Italia – Francia 1 a 2 amichevole, termina qui il 2012 Azzurro

Nazionale-Italiana-2012L’Ennio Tardini di Parma ha potuto ammirare una partita davvero spettacolare. Belle giocate, traverse e gol. Ottima prestazione dell’Italia che, nonostante due disattenzioni difensive che sono costate i rispettivi gol della Francia, ha giocato a viso aperto seguendo in toto le indicazioni di Prandelli. Tra gli Azzurri brillano le prove di Sirigu, Montolivo, El Shaarawi e Balotelli.

 

Sotto la guida del fischietto spagnolo Undiano Mallenco, Italia e Francia si affrontano e si testano in un’amichevole di lusso che, immediatamente, porta il pensiero al passato ed al 2006, quando il rigore decisivo di Grosso ci consegnò il quarto titolo Mondiale.

 

Prandelli, nel match di questa sera, regala un attacco del tutto inedito formato da El Shaarawi, Balotelli e Candreva. A centrocampo dentro la tecnica e la tattica di Montolivo, Verratti e Marchisio. In difesa, davanti a Sirigu, spazio a Maggio, Barzagli, Chiellini e Balzaretti.

 

Anche Deschamps si dispone con il 4-3-3 affidando le sortite offensive dei suoi a Valbuena, Giraud e Ribery. Centrocampo con Capoue, Matuidi e Sissoko. In difesa, davanti a Lloris, spazio a Debuchy, Sakho, Koscielny ed Evra.

 

Dopo appena quattro minuti bello spunto dell’Italia con Montolivo che, dai venti metri, serve in profondità Balotelli. La punta del Manchester City, però, si fa recuperare da Sakho mostrandosi un po’ indeciso sul da farsi.

 

Ancora la punta ex Inter a rendersi pericoloso al 9’; El Shaarawi, dal limite dell’area, difende bene palla e serve Super Mario che, dopo aver preso la mira, scarica un preciso destro che, però, si spegne sull’incrocio dei pali con Lloris battuto. Ottima intesa tra i due giovani attaccanti Azzurri.

 

I francesi si fanno vedere dalle parti di Sirigu solamente al 19’ con Valbuena che, dall’out sinistro, entra in area cercando in mezzo Matuidi. Il portiere del Psg, però, esce e blocca senza problemi. Ancora l’attaccante esterno si fa vedere pochi secondi dopo; questa volta la conclusione del transalpino impegna Sirigu, che però si mostra sicuro.

 

Al 25’ altro ottimo spunto di Balotelli che, dalla linea di fondo, trova in mezzo Montolivo; il centrocampista rossonero, con il tacco, cerca di servire Candreva. Sakho, però, allontana il pallone.

 

La supremazia dell’Italia viene legittimata al 35’ quando Balotelli, dal cerchio di centrocampo, spezza in due la difesa francese girando al volo per Montolivo che, con ottima scelta di tempo, si inserisce e pesca in verticale El Shaarawi che, tutto solo davanti a Lloris, insacca. Vantaggio degli Azzurri a Parma. Ottimo momento per l’italo-egiziano che, ancora una volta, si fa trovare pronto.

 

La risposta dei francesi è immediata; Valbuena, dall’out mancino, supera agevolmente Verratti e Barzagli e, una volta rientrato, calcia di interno destro pescando l’angolino alla sinistra di Sirigu.  Pareggio prontamente ristabilito.

 

Dopo una mezz’ora giocata su ritmo elevato, gli ultimi minuti della prima frazione di gioco non regalano particolari sorprese ed il primo tempo termina sul risultato di 1 a 1. Un tabellino frutto di due minuti: al 35’ El Shaarawi e cento secondi dopo Valbuena.

 

La ripresa inizia subito con qualche cambio; escono Barzagli e Debuchy ed entrano Bonucci e Reveillere. Pochi minuti dopo altri cambi; per l’Italia entrano Pirlo, Florenzi e Giaccherini al posto di Montolivo, Verratti e Marchisio.

 

La prima occasione della ripresa capita al 59’ tra i piedi di Candreva che, di testa, manda a lato un bel cross di Maggio. Pronta la risposta della Francia con Ribery che, dalla sinistra, cerca lo slalom in area: Bonucci si salva in corner.

 

Al 65’ anche Deschamps regala altri due cambi: entrano Gomis e Menez al posto di Giraud e Ribery. Pochi minuti dopo è la Francia, con il neo entrato Gomis, a portarsi in vantaggio; la punta transalpina trasforma in rete una bella giocata di Menez.

 

Prandelli, al 69’, prova ad aggiungere un po’ di fantasia e creatività inserendo Giovinco al posto di uno spento Candreva. Due minuti dopo ancora Francia pericolosa con Gomis che, entrato in area, impegna a terra Sirigu. Entra anche Gourcuff al posto di Valbuena. Prandelli inserisce Diamanti per El Shaarawi.

 

È proprio il nuovo entrato del Bologna, dalla sinistra, ad andare al cross. La sfera, però, non trova pronti Balotelli e Giovinco. All’82’ si rende pericoloso Giovinco con un bel destro dai trenta metri: Lloris, con il pugno sinistro, si salva in calcio d’angolo.

 

È di Menez, all’85’, l’occasione più pericolosa della ripresa; settanta metri palla al piede per arrivare nell’area di rigore Azzurra e calciare di sinistro. È il suo compagno di squadra al Psg, Sirigu, ad evitare il tris smanacciando in corner. Due minuti dopo secondo legno per l’Italia: questa volta è Giaccherini a colpire la traversa.

 

Finisce qui; l’Italia non riesce a battere la Francia. È Deschamps a trionfare 2 a 1. Per la prossima partita degli Azzurri bisognerà attendere mercoledì 6 febbraio 2013, quando all’Amsterdam Arena Prandelli affronterà l’Olanda. Sarà questa un’altra ottima occasione per sfatare il trend che vede l’Italia, nelle ultime cinque amichevoli, non riuscire a vincere: Uruguay, Stati Uniti, Russia, Inghilterra e, appunto, Francia.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Amichevole Italia Francia mercoledì 14 novembre 2012 Tardini di Parma, analisi, precedenti, convocati e probabili formazioni

Atalanta – Inter 3 a 2 Serie A dodicesima giornata, tonfo neroazzurro

Milan – Fiorentina 1 a 3 Serie A dodicesima giornata, disastro in difesa

Analisi Juventus – Inter 3 novembre 2012 Serie A, precedenti, curiosità e probabili formazioni

Gol fantasma, Fifa ufficializza i sistemi elettronici: cosa sono e quanto costano gli Hawk-Eye e GoalRef

 Matteo Torti