri. Staffilata centrale bloccata da Abbiati. Ancora Viola in avanti al 5’ con Ljiajic che, dal vertice destro dell’area di rigore del Milan, tenta il tiro a giro: palla alta.

 

Al 7’ si fa vedere il Milan con un ottimo scambio tra Constat e Boateng; il ghanese, di tacco, libera El Shaarawi che, dalla sinistra, tenta il tiro a rientrare. Sfera che lambisce la traversa della porta di Viviano.

 

Dopo le due disattenzioni difensive dei primi minuti, al 10’ arriva la terza e, questa volta, è decisiva: sulla rimessa laterale di Cuadrado è Toni, di testa, a spiazzare mezza difesa rossonera che si dimentica di Aquilani. Il centrocampista italiano, all’altezza del dischetto del rigore, va in rete. Vantaggio Viola a San Siro.

 

Diavolo che accusa al colpo e che, al 12’, rischia l’imbarcata; rischioso passaggio indietro di De Sciglio ad Abbiati che, in due tempi, riesce a liberarsi del pallone superando il generoso Toni. I rossoneri cercano di reagire al 14’ con El Shaarawi che, dalla sinistra, trova in mezzo Emanuelson. Il tiro dell’olandese, però, viene smorzato da Savic. Palla che termina tra le braccia di Viviano.

 

Al 16’ si fa vedere anche Boateng; la percussione centrale del ghanese si conclude con un timido destro ampiamente a lato. Gli uomini di Allegri faticano ad arrivare dentro l’area di rigore Viola e così si affidano ai tiri da fuori area: al 20’ ci prova Montolivo; anche l’ex Viola, però, è impreciso.

 

Al 23’ arriva il primo giallo del match. Romeo lo sventola a Pizarro; l’ex Roma si rende protagonista di veementi proteste per un fallo fischiato contro i Viola. Al 29’ secondo giallo: questa volta è Bonera a riceverlo per un intervento duro su Toni a metà campo.

 

Al 32’ lancio lungo di Montolivo per Pato che, in area Viola, viene affossato e steso da Roncaglia. Romeo non ha dubbi: rigore e giallo per il difensore argentino della Fiorentina. Nella stessa azione viene ammonito anche Borja Valero per proteste. Dal dischetto si presenta il Papero: tiro che termina sopra la traversa. Erroraccio del brasiliano. Lo stadio accoglie con plateali fischi il penalty fallito.

 

Dopo il danno, al 38’ arriva anche la beffa: incredibile penetrazione centrale di Borja Valero che ridicolizza Montolivo e Mexes e supera Abbiati di precisione. Da segnalare un errore inenarrabile del difensore francese. 0 a 2 per Montella a San Siro.

 

Milan completamente in balìa della Fiorentina; al 40’ fallo di Bonera da ultimo uomo su cui sorvola Romeo. Sarebbe stato secondo giallo e, quindi, rosso per il centrale del Diavolo. Al 42’ altro sbaglio di Montolivo che, dal limite dell’area, cerca un passaggio filtrante invece di andare al tiro. Sfera che rotola fuori.

 

Forse il peggior Milan della stagione. Inconsistente davanti ed estremamente vulnerabile dietro. Non ci sono altre parole per spiegare quanto avvenuto in questa prima frazione di gioco. Dopo la disattenzione difensiva costata il primo gol, l’errore dal dischetto di Pato non fa altro che affossare una squadra che, oggi, è apparsa in precarie ed imbarazzanti condizioni fisiche. Mexes, al 38’, fa il resto. Nella ripresa urge un evidente cambio di marcia.

 

La ripresa inizia subito con due cambi; Allegri decide di gettare nella mischia Pazzini e Bojan al posto di Pato ed Emanuelson. Bocciatura totale per il Papero.

 

Al 49’ bel dribbling di Bojan su Cuadrado; lo spagnolo si conquista un corner. Sugli sviluppi dello stesso ci prova Boateng di testa: palla che lambisce il palo alla destra di Viviano. Sfortunato il ghanese in questa circostanza.

 

Al 56’ cambio anche per Montella: entra El Hamdaoui per Ljiajic. Un minuto dopo bello scambio tra Boateng e Montolivo con quest’ultimo che la mette in mezzo per Pazzini. La punta italiana salta, ma non trova l’impatto con il pallone.

 

Al 59’ arriva la rete del Milan; El Shaarawi, dalla sinistra, mette in mezzo una palla che Mexes, di tacco, manda sul palo. Sulla ribattuta si avventa Pazzini che, tutto solo, insacca. Ora il Milan ci crede. Un minuto dopo ennesimo scontro tra Ambrosini e Cuadrado: Romeo estrae il giallo per il capitano rossonero.

 

Al 62’ bruttissimo doppio intervento di Aquilani su El Shaarawi prima e Constat poi. Il centrocampista ex Milan viene graziato da Romeo: solo un giallo per lui. Sarebbero dovute essere due le ammonizioni. Montella, resosi conto della grazia ricevuta dall’italiano, lo richiama subito in panchina ed inserisce Mati Fernandez.

 

La Fiorentina, al 65’, si proietta per la prima volta nell’area rossonera con Cuadrado che, dalla destra, cerca Toni in mezzo. Palla lunga che termina in fallo laterale. Tre minuti dopo altro errore di Mexes che, a metà campo, sbaglia un facile appoggio. Il francese, poi, cerca di rimontare su Toni stendendolo: giallo anche per lui.

 

Al 72’ Bonera, dopo aver recuperato palla, lancia il contropiede rossonero che viene proseguito da Bojan prima e Boateng poi. Il ghanese, dalla destra, va al cross, ma Roncaglia allontana. Al 74’ arriva il momento di Robinho: il brasiliano entra al posto di Ambrosini. Montella risponde inserendo Cassani al posto di Toni.

 

Al 77’ Fiorentina pericolosa con Cuadraro che, dal limite dell’area, conclude al volo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Abbiati osserva la palla spegnersi a lato. All’82’ frustata di Boteng dal limite dell’area: palla in corner dopo la deviazione di Roncaglia.

 

All’83’ nuova tegola per Allegri: infortunio muscolare per Bonera; Allegri, però, ha già esaurito i cambi e così il Diavolo rimane in dieci. Due minuti dopo è Cassani, nell’area del Milan, a sbagliare clamorosamente il terzo gol. Solo palo per lui. L’appuntamento con la rete è solo rimandato: all’87’ è El Hamdaoui, dal limite dell’area, a trovare la via del gol con un bell’interno destro.

 

Nel recupero non succede più nulla; il match di sabato scorso contro il Chievo aveva illuso tutti: il rientro in campo di Boateng, Pato e Robinho non ha fatto altro che peggiorare i problemi del Milan. E sabato prossimo altro match delicato: alle 20.45 in casa del Napoli.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Partizan Belgrado Inter 1 a 3 Europa League, la qualificazione ai sedicesimi è arrivata

Milan – Malaga 1 a 1 Champions League, Pato risponde a Eliseu

Analisi Juventus – Inter 3 novembre 2012 Serie A, precedenti, curiosità e probabili formazioni

Gol fantasma, Fifa ufficializza i sistemi elettronici: cosa sono e quanto costano gli Hawk-Eye e GoalRef

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here