Napoli – Milan 2 a 2, serie A tredicesima giornata. Rimonta “faraonica” dei rossoneri, cronaca e pagelle

La visita di Silvio Berlusconi a Milanello nella giornata di venerdì è servita a metà al Milan di Allegri. Il presidente rossonero ha cercato di spronare la squadra, soprattutto i giocatori chiave che al momento appaiono in ombra, vedi Boateng. La formazione meneghina disputa una prova dai due volti al San Paolo di Napoli, al cospetto della compagine allenata da Mazzarri. Avvio di gara shock: due gravi errori in fase difensiva regalano il doppio vantaggio al Napoli. Il primo vede protagonista  Abbiati, l’altro Constant, con complicità del portiere rossonero.

 

La squadra di Allegri, tutto sommato, esce alla lunga dal guscio, meritando di pervenire al pareggio. Stephan El Sharaawy conferma di essere la pedina fondamentale dello scacchiere rossonero. Doppietta e vetta solitaria nella classifica cannonieri con 10 reti messe a segno in 13 gare.

 

Come a Palermo il Milan va sotto, reagisce e rimonta. Il vantaggio di Inler ed il raddoppio di Insigne non bastano per mettere al tappeto l’undici meneghino. El Sharaawy accorcia a ridosso della fine del primo tempo e completa la rimonta al 82’. Gara equilibrata, con occasioni da ambo le parti.  Risultato, alla fine, giusto per quello che si è visto in campo nell’arco dei novanta minuti.

 

Milan chiamato a risollevarsi dopo la dèbacle di sette giorni fa a San Siro con la Fiorentina. Allegri cambia ancora modulo di gioco schierando il 4-3-3. Con Abbiati tra i pali, la difesa è composta da De Sciglio, Acerbi e Mexes al centro, Constant confermato a sinistra. Centrocampo a tre dove Montolivo figura in cabina di regìa, Nocerino e De Jong a far da scudo davanti la difesa. Boateng e Bojan ad ispirare le giocate del Faraone El Sharaawy.

 

Mazzarri cerca la vittoria per avvicinare la vetta, dopo il pareggio della Juve nel pomeriggio contro la Lazio. Consueto 3-4-1-2 con De Sanctis tra i pali, Gamberini, Campagnaro e Cannavaro a comporre il trio difensivo. Maggio sull’out di destra, Dzemaili e Inler in mezzo, Zuniga a sinistra. Hamsik dietro le punte Cavani e Insigne.

 

INLER BEFFA ABBIATI – Partenza tuttavia equilibrata del match. Al quarto minuto, però, arriva il vantaggio del Napoli come un fulmine a ciel sereno: Inler servito da Maggio fa partire un bolide ad effetto dalla distanza che beffa un poco reattivo Abbiati. La conclusione di esterno sinistro dello svizzero prende una traiettoria ingannevole per il numero uno rossonero, il quale parte in anticipo sulla palla e perde il tempo per recuperare. 1-0 in favore della banda Mazzarri.

– Colpo a sorpresa per il Diavolo che prova subito a reagire. Boateng recupera palla e serve Montolivo, il quale calcia di punta ma manda a lato la conclusione. Il match offre poco spettacolo. Ospiti che ci provano dalla distanza con il Boa e Nocerino, mentre i padroni di casa cercano di pungere in ripartenza. Nulla di rilevante fino alla mezzora.

 

DISASTRO DIFENSIVO – Al 34’ del primo tempo ecco che arriva il raddoppio del Napoli su svarione difensivo: Constant sbaglia clamorosamente il disimpegno su Acerbi regalando palla ad Insigne. Il talento napoletano entra in area calcia verso la porta trovando la deviazione del difensore rossonero, beffando nuovamente Abbiati, apparso anche in questa circostanza poco reattivo.

– Ancora Constant mette in apprensione Allegri & Co. con l’ennesimo errore difensivo della serata: Insigne sfrutta la dèfaillance del terzino ex Genoa per servire al centro Cavani, ma Mexes si immola togliendo la palla del ko.

