Derby Inter Milan 0 a 1, risultato e commento partite serie A

Allegri vara ancora il centrocampo operaio, quello che prevede l’assenza di Pirlo e la presenza di Gattuso, Ambrosini e Flamini, con Seedorf dietro al duo Ibrahimovic-Robinho e il calmo Benitez si che affida a Snejder dietro a Milito-Eto’o.

 

Inizia subito forte la squadra di Allegri che mette alle corde i neroazzurri, Cordoba nel ruolo di vice-Maicon è spaesato e sulla sua fascia Robinho ne approfitta.

 

È il 5’ quando Ibrahimovic si invola nell’area interista, ma viene atterrato platealmente da Materazzi: Tagliavento fischia il rigore e la punta svedese realizza proprio sotto la curva del biscione che l’aveva riempito di fischi.

 

I rossoneri sembrano inarrestabili, una furia rossonera travolge un’Inter ansimante, spaesata, fuori condizione, negli spogliatoi; ci prova ancora Ibrahimovic ma viene fermato, ci provano anche Robinho e Flamini ma il Diavolo non riesce a chiudere la partita.

 

Paradossalmente i neroazzurri cambiano la propria gara dopo un infortunio, un risentimento muscolare del giovane Obi, l’ennesimo per la squadra di Moratti.

 

Entra Coutinho e Benitez ordina il 4-2-3-1: è l’arma in più per questa Inter che però non riesce comunque a creare palle gol nella prima frazione se si esclude una punizione del trequartista olandese, che secondo la moglie era in forma e avrebbe dovuto disputare un grande derby.

 

La ripresa modifica gli equilibri in campo, i neroazzurri tengono maggiormente palla ma è un possesso sterile, difficilmente riescono ad entrare nell’area rossonera presieduta da due corazzieri: Thiago Silva e Nesta insuperabilmente insuperabili.

 

Visto che con le azioni da gioco il pareggio non arriva, il macedone Pandev ha la buona idea di provocare Abate spingendolo a terra; il terzino rossonero, sbagliando, reagisce e Tagliavento decide per l’ammonizione ad entrambi e Abate, già ammonito, viene quindi espulso.

 

Allegri si trova a dover affrontare l’ultima mezzora in inferiorità numerica; i neroazzurri mantengono sempre il possesso palla, ma di tiri pericolosi nella porta difesa da Abbiati non se ne vede neanche mezzo.

 

Dopo 4 minuti di recupero Tagliavento fischia la fine della partita: baci e abbracci ad Ibrahimovic, l’uomo del momento in casa Milan, l’uomo che regala i tre punti ai rossoneri e che consente di mantenere la vetta e di avere un vantaggio di 6 punti dall’Inter.

 

Leggi anche:

Serie A Napoli – Milan: 1 a 2

Partite Serie A, Cagliari – Inter 0 a 1

Partite Serie A, Milan – Chievo 3 a 1

Partite Serie A Parma – Milan: 0 a 1

Partite Serie A, cade l’Inter a Roma, vince il Milan

Partite Serie A quarta giornata, l’Inter convince, il Milan no

Partite Serie A, Palermo – Inter 1 a 2, è sempre Eto’o che risolve i problemi in casa Inter

Serie A, risultati della seconda giornataPartite serie A, Milan stecca, Inter delude ma si riscopre cinica

 

Matteo Torti

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here