 

REAZIONE MILAN – Il finale di primo tempo è del Milan. I rossoneri cominciano a rendersi pericolosi grazie anche al risveglio di Boateng. Il ghanese serve El Sharaawy, il quale da buona posizione non riesce a correggere in rete. Si riscatta il Faraone poco dopo, al 44′, siglando il punto del 2-1: Assist di De Sciglio e conclusione di prima intenzione che non lascia scampo a De Sanctis. Gol di pregevole fattura per il capocannoniere della Serie A. Finale di 2-1 al termine del primo tempo.

– Nella ripresa buon ritmo ed intensità del Milan. Nocerino ci prova da fuori area, ma la conclusione si spegne alta sopra la traversa. Stessa sorte per Bojan Krkic, tiro di poco a lato, e Boateng, deviazione aerea fuori di un soffio.

 

MILAN GRAZIATO –Partenopei che vengono fuori al 19’ con Cavani: la conclusione a botta sicura del Matador viene respinta di piede da Abbiati. Cinque minuti più tardi, invece, Marek Hamsik fallisce un rigore a palla in movimento graziando i rossoneri: conclusione all’altezza del dischetto che termina clamorosamente sul fondo.

– Dalla parte opposta è un vivace Bojan a mettere in difficoltà la retroguardia azzurra. Azione personale al 32’ dell’ex giocatore di Barça e Roma, Gamberini e De Sanctis ne ostacolano la corsa vanificandone il tentativo. Allegri gioca la carta Robinho al 35’, rilevando uno spento Boateng.

 

NEL SEGNO DEL FARAONE – Cambio provvidenziale del tecnico toscano in quanto il brasiliano propizia il pareggio. Assist per El Sharaawy al 37’ che vale il punto del 2-2. L’attaccante italo-egiziano calcia di prima intenzione all’angolino. Rimonta completata. Addirittura rossoneri vicini al tris, ancora con il giovane attaccante che, però, questa volta pecca di egoismo, calciando verso la porta anziché servire il meglio appostato Pazzini.  Termina 2-2 al San Paolo. Pareggio che arriva ancora una volta dopo aver sfiorato il tracollo.

– Mercoledì alle ore 20.45 sfida ai belgi dell’Anderlecht, dove è in palio una fetta di qualificazione al prossimo turno della Champions League.

.

PAGELLE MILAN

– ABBIATI, Voto 5 – Conclusione non irresistibile di Inler. Se fosse stato più reattivo avrebbe di sicuro fatto meglio. Impreciso anche sul raddoppio di Insigne. Si riscatta su Cavani nella ripresa.

– DE SCIGLIO – 6 – Gioca con personalità ed autorità.  Zuniga non è di certo un facile cliente, ma stasera è stato annullato dal giovane terzino. Serve l’assist per il 2-1.Conferma.

– MEXES – 6 –La sciagurata prestazione di domenica contro la Fiorentina viene recuperata da una prova tutto sommato convincente. Fondamentale il recupero su Cavani. Sempre presente e poco impreciso.

– ACERBI – 5,5 – Comincia male anche perché Constant lo mette in difficoltà. Si riprende con il passare dei minuti ma non  ancora al top nei meccanismi difensivi rossoneri.

– CONSTANT – 5 – Sciagurato avvio di gara. Assist ad Insigne per il 2-0, rischia di servire anche il tris. Nella ripresa gioca meglio, ma non incide come tutti si aspettavano. Incognita.

– DE JONG – 5 – L’acquisto last-minute per la corsa scudetto ancora è la brutta copia del De Jong visto al City ed in Nazionale. Lento, prevedibile, poco costante. Gioca in maniera semplice, quasi il compitino. Per il Milan non basta. Speranza.

– MONTOLIVO – 6 – Il ruolo di vice-Pirlo non spaventa il talento ex Fiorentina. Sempre più nel vivo della manovra rossonera. Fa girare la squadra da buon metronomo, si sacrifica in fase di non possesso. I compagni di reparto non lo aiutano. Jolly.

– PAZZINI – AL 75’ – 5,5 – Voto d’ufficio per il Pazzo. Entra ma non è mai al centro dell’azione. Potrebbe servirlo El Shaarawy, ma l’italo egiziano calcia in porta. Deluso.

– NOCERINO – 5 –  L’ ex Palermo scende dal piedistallo. Forse troppe responsabilità, forse scarsa concentrazione. Fatto stà che Nocerino non è più il giocatore dello scorso anno che voleva dimostrare di non valere 500 mila euro.

– BOATENG – 5 – La pettinatura pressoché appariscente è l’unico modo per mettersi in mostra. Pesa la maglia numero 10. Dovrebbe trascinare il Milan, ma non brilla quasi mai. Tenta un tiro dalla distanza ed un colpo di testa ma la via del gol non riesce proprio a ritrovarla. Meteora.

– NIANG – 6 – Anche per il francese la sufficienza è d’ufficio. Entra e si rende protagonista di una cavalcata conclusa con un tiro debole verso la porta di De Sanctis.

– EL SHAARAWY – 8 – Dieci gol in tredici partite, capocannoniere solitario, trascinatore.  Il Faraone è il faro di questo Milan. Gol pesanti per far risalire la china ai rossoneri. Il 2-1 è un tocco pregevole, il pareggio un colpo da biliardo. Fenomenale.

– ROBINHO – 6 – Il redivivo talento brasiliano è l’asso nella manica di Allegri. Entra e serve l’assist del pareggio. Provvidenziale.

– ALLEGRI – 6 – Modulo nuovo per il tecnico toscano. 4-3-3 dopo il 4-2-3-1 delle ultime uscite. Il cambio Boateng – Robinho  è un’intuizione, il risultato premia la scelta del tecnico. La visita di Berlusconi avrà dato indicazioni positive al conte Max, ma anche tattiche…

 

PAGELLE NAPOLI

– MIGLIORE: INSIGNE 6,5 – L’ erede di Lavezzi comincia a lasciare il segno al San Paolo. Terzo gol in Serie A e assist a ripetizione per i compagni. Cala nel secondo tempo ma disputa un’ottima gara nel complesso.

– PEGGIORE: HAMSIK – 5 – Il fuoriclasse sloveno fatica nelle partite decisive con le grandi. Clamoroso l’errore sul 2-1 davanti ad Abbiati: fallisce un rigore in movimento. Poco lucido e continuo.

– MAZZARRI – 5,5 – Partenza sprint del Napoli, grazie anche ad una difesa ballerina del Milan. Il Napoli cala nella ripresa ma il tecnico tarda ad effettuare i cambi. Zuniga assente, sostituito solo al 89’. Mesto rileva insigne con Edu Vargas a guardare in panchina, poi entrerà al posto di Maggio al 90’. Lettura approssimativa della partita, specie nel secondo tempo.

 

TABELLINO NAPOLI – MILAN 2 A 2

– NAPOLI: De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Gamberini, Maggio (all’89’ Vargas), Dzemaili, Inler, Hamsik, Zuniga (all’87’ Dossena), Insigne (al 66′ Mesto), Cavani. In panchina: Rosati, Colombo, Grava, Fernandez, Aronica, Britos, Donadel. Allenatore: Walter Mazzarri.

 

– MILAN: Abbiati, De Sciglio, Mexes, Acerbi, Constant, Nocerino, Montolivo (al 76′ Pazzini), De Jong, Boateng (al 75′ Robinho), Bojan (al 85′ Niang), El sharaawy. In panchina: Amelia, Gabriel, Yepes, Zapata, Flamini, Emanuelson, Pato. Allenatore: Masimiliano Allegri.

 

– ARBITRO: Bergonzi di Genova

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Milan – Fiorentina 1 a 3 Serie A dodicesima giornata, disastro in difesa

Gol fantasma, Fifa ufficializza i sistemi elettronici: cosa sono e quanto costano gli Hawk-Eye e GoalRef

 

Giovanni Parisio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